ebrei Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: ebrei

simonino, pasque di sangue ariel toaff

Pasque di sangue, gli omicidi rituali imputati agli ebrei durante il Medioevo. Paolo Germani

Gli omicidi rituali di bambini cristiani, durante la Pasqua ebraica, furono una delle accuse più infamanti che vennero mosse agli ebrei durante il Medioevo. Ci furono molti processi finiti con la condanna a morte di ebrei in tutta l’Europa, come ad esempio quello di Landshut, in Baviera, dove cinquantacinque ebrei furono bruciati nel 1440 con l’accusa di aver ucciso un bambino o come a Trento, dove l’accusa di aver torturato, crocifisso ed evirato il piccolo Simonino, un bambino di due...

anima collettiva del popolo ebraico

L’anima collettiva del Popolo Ebraico. Elena Dorian

La religione ebraica, a differenza di tutte le altre religioni, non prevede un’altra vita, al di fuori di questa. Non ci sono compensazioni o premi, dopo la morte. Gli ebrei non hanno un’anima immortale. Dalla terra provieni e nella terra tornerai, questo è quello che dicono le sacre scritture del popolo ebraico. Per gli ebrei non c’è quindi un aldilà, ma soltanto una vita terrena che essi devono dedicare alla realizzazione del disegno di Yahweh. I premi e le compensazioni...

Yaweh: il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che lui è Dio. Laurent Guyénot

“Il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che non esiste”, ha scritto Charles Baudelaire (Paris Spleen). Aveva torto: il miglior trucco del diavolo è quello di convincerti che lui è Dio Credo nell’esistenza del diavolo? Dipende dalla definizione. Credo che gli umani siano sotto l’influenza delle idee che hanno generato collettivamente nel corso dei secoli, perché le idee sono forze spirituali. E, da questo punto di vista, considero l’usurpazione di identità di Jaweh come il Divino Creatore l’inganno...

La semitofobia. George Mackenzie

La più grande paura di massa negli Stati Uniti non è l’islamofobia. Non è l’omofobia. Non è nemmeno la xenofobia.  È la semitofobia. Vale a dire, la paura del potere ebraico. Nessun altro gruppo riesce a provocare tanta paura, in quasi tutta la popolazione, quanto gli ebrei. La minima impressione che qualcuno stia dicendo qualcosa di lievemente discutibile sugli ebrei causa sudori freddi, mancanza di respiro, capelli dritti, muscoli tesi e tutte le altre reazioni fisiche che rivelano l’attivazione di...

Le origini dell’usura nel mondo ebraico e la doppia morale dei libri sacri. Paolo Germani

L’usura, intesa come un ingiusto, iniquo o eccessivo guadagno ottenuto in seguito all’erogazione di un prestito, rappresenta un problema trasversale, presente ovunque al giorno d’oggi e in quasi tutte le culture antiche e zone geografiche. O prima o poi tutti i popoli hanno dovuto affrontare il problema dell’usura, perché il diffondersi di questa pratica generava povertà, schiavitù da debiti e tensioni sociali. Nell’antichità l’usura è stata affrontata in modo diverso dai vari popoli che ne vennero colpiti. Alcuni l’hanno accettata...

Gli imbecilli e noi ebrei italiani “influenti”. Gad Lerner

“Faccia da eliminare”, vengo definito su questo sito antisemita, specializzatosi a quanto pare nel pubblicare elenchi di “pericolosi” ebrei italiani. Ne dà notizia in prima pagina “La Repubblica” di oggi, con un articolo di Marco Pasqua che qui ripubblico. Non chiederò certo la scorta, per simili imbecilli. Elenchi di ebrei italiani “influenti”, dall’economia ai media, ma anche nel mondo dello spettacolo. Nomi e cognomi di imprenditori, artisti, scrittori e giornalisti, citati in virtù delle loro (vere o presunte) origini ebraiche....

La definizione di antisemitismo approvata dal Ministero della Verità. Giorgio Lunardi

Il Governo Italiano, dopo un pressing mediatico estenuante, ha finalmente adottato la tanto attesa definizione di antisemitismo, così come proposta dall’Alleanza internazionale per la memoria dell’Olocausto (IHRA). Si è trattato di un pressing mediatico di portata planetaria che la comunità ebraica internazionale ha esercitato contemporaneamente in tutti i paesi Occidentali e che in Italia, in meno di tre mesi, ha portato all’istituzione della Commissione Segre, alla nomina del Commissario per l’Antisemitismo e all’adozione della definizione di antisemitismo voluta dall’IHRA, la...

La mia lotta. Imparate a dire quello che pensate, a dire la verità come la vedete e a sopportarne le conseguenze. Gilad Atzmon

Avevo iniziato a studiare l’ebraismo vent’anni fa. Era stato il risultato della mia reazione agli implacabili attacchi contro quegli intellettuali ebrei dissidenti che non si adattavano all’”agenda rivoluzionaria” della cosiddetta Sinistra ebraica “anti-sionista.” Avevo rapidamente compreso che, in realtà, erano la Sinistra ebraica, i radicali e i progressisti, a mostrare i tratti più caratteristici del sionismo e dell’identitarismo ebraico. Ero perplesso: le stesse persone che aderivano a politiche tribali e operavano in celle politiche razzialmente segregate predicavano l’universalismo agli altri....

