guerra ibrida Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: guerra ibrida

Rand Corporation, Think Tank Usa: come abbattere la Russia, costringendola alla resa. Manlio Dinucci

Le conclusioni dell’ultimo rapporto confidenziale della Rand Corporation sono state pubblicate in un “Brief” in cui è descritto come deve essere condotta la nuova guerra fredda contro la Russia. Alcune raccomandazioni sono già state messe in atto, ma l’esposizione sistematica permette di capire quale sia il vero obiettivo. Costringere l’avversario a estendersi eccessivamente per sbilanciarlo e abbatterlo: non è una mossa di judo ma il piano contro la Russia elaborato dalla Rand Corporation, il più influente think tank Usa che, con uno staff di migliaia di esperti, si presenta come...

Il Pentagono sviluppa armi biologiche al confine con la Russia. Maurizio Blondet

Il Pentagono gestisce un laboratorio segreto a Tbilisi, capitale della Georgia. Vi si studiano agenti patogeni e insetti che pungono, per l’allevamento dei quali esiste all’interno una struttura. Il personale che vi opera è costituito da tecnici e scienziati Usa, che vivono sotto passaporto diplomatico. Lo ha scoperto Dilyana Gaytandzhieva, la straordinaria giornalista investigativa bulgara che nel 2017 ha rivelato il vasto traffico americano di armi inviate ai terroristi dell’ISIS: armi acquistate in Bulgaria ed inoltrate attraverso la compagnia aerea dell’Azerbaijan, Silk Way Airlines, “in almeno 350’ voli”, sotto copertura...

Il colpo basso come regola: tra Atlantico e Russia non c’è più spazio per la diplomazia. Federico Dezzani

È una prassi secolare delle potenze marittime “isolare” i propri nemici con una cortina fatta di sanzioni economiche, accerchiamento militare, condanna politica e ideologica: in passato, “l’isolamento” o “strangolamento” è stato quasi sempre il prodromo della guerra. Sono quindi da guardare con preoccupazione gli ultimi sviluppi in Europa: in Regno Unito si è sfruttato il maldestro avvelenamento dell’ex-spia russa Sergei Skripal per esacerbare ulteriormente i rapporti diplomatici con la Russia e spingere “gli alleati” nella stessa direzione, mentre in Slovacchia il premier Robert Fico, contrario ad un totale appiattimento alle...

Guerra ibrida tra Stati Uniti e Russia, come gli Stati Uniti controllano il territorio della Russia

La Terza Guerra Mondiale è già in corso. Si tratta di una guerra ibrida tra Stati Uniti e Russia. Chi vince e chi perde? Paolo Germani

Tra gli Stati Uniti e la Russia è in corso una guerra ibrida, su questo non ci sono dubbi. E a tutti gli effetti, questa può essere già considerata la Terza Guerra Mondiale. Ci sono molti elementi che lo testimoniano, da diversi anni ormai, anche se non si tratta di una guerra dichiarata. Gli schieramenti sono ben definiti. Dalla parte degli Stati Uniti troviamo tutti i paesi occidentali, Italia compresa. Dalla parte della Russia si sono schierati Cina e Iran, con qualche distinguo, soprattutto da parte della Cina. Gli Stati...

hybrid_warfare

La NATO di Riga ha indicato il nuovo nemico: i blog e l’Italia ha firmato. Maurizio Blondet

“Primo luglio 2014: è la data in cui Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia e Regno Unito firmano il Memorandum per la creazione del “Centro di Eccellenza NATO per le Comunicazioni Strategiche”. Un amico richiama la mia attenzione su questo strana adesione italiana avvenuta anni fa. Il suddetto Centro NATO di Riga ha lo scopo di combattere e reprimere le influenze russe sulle opinioni pubbliche occidentali, influenze considerate alla stregua di armi. Lo dimostra lo studio prodotto dalla NATO di Riga che qui potete leggere: http://www.stratcomcoe.org/social-media-tool-hybrid-warfare L’immagine di copertina è già...

L'Arabia Saudita si colloca tra gli USA e l'ISIS. Utili idioti della situazione

Guerra ibrida: il basso prezzo del petrolio è una potente arma contro Russia, IRAN e Venezuela. Paolo Germani

Il prezzo del petrolio quota in questi giorni 46 dollari al barile. Tre anni fa, vale a dire nel 2014, il prezzo medio si aggirava intorno ai 100 dollari, ed era stabile su quei valori da parecchi anni. Che cos’è successo? Come si giustifica un crollo verticale così marcato, tra l’altro in presenza di un consistente aumento della domanda di petrolio da parte della Cina e di un’economia mondiale comunque in crescita? La domanda di petrolio Prima di addentrarci sulle cause del crollo del prezzo del petrolio, chiariamo un concetto fondamentale....

error: Alert: Content is protected !!