guerra Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: guerra

A passi da sonnambuli verso la guerra in Europa. Nucleare. Tattica. Limitata. Maurizio Blondet

Ottocento commandos britannici saranno dispiegati in Norvegia dall’inizio dell’anno prossimo…, dove raggiungeranno truppe olandesi e americane già sul posto una presenza che sarà continuativa in inverno per almeno un decennio, ha annunciato il segretario alla difesa Williamson. Il motivo addotto è l’intensificarsi dell’attività dei sottomarini russi, molto vicina ai livelli della guerra fredda”. E’ difficile capire a cosa truppe di terra possano servire contro l’attività dei sottomarini russi,  a meno che non si paventi una invasione della Norvegia da parte di Mosca – ipotesi della cui fondatezza non so giudicare....

Gli USA in guerra con l’economia mondiale. Fabrizio Poggi

Sembra che gli USA debbono entrare in guerra col mondo intero e la Russia è l’unico paese in grado di distruggere gli USA quale soggetto geopolitico. Mentre entra in azione il primo stock di nuove sanzioni USA alla Russia, che include le esportazioni di prodotti a duplice destinazione, tecnologie legate alla sicurezza, componenti energetici ed elettronici, sembra che l’unico punto di sintonia tra Washington e Mosca, dopo l’incontro del 23 agosto fra il consigliere presidenziale USA John Bolton e il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolaj Patrušev sia che...

In caso di  guerra alla Russia, gli italiani muoiono per primi. Maurizio Blondet

“La NATO teme che le sue forze non siano pronte ad affrontare la minaccia russa”: è il titolo di un articolo del Wall Street Journal scritto dal suo corrispondente militare da Bruxelles, Julian Barnes. L’articolo fa riferimento ad un documento di 26 pagine dell’Atlantic Council, “Meeting the Russian conventional challenge”-  Effective deterrence by prompt reinforcement”. In questo studio si ripetono ed amplificano le note menzogne della propaganda occidentale sulla aggressività russa “fra cui il periodico uso della forza per occupare parti di Ucraina e Georgia; attacchi cyber e campagne di guerra dell’informazione...

Le guerre umanitarie USA contro il mondo. Michel Chossudovsky

Storicamente la scienza ha supportato lo sviluppo dell’industria bellica e dell’economia di guerra. La “scienza per la pace” richiederebbe inevitabilmente di ribaltare la logica secondo la quale i miglioramenti scientifici sono diretti a sostenere quello che il Presidente Eisenhower ha definito “il complesso industriale-militare”. Ciò che serve è un reindirizzamento della scienza e della tecnologia verso obiettivi di utilità sociale. Di conseguenza, è necessario un drastico cambio in quella che viene chiamata eufemisticamente “la politica estera USA”, ovvero l’agenda militare globale. L’attuale contesto globale Le azioni condotte dall’alleanza militare occidentale...

il business dell'america è la guerra

Il business della Cina è il business. Il business dell’ America è la guerra. Gerald Celente

Mentre gli Stati Uniti sono concentrati sulle guerre, la Cina vuole prosperità economica, secondo il consulente aziendale Gerald Celente, il quale prevede che l’economia cinese diventerà la più grande del mondo in meno di 10 anni. “I politici mentono, ma i numeri no! Date un’occhiata al declino dell’America e al progresso della Cina. La tendenza è innegabile. Le famiglie a reddito medio dell’America si sono ridotte dal 61% nel 1971 al 50% di oggi, mentre la Cina è cresciuta dal 5% nel 2000, poco prima di aderire all’Organizzazione del Commercio...

Un giorno non ci sarà un domani. Paul Craig Roberts

Prima che gli idioti di Washington ci facciano sparire dalla faccia della Terra, dovrebbero accettare il fatto che l’esercito americano è ormai di livello inferiore rispetto a quello russo. La marina statunitense è stata infatti resa obsoleta dal missile ipersonico russo Zircon. I cambiamenti di velocità e traiettoria del missile intercontinentale russo Sarmat hanno annullato il sistema ABM americano. Un Sarmat può distruggere un territorio pari a quello di Gran Bretagna, Francia, Germania o Texas. Ce ne vogliono solo una dozzina per eliminare tutti gli Stati Uniti. Altro esempio, i...

Guerra mondiale? Non facciamo ridere… Carlo Bertani

Le notizie dalla Corea del Nord galvanizzano tutti gli analisti della Terra con un solo obiettivo: alzare il livello d’attenzione, fomentare la paura, e mi stupisce alquanto che tanti giornalisti nostrani ci caschino. Servono notizie, quest’anno non ci sono né Mondiali e né Europei di Calcio, ed il Governo ha stilato un DEF che è un libro dei sogni. Le cose vanno male? Diamo loro qualcosa sul quale meditare, nelle notti buie dei soldi che non si trovano, dei balzelli che bisogna assolutamente pagare: La Corea va benissimo. Ancora ricordiamo...

Riservisti esercito americano

L’America mobilita 150mila riservisti. Guerra imminente? Marcello Foa

Sta per iniziare una vera guerra? I segnali che giungono in queste ore sono molto allarmanti. L’esercito americano sta inviando in queste ore a 150 mila riservisti delle lettere con un preavviso di mobilitazione. L’annuncio ufficiale del ministero della Difesa verrà dato a breve, ma alcuni riservisti che hanno già ricevuto la missiva lo stanno raccontando ad amici e parenti, i quali iniziano a far circolare le notizia. Secondo queste indiscrezioni, provenienti dagli Stati Uniti, l’obiettivo del Pentagono sarebbe di  poter disporre di questa forza entro un paio di settimane....

