bitcoin Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: bitcoin

ribellione reale non può nascere dalla realtà virtuale

L’economia virtuale è la fine della libertà. Brandon Smith

C’è una semplice regola da seguire quando si capisce la tragica storia delle economie: non riporre mai cieca fiducia in un sistema costruito su fondamenta create dall’establishment. Ma nella nostra era il fascino di un mondo virtuale con promesse di infinita ricchezza è più che mai schiacciante.  Sì, mi riferisco principalmente alle criptovalute, ma non solo. Mi riferisco anche a un problema di vasta portata di cui le criptovalute sono solo un riflesso. Vale a dire, il fatto che l’umanità sta rapidamente perdendo di vista il significato della vera economia...

Il Bitcoin ha fatto gioco al “Sistema Dollaro”. Maurizio Blondet

Spero che, con le menti degli entusiasti diventate un po’ più fredde, si possa correggere qualche idea senza essere subissati da insulti di gente con la bava alla bocca che urla: cretino, non sai di cosa parli! Non conosci i misteri gloriosi del blockchain, quindi sei vecchio! La moneta digitale sostituirà quella degli Stati, che è moneta fiat creata dal nulla! Saremo liberi! Adesso cominciamo distinguere fra la moneta “fiat” emessa dal sistema attuale e la natura “fiat” del Bitcoin. Oggi, vige la “Moneta-credito”: il 98 per cento della creazione monetaria è...

bitcoin in bolla

“È una bolla”: le autorità di regolamentazione avvertono “per comprare Bitcoin ormai vengono contratte ipoteche”. Tyler Durden

Zerohedge informa sui preoccupanti sviluppi del fenomeno Bitcoin negli Stati Uniti: la febbre dell’oro virtuale ha ormai raggiunto la soglia maniacale caratteristica delle bolle speculative, e comuni risparmiatori arrivano a ipotecare la casa per comprare criptovalute. Tra i mille interrogativi che pone una moneta avulsa da qualsiasi controllo statale, ora vi è anche capire quali potrebbero essere le conseguenze, e a chi gioverebbe una bolla speculativa di simili dimensioni, proprio adesso che si delineano tutti i segnali di un ulteriore prossimo crollo finanziario globale. Mentre il mondo degli investimenti continua a...

L’evidenza indica che il Bitcoin è uno psyop della NSA per implementare la valuta digitale mondiale. Mike Adams

Parto dall’idea che i lettori che leggono questo articolo siano abbastanza bene informati da non dover esporre tutta la storia dei cambiavalute internazionali e della loro aspirazione per la moneta mondiale. (Se non comprendi ancora l’obiettivo dell’impero bancario globalista e dell’imminente crollo del sistema monetario fiat, sei indietro di almeno 5000 post dall’arrivo). Con questo, sul punto di partenza, sta divenendo sempre più evidente che Bitcoin potrebbe essere una creazione dell’NSA (National Security Agency) ed è stato lanciato come un esperimento di “normalizzazione” per far conoscere al pubblico la valuta digitale. Una volta stabilito questo, le valute...

Analista finanziario dichiara quando esploderà la bolla dei bitcoin

Il bitcoin, la criptovaluta più popolare e preziosa del mondo, in realtà è una bolla, che prima o poi dovrà esplodere, ha detto a Sputnik International un analista finanziario della società Finam Leonid Delitsyn. Ha osservato che la vertiginosa crescita del valore del bitcoin è dovuta al fatto che la criptovaluta cerca di occupare un ruolo importante sul mercato, infatti non ha ancora veri concorrenti. L’aumento della domanda del bitcoin è dovuta al fatto che le persone continuano ad acquistare attivi visto il valore della valuta continua a crescere. Ha...

Bitcoin: cittadini tenetevi alla larga, autorità occupatevene. Paolo Savona

La gente si domanda che cosa sia questa nuova follia finanziaria dei Bitcoin. Per taluni, la curiosità di sapere maschera il desiderio di acquistarli. Se così fosse, l’unico suggerimento da dare a costoro è “tenetevi alla larga”. I Bitcoin sono il nulla che ha radici nell’abilità dei pochi e nella credibilità dei molti. Nati come moneta sostitutiva di quella legale, cioè con dietro uno Stato e le sue leggi, è diventata uno strumento per speculare, dove vince chi è più abile a entrare a prezzi bassi e uscire quando si...

panem et circenses

OGM e criptomonete, come il “panem et circenses” degli antichi romani. Paolo Germani

All’epoca degli antichi romani, per tenere buona la popolazione, c’erano due cose che non dovevano mai mancare: il pane e i giochi del circo. Il potere sapeva sempre cosa si doveva fare per controllare il popolo. “Panem et circenses” non occorreva altro I nuovi giochi dei padroni del mondo Pensate che sia cambiato molto da allora? No, non è cambiato nulla. E sapete perché? Perché gli esseri umani sono rimasti quelli. Ed il potere anche. Le logiche non sono cambiate. Gli esseri umani non sono cambiati. Il potere nemmeno. Ci...

