La bambina dei tweet e quella salvata tre volte dai caschi bianchi. I miracoli di Aleppo - www.altreinfo.org

La bambina dei tweet e quella salvata tre volte dai caschi bianchi. I miracoli di Aleppo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
aleppo-media-center

Aleppo Media Center è l’hub della propaganda pro-ribelli, fornisce Stati Uniti, Regno Unito, i paesi della NATO, il Qatar, Al Jazeera e molti altri.

In molti riprendono i prodotti di Aleppo Media Center’ .

Un’altra bambina usata per fine di propaganda è questa, salvata molte volte dai white helmets, forse per penuria di controfigure o per poca fantasia.

white-helmets-girl-repeat

L’ultima trovata è quella della bambina che usa twitter e diffonde i suoi messaggi da Aleppo.

Anche in questo, caso la storia è partita per la prima volta dal ‘The Telegraph’, poi a ruota hanno ripreso tutti perché si sa il Telegraph è un giornale serio.

la bambina di sette anni che twitta gli orrori della guerra

la bambina di sette anni che twitta da Aleppo gli orrori della guerra

Alla fine nella rete ci è cascato anche Avvenire che dice: domenica intorno alle 21 ora italiana la piccola, che twitta in inglese da un profilo gestito dalla madre, ha scritto che la sua famiglia non ha più una casa, “è stata bombardata e sono tra le macerie. Ho visto morti e sono quasi morta”. Il tweet è completato da una foto che la mostra avvolta nella polvere.

aleppobimbatweet3571530

La piccola aveva una bella stanzetta con le bambole che gli aveva dato al Nusra, ,,, ma perché cosa c’è di strano? Ha detto al Telegrah: Bana vuole diventare un insegnante come sua madre, ma è preoccupato che lei non vivrà abbastanza a lungo per vederlo accadere.

“Si prega di smettere di uccidere noi”, ha tweet, “Ho bisogno di pace di diventare un insegnante. Questa guerra sta uccidendo il mio sogno”.

Non sappiamo se Bana esiste ma ciò che è chiaro è che questa storia sia messa su ad arte. Purtroppo quando si tratta di bambini prevale l’emozione ed il sospetto non c’è in molti.

Bana Alabed

Come primo passo da subito, potremmo vedere insieme il video che segue. Poi mi direte cosa ne pensate… non è mai troppo tardi, come ha detto papa Francesco per pentirsi anche se l’anno della Misericordia è finito…
E auguriamoci che anche Bana trovi presto l’uscita dall’enclave tenuta dai terroristi come ha fatto tutta questa gente che vedete. Sempre che chi ha fatto questi tweet glielo consenta e sempre che Bana sia ad Aleppo veramente.

per capire il senso di questo video non servono ‘induzioni’ e non serve neanche capire l’arabo…ma ai nostri media mainstream non importa nulla e perseverano.

Fonte: vietatoparlare.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!