Dobbiamo pregare che Vladimir Putin mantenga la calma. Funny King

Oggi mi vergogno per le azioni criminali della civiltà che mi ha dato i natali ed alla quale mi rifiuto di appartenere. Usa e Israele hanno appena attaccato la Siria con un atto di guerra motivato dal nulla più assoluto. Era evidente dalle ridicole e grottesche affermazioni di questi due giorni sulle altrettanto ridicole accuse ad Assad che si sarebbe suicidato dopo avere vinto la guerra interna con un attacco al gas nervino su popolazioni siriane.Trump ha appena rivelato la sua natura, solo un altro ridicolo presidente fantoccio americano, Israele...

Nella menzogna totale, riconosco l’opera dei padroni del discorso. Maurizio Blondet

Ve lo dico a mio rischio, e forse non potrò più farlo: E’ la risposta di Ysroel a Putin. Il repentino cambiamento di Trump su Assad (24 ore prima aveva detto che era “silly” rimuoverlo, adesso lo vuole attaccare con un intervento diretto), la stessa abolizione repentina di tutti gli altri dossier della politica trumpiana – “Suddenly, i progetti di cancellazione di Obamacare e la politica fiscale di Trump sono morti, si stupisce Zero Hedge – il coagularsi improvviso della ostilità a Mosca in tutto l’Occcidente, forse la stessa rimozione...

La Cina vede una guerra con gli Usa come una “realtà concreta”

Nel più duro avvertimento che la Cina sta attivamente contemplando uno scenario peggiore per le sue relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti, un alto funzionario militare cinese ha detto che “una guerra entro il termine di questa presidenza’ o ‘guerra che scoppia stasera’ non sono solo slogan, stanno diventando una realtà concreta”. Le osservazioni, prima riportate da Scmp, sono stati pubblicati sul sito dell’Esercito Popolare di Liberazione, in risposta alla crescente retorica verso la Cina della nuova amministrazione degli Stati Uniti, e mentre Pechino si prepara ad un possibile peggioramento dei...

Bombe sganciate da Obama durante il suo mandato

L’eredita’ di Obama calcolata per bombe sganciate al giorno

A dieci giorni dall’insediamento di Donald Trump, il presidente uscente Barack Obama pronuncerà questa sera il discorso di addio dopo i suoi otto anni alla Casa Bianca. Ma cos’è che ha distinto di più il suo mandato sulla scena mondiale? La presidenza di Obama, insignito addirittura del Premio Nobel per la Pace, era iniziata con la promessa di ritirare il paese dai conflitti internazionali creati da George W. Bush. Ma Obama lascia il suo incarico con un record, sottolineato dall’editorialista del Guardian Medea Benjamin: il presidente uscente ha mantenuto la nazione americana...

Sette scenari di potenziale conflitto maggiormente a rischio per il 2017

Sette scenari di potenziale conflitto maggiormente a rischio per il 2017. Al primo posto il conflitto NATO-Russia

Il Council of Foreign Relations ha reso pubblico nella giornata di ieri il suo annuale Preventive Priorities Survey (Sondaggio sulle priorità preventive) che valuta possibili punti focali nello sviluppo di conflitti già in corso, come anche di potenziali conflitti in base alla loro possibilità di manifestarsi nell’anno successivo, insieme a una valutazione del loro possibile impatto sugli interessi USA. Un confronto caldo tra Nato e Russia è stato classificato come “top risk” (massimo rischio) nell’ambito del sondaggio del Council on Foreign Relations, condotto da esperti di politiche estere. Si è piazzato...

Seconda guerra mondiale, bombardieri americani

La guerra disumanizza qualunque cosa tocchi

Gli omicidi di massa sono sempre dei crimini contro l’umanità e sempre implicano la degradazione totale dell’altro. Durante una recente visita a Gloucester Books, uno dei miei posti preferiti a Londra, mi sono trovato a sfogliare dei tascabili di seconda mano e dei vecchi periodici che sbiadivano al sole. L’articolo in prima pagina di un numero di  National Geographic Magazine commemorava gli equipaggi dell’ Ottava Squadra delle forze aeree Usa per il loro sacrificio ed abnegazione durante la Seconda Guerra Mondiale. Non vi era niente di inusuale in ciò, ma...

Obama guerra ovunque

Obama: premio Nobel per la pace, ma ha portato ovunque la guerra

I due principali candidati alla presidenza americana, così come i giornalisti che coprono l’elezione e moderano i dibattiti, stanno attivamente cospirando per evitare di parlare del fatto che gli Stati Uniti sono in guerra in almeno cinque paesi contemporaneamente: Iraq, Siria, Yemen, Libia e Somalia scrive Damon Linker su The Week. Nei primi due dibattiti presidenziali, il coinvolgimento statunitense nella guerra civile siriana è stato brevemente discusso, così come in termini vaghi si è parlato dell’ISIS e dell’accordo nucleare con l’Iran e del ruolo della Russia in Europa orientale e...

error: Alert: Content is protected !!