Francia Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: Francia

Macron e la malizia che scambia Antisionismo con Antisemitismo. Jonathan Cook

Fino a che punto l’approccio della comunità internazionale verso Israele abbia invertito la sua strada nell’ultimo mezzo secolo, lo si può misurare guardando semplicemente le sorti che ha seguito una sola parola: Sionismo. Nel 1975 all’assemblea generale delle Nazioni Unite, gran parte del mondo si mise contro Stati Uniti ed Europa dichiarando che il sionismo, l’ideologia alla base di Israele, “è una forma di razzismo e di discriminazione razziale”. Gli occidentali in genere restarono scioccati. Il Sionismo, che gli avevano raccontato fino a quel momento, era un movimento di liberazione...

Macron, il Piccolo Principe, paggio dei Rothschild e Imperatore della Françafrique, si è offeso (e richiama l’ambasciatore). Alba Giusi

Il Piccolo Principe si è offeso, e Papà Rothschild gli ha consigliato di richiamare l’ambasciatore in Italia. E il Principino Macron così ha fatto. Sono stati teneri i politici italiani. Anche Di Battista, che di solito esagera, è stato molto diplomatico. Gli ha detto: “Macron richiami i dirigenti francesi dalle banche dell’Africa”. Bene, Di Battista sta imparando l’arte della diplomazia. Ha fatto un corso in Cina? Avrebbe potuto (e forse voluto) mandarlo a quel paese, ma non lo ha fatto. Riporto le sue parole: “Noi abbiamo sollevato una serie di questioni,...

Il franco coloniale CFA impedisce a 14 paesi africani di crescere e svilupparsi. Alberto Rovis

Un ringraziamento a Luigi Di Maio che ha avuto il coraggio di denunciare la Francia per le politiche neo-coloniali che conduce in Africa. E’ il primo politico italiano che si occupa di questo problema. Il Franco coloniale CFA impedisce a 14 paesi africani di crescere e svilupparsi. Macron risponde che quei paesi africani sono liberi di uscire, ma nessuno ne ha fatto richiesta. Questo è vero, quanto è vero che tutti quelli che hanno provato a spezzare le catene sono stati ammazzati o messi in galera. Macron è il solito...

La caduta di Macron. Decisa dai suoi creatori? Maurizio Blondet

Sta venendo fuori tutto. Benalla, la guardia del corpo personale di Macron, aveva le chiavi della villa del Toquet, proprietà privatissima di Brigitte ed Emmanuel: viveva “In intimità con la coppia presidenziale”. Aveva ricevuto dalla DGSI (spionaggio interno) l’abilitazione “Sécret Défense”, come un membro importante del governo. Era stato fornito di un badge che gli dava accesso privilegiato all’Assemblea Nazionale, come un parlamentare. Era interno al Grande Oriente di Francia, collegato con la Loggia Emir Abdel Kader. Soprattutto, Benalla ha un legame preciso con i mega-attentati “islamici” del 13 novembre...

Le incognite della nuova guerra coloniale per la Libia. Comidad

Vi sono momenti storici in cui la propaganda avversaria può diventare, invece che un problema, addirittura un fattore di traino. È accaduto in questi anni a Putin, il quale è stato indirettamente santificato dalla propaganda occidentale che cercava di criminalizzarlo. Accadde al Partito Comunista Italiano tra il 1974 ed il 1975, quando la segreteria democristiana di Amintore Fanfani condusse la polemica anticomunista in modo così puntiglioso, astioso e destabilizzante da rendere simpatico il PCI ai settori dell’elettorato desiderosi di stabilità. Lega e 5 Stelle stanno oggi traendo un analogo vantaggio...

Gender: in Francia ci mancava solo la “dittatura del maschile” in grammatica. Angela Napoletano

Il “gender” ha preso di mira il francese, la lingua dell’amore e della diplomazia. Usa l’alibi del modernismo e del politicamente corretto per demolire tutto ciò che nei secoli l’ha resa una “lingua pura” e trasformarla in un mero codice, “neutro”, senza alcuna differenza tra maschile e femminile. Per adesso, si tratta di piccole ma sostanziali modifiche alla forma scritta introdotte nel mondo politico e accademico su indicazione dell’Alto Consiglio per l’uguaglianza tra uomini e donne, il dipartimento creato nel 2013 dal presidente della Repubblica François Hollande, che ha dichiarato guerra alla “dittatura del maschile”...

La schiavitù dell'africa francofona, tra oboli e franco CFA

14 paesi africani costretti a pagare tassa coloniale francese. Mawuna Remarque Koutonin

Quando Sékou Touré della Guinea decise nel 1958 di uscire dall’impero coloniale francese, e optò per l’indipendenza del paese, l’elite coloniale francese a Parigi andò su tutte le furie e, con uno storico gesto, l’amministrazione francese della Guinea distrusse qualsiasi cosa che nel paese rappresentasse quelli che definivano i vantaggi della colonizzazione francese. Tremila francesi lasciarono il paese, prendendo tutte le proprietà e distruggendo qualsiasi cosa che non si muovesse: scuole, ambulatori, immobili dell’amministrazione pubblica furono distrutti; macchine, libri, strumenti degli istituti di ricerca, trattori furono sabotati; i cavalli e...

androide Data di Star Trek 02

Siamo sicuri che Macron non sia l’androide Data di Star Trek? Alba Giusi

La somiglianza tra Macron e Data, l’androide di Star Trek, è notevole. Siamo sicuri che Macron non sia proprio lui, in carne e ossa? Che cosa sappiamo esattamente di Macron? Sappiamo che è stato disegnato da Attali e programmato dai Rothschild e dalle elite finanziarie al potere. Sappiamo che i suoi comportamenti visibili sono stati ideati dalla moglie Brigitte. Sappiamo anche che i media collusi con l’elite lo ritraggono sempre in modo tale da esaltarne le qualità fotogeniche. Indubbiamente Macron è un prodotto ben riuscito. In pochi mesi ha conquistato...