Criptomonete, blockchain, intelligenza artificiale e teck-gleba. Intanto quelli vi cuciono la vita. Paolo Barnard

Avrò perso tante cose nella vita, ma non il fiuto giornalistico. Scorro decine di pagine al giorno zeppe di news, poi capita che fra 200 titoli uno mi fulmini, anche se è un titolino a fondo pagina su Bloomberg. E lì, il mio fiuto non sbaglia. Era infatti piccolo piccolo il titolo, ma è immenso immenso per le ripercussioni che avrà su tutti noi, tutti, voi a casa, nel Nord come nel Sud del mondo. Ricordate la Blockchain? Ricordate le cryptomonete? Ricordate cosa ho scritto sul fatto che questa nuova...

L’ultimo pugno di dollari: il Fedcoin (terza parte). Alberto Micalizzi

Nella prima parte di questo articolo abbiamo dimostrato che le bolle speculative originate sequenzialmente da precise scelte di politica monetaria hanno consentito di finanziare il deficit commerciale USA ed espandere il PIL americano. Tuttavia, soprattutto l’ultima di queste bolle, quella “monetaria” iniziata nel 2008, ha prodotto quasi $7.000 miliardi di liquidità in 8 anni che è finita in parte nelle maglie dei mercati finanziari e del sistema bancario, in parte in mano a sottoscrittori esteri (Cina e Giappone in primis) ed in parte ha alimentato una straordinaria impennata del debito privato USA...

L’ultimo pugno di dollari: i Bitcoin (seconda parte). Alberto Micalizzi

La svolta epocale nei sistemi monetari che le banche centrali, e la FED in particolare, stanno determinando si colloca all’interno di un nuovo scenario tecnologico che silenziosamente sta diffondendosi a livello privato e che sta conducendo alla diffusione delle cripto-monete. Mettiamoci bene in testa questo termine perché la moneta del prossimo futuro, parlo di un futuro a breve, sarà una cripto-moneta. In questa seconda parte, che segue il mio articolo “L’ultimo pugno di dollari (prima parte)”, analizziamo l’entrata delle banche d’affari nelle cripto-monete, che anticipa l’entrata delle banche centrali, di...

l'ultimo pugno di dollari

L’ultimo pugno di dollari (prima parte). Alberto Micalizzi

Il dollaro sta mutando verso qualcosa di sconosciuto che la FED sembra preparare per porre rimedio alla gigantesca bolla monetaria che avvolge il pianeta, pronta ad esplodere da un momento all’altro. La politica economica Usa degli ultimi 30 anni ha coperto i deficit commerciali inondando il mondo di biglietti verdi. Ciò ha consentito al PIL americano di crescere nonostante il peso delle importazioni. Difatti, la discesa strutturale dei tassi USA – che dura ormai da quasi tre decenni – rispecchia la costante iniezione di liquidità che la FED ha operato...

Blockchain, libera, facile da usare e sicura... ma solo finché qualcuno non decide di guardarci dentro

Le transazioni in Bitcoin non sono anonime. L’IRS entra nella blockchain con nuovi software di analisi. Mac Slavo

Per molti anni, uno dei principali incentivi ad acquistare bitcoin è stata la garanzia di anonimato. Mi sorprende molto che ci siano ancora tante persone nel mondo disposte a credere in questa affermazione. Sicuramente, dopo le rivelazioni di Edward Snowden e di altre organizzazioni, come ad esempio Wikileaks, penso sia davvero insensato credere ancora che nel mondo digitale ci sia qualcosa di “anonimo”. Le autorità federali lo stanno già dimostrando che non esiste l’anonimato, nemmeno nel mondo dei Bitcoin. Ed infatti, le transazioni in bitcoin sono state tracciate quando l’FBI...

Siate pronti per una valuta globale, entro il 2018, the economist

Phoenix, valuta globale del Nuovo Ordine Mondiale che somiglia molto al Bitcoin. Alberto Rovis

Nel 1988 apparse su The Economist un articolo dal titolo “Siate pronti per una valuta mondiale”. La rivista era ed è ancora oggi di proprietà dei Rothschild. L’articolo sembra profetico. Tale valuta, chiamata Phoenix, sarebbe dovuta entrare in vigore entro il 2018 e avrebbe dovuto sostituire il dollaro e tutte le altre valute nazionali. In altri termini, Phoenix sarebbe stata la valuta di un Nuovo Ordine Mondiale. L’articolo cita anche la strategia da utilizzare per render Phoenix operativa e funzionante. La valuta globale verrà gestita dal Fondo Monetario Internazionale ed...

error: Alert: Content is protected !!