Olocausto, perché il negazionismo aumenta, nonostante censura, propaganda, gogna mediatica, repressione? Paolo Germani

Secondo il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes, nel 2004 il 2,7% degli italiani riteneva che la Shoah non fosse mai avvenuta, mentre oggi è il 15,6%. Questo significa che è in forte aumento il negazionismo. Risultano in aumento, dall’11,1% al 16,1%, anche coloro che ridimensionano la portata della Shoah. Questo significa che sempre meno persone credono siano morti sei milioni di ebrei a seguito dell’olocausto. Inoltre, sempre secondo la stessa indagine, riscuote nel campione un “discreto consenso” l’affermazione secondo cui: “Mussolini...

Alain Soral. Andare in prigione per una vignetta nella Francia di Voltaire. Jean Marois

Alain Finkielkraut ha dichiarato di recente: “Soral è il più pericoloso e inquietante personaggio della scena pubblica.” Per comprendere il significato di queste parole, dovete sapere chi sono Alain Finkielkraut e Alain Soral. Finkielkraut è uno dei nostri Neoconservatori francesi. Un ex-trotzkista trasformatosi in nazionalista. Incarna ciò che Soral chiama il National-Sionismo, quella nuova ideologia promossa a tutto spiano dagli “intellettuali” ebrei e dagli “esperti” dei media che, dopo aver chiesto l’abolizione dei confini e affogato l’Europa con l’immigrazione di massa, ora...

Austria ebraica, fine ottocento: “Gli ebrei controllano la stampa, il mercato azionario e adesso anche l’inconscio”. Paolo Germani

Nell’Impero Austro-Ungarico soltanto a partire dal 1867 vennero garantiti pieni diritti a tutte le etnie, ebrei compresi. Prima di allora gli ebrei non godevano di tutti i diritti di cittadinanza, in quanto vigevano dei divieti a loro carico, e non sempre potevano acquistare proprietà immobiliari. In pochi decenni gli ebrei riuscirono a egemonizzare l’intera economia austriaca. Karl Kraus, noto scrittore austriaco dell’epoca, riferendosi ai nuovi studi sulla psiche condotti da Sigmund Freud, ma anche al dominio da parte degli ebrei...

La globalizzazione volontaria del popolo ebraico era già in atto nel IV° secolo a.C.. Paolo Germani

Secondo la narrativa dominante, in varie epoche storiche ed in conseguenza di precisi eventi, gli ebrei vennero cacciati via dalla loro terra d’origine, deportati o comunque costretti ad abbandonarla e a stabilirsi in altri luoghi. Questa descrizione degli eventi prende il nome di diaspora ed è molto importante, perché è sulla base della diaspora che gli ebrei rivendicarono (e rivendicano tuttora) il diritto di tornare nelle terre da cui vennero “espulsi” migliaia di anni fa, espropriando e cacciando via coloro...

La tratta atlantica e il commercio degli schiavi, secondo la ricerca storica di nation of islam era interamente gestita dagli ebrei.

Le verità nascoste sul coinvolgimento degli ebrei nella tratta degli schiavi africani. Paolo Germani

A Monsey, New York, un afroamericano ha aggredito cinque ebrei con un coltello durante la celebrazione di Hanukkah. La notizia ha fatto il giro del mondo, ma questa volta, a differenza di altre, ha fatto un solo giro e poi si è fermata. L’attentatore è stato arrestato e per fortuna non ci sono state vittime. La motivazione dell’aggressione? Odio antisemita e razzismo, naturalmente. https://edition.cnn.com https://www.agi.it Questo attacco è il nono episodio di antisemitismo in sei giorni a New York. Il...

Gerusalemme, il genocidio di Mamilla: quando gli ebrei fecero stragi di cristiani. Paolo Germani

Secondo la narrativa dominante gli ebrei sono sempre stati vittime dei cristiani, in quanto perseguitati ed osteggiati, ma non è mai accaduto il contrario. Il popolo ebraico viene quindi dipinto dal mainstream e dalla storiografia ufficiale come un popolo pacifico e tollerante. Invece non è affatto così. Nell’antichità gli ebrei detestavano le comunità cristiane che si erano venute a formare, poco a poco, tra il I° e il III° secolo, e avevano tentato di dirigere contro di esse la diffidenza...

La storia e le recenti scoperte archeologiche confermano che il popolo ebraico non esiste e che la diaspora non è mai avvenuta. Sono invenzioni dei sionisti. Paolo Germani

“Le radici del popolo ebraico sono in Palestina”, questo è quanto abbiamo sempre sentito dire. Tuttavia, gli unici discendenti di quegli ebrei che vissero in Palestina tremila anni fa sono i Palestinesi, non più ebrei in quanto si convertirono all’Islam nel VII secolo d.C. Questo significa che gli ebrei che oggi reclamano la Terra di Israele non discendono dagli israeliti ma da altri popoli. Gli attuali ebrei discendono da popolazioni che si convertirono all’ebraismo nel corso dei secoli e che...

error: Alert: Content is protected !!