Simone Veil

Simone Veil firmò un accordo segreto per cedere organi di francesi a Israele. Maurizio Blondet

Ci sarebbe da non credere, se questa informazione non provenisse direttamente dalla Camera di Commercio France-Israel. Nell’elogio funebre della gran donna pubblicato da questa associazione sul suo sito, si legge: “Tel Aviv (Daniel Rouach). “Ebrea di cuore e sostegno permanente a Israele e al sionismo, Simone Veil è deceduta venerdì mattina all’età di 89 anni. In Israele una grande tristezza tocca i franco-israeliani che l’hanno conosciuta. “Pochissime persone lo sanno. Durante il suo passaggio al Ministero della Sanità, ella aveva firmato un accordo franco-israeliano per la donazione di organi. In effetti Israele ...

L’orribile avvenire che ci promette Attali. Maurizio Blondet

Emanuel Macron, le président, ha un progetto: uscire – come aveva promesso – dallo ”stato d’emergenza” in vigore dalla strage terroristica di Charlie Hebdo, facendolo diventare lo stato normale e permanente della Francia. Lo ha rivelato Le Monde, a proposito di un progetto di legge riservato in formazione: “Si tratta di far entrare nella legge ordinaria gli strumenti dello stato l’urgenza per lottare contro il terrorismo: domicilio coatto, perquisizioni diurne e notturne, chiusura dei luoghi di culto, zone di protezione e di sicurezza, misure faro che il ministro dell’Interno e...

Macron_Hollande

Ora i Rothschild hanno i codici nucleari francesi e il ricatto hacker dissimula tutto. E’ un mondo sano. Mauro Bottarelli

Stamattina, con un cerimonia ufficiale all’Eliseo, Emmanuel Macron è divenuto il nuovo presidente della Francia. Francois Hollande, suo predecessore, prima di scivolare nell’oblio della storia e nell’anonimato politico, gli ha consegnato i codici nucleari: dunque, la maggioranza del mondo saluta e festeggia il fatto che da oggi la Banca Rothschild abbia in mano le chiavi della deterrenza atomica francese. E, state certi, che siamo bel al di là del simbolismo. Per almeno tre motivi. Primo, fino alla fine dei luglio in Francia è ancora in vigore lo stato di emergenza...

Che bella storia d'amore tra Macron Brigitte e i Rothschild

Ma che bella storia d’amore! Macron, Brigitte e la grande finanza dei Rothschild. Alba Giusi

I media mainstream spacciano per bella la storia d’amore tra Macron e Brigitte. Insomma… Una donna sposata con tre figli, di cui due adolescenti, fa le corna al marito con un suo allievo, compagno di scuola dei suoi figli, tra l’altro minorenne… Non so, mi sembra una storia di ordinaria pedofilia che normalmente finisce in tribunale. Qualsiasi giudice condannerebbe un uomo di quarant’anni, sposato e con tre figli, che si porta a letto una sua allieva di sedici. E i genitori di questa, se non sta attento, gli fanno pure la...

Asterix e Obelisk

Emmanuel Macron, l’androide dei Rothschild e della grande finanza mondialista. Alba Giusi

Certo, bisogna ammettere che i francesi non sono più quelli di una volta. I nipotini di Napoleone Bonaparte, pronipoti di Asterix, leggendari difensori della propria libertà, disposti a morire pur di averla, ormai sono irriconoscibili. L’ombra di sé stessi. Emmanuel Macron, duemila anni fa l’avrebbero appeso a un palo per tradimento. Oggi invece lo vogliono al potere. Un androide del potentato finanziario che sta governando il mondo. Solo questo, un androide vuoto. Che cosa si aspettano i francesi da lui, bisognerebbe chiederlo a loro. E’ un servo dei Rothschild e...

Il piano cinese per il Congo (presto, una rivoluzione al cobalto). Maurizio Blondet

La Cina ha comprato l’anno scorso a maggio, per 2,65 miliardi di dollari, la miniera di Tenke nel sud-est della Repubblica democratica del Congo. Secondo il Financial Times, ciò dà a Pechino il controllo del 62% del mercato mondiale del cobalto, quindi la posizione di testa nella produzione di batterie elettriche, e quindi in assoluto favore nella produzione di auto elettriche di domani. La domanda di cobalto dovrebbe aumentare di due terzi nel prossimo decennio. Di colpo Washington, l’Unione Europea e i loro grandi media han cominciato a spiegare che...

I goumiers, con la complicità dei francesi, hanno commesso stupri di massa

La verità nascosta delle “marocchinate”, saccheggi e stupri delle truppe francesi in mezza Italia. Andrea Cionci

Il fatto che un regista italiano di film porno abbia potuto girare una pellicola hard su una delle pagine più mostruose vissute dalla nostra popolazione civile durante la Seconda guerra mondiale, offre la caratura di quanto questi misfatti siano stati rimossi dalla coscienza morale collettiva. L’episodio del remake porno de La Ciociara di Vittorio De Sica, che ha suscitato un’interrogazione parlamentare e una lettera pubblica al premier Gentiloni, offre piuttosto l’occasione di raccontare, documenti alla mano, tutta la verità relegata per oltre settant’anni nei sotterranei della storia, indicando i numeri...

error: Alert: Content is protected !!