ISIS Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: ISIS

Attentato di Sri Lanka? Bisogna chiedere al Mossad, non all’ISIS e nemmeno a Rita Katz. Alba Giusi

L’ISIS rivendica gli attentati di Sri Lanka, attraverso la sua agenzia di stampa Amaq. Lo riferiscono tutti i giornali, piccoli e grandi, tutte le TV, i radiogiornali. Si dimenticano però di specificare che l’unico essere vivente sul pianeta Terra che “vede” Amaq è Rita Katz e la sua azienda privata, tale SITE. Nessun altro al mondo lo vede. Tutti gli organi di informazione omettono di dire che Rita Katz è ebrea sionista vicina al Mossad ed è l’unico essere vivente che può vedere Amaq. Solo Rita Katz sa ciò che...

Strage di Las Vegas: Ma Rita Katz, che cosa stai dicendo? Alba Giusi

A Las Vegas un certo Stephen Paddock ha ucciso 59 persone e ne ha ferite più di 500. Si è appostato in una stanza del 32° piano del Mandalay Bay ed ha sparato sulla folla che stava assistendo a un concerto. Nella sua stanza sono state trovate armi automatiche di precisione. La polizia fa fatto irruzione e lui si è suicidato. Stephen Paddock era un americano di 64 anni, di razza bianca. Fin qui la storia. Interviene poi Rita Katz, l’unica al mondo ad avere accesso ai siti jihadisti e dice: 22)...

Site di rita katz

Il katziatone di Rita Katz: o zitti e buoni, o l’attentatone. Fulvio Grimaldi

ISIS/SITE: tocca a voi! A proposito dell’annuncio post-Barcellona di un imminente attentato in Italia,  ce ne sono stati altri che minacciavano sfracelli in Vaticano, al Colosseo, la conquista di Roma. Ma stavolta potrebbe essere diverso. Intanto la notizia proviene da fonte autorevole e credibile: il sito SITE di Rita Katz, portavoce e diffusore da anni del jihadismo più efferato, in particolare dell’ISIS, con il quale la collaborazione nella promozione di quel panico che si sa funzionale alle aggressioni belliche e all’instaurazione di regimi di polizia, è stretta e, come provano...

ISIS minaccia l'Italia, lo dice Rita Katz

Rita Katz minaccia l’Italia. Maurizio Blondet

Stavolta la minaccia è seria e grave: data la fonte da cui viene. In quegli uffici han deciso che l’Italia è stata risparmiata troppo dalla loro strategia della tensione. https://ent.siteintelgroup.com/Chatter/pro-is-telegram-channel-suggests-italy-as-next-target-of-is-attack.html Sicuramente sono pronti i terroristi. Sono pronti i passaporti da lasciare sul furgone e sull’auto, ormai una firma. Il passaporto intatto di  un dirottatore che attraversò intatto l’inferno di fuoco delle Twin Tower. Il documento dimenticato di fratelli Kouachi il giorno della strage di Charlie Hebdo. Un SMS rivelatore delle identità dei terroristi trovato nella memoria di un cellulare intatto...

I jihadisti festeggiano l’attentato di Barcellona e l’ISIS rivendica. Parola di Rita Katz e di Amaq. Alba Giusi

Come in ogni attentato che si rispetti, anche per l’attentato di Barcellona è il SITE di Rita Katz a darci le informazioni di prima mano. Lei ha accesso al deep web, lei conosce le password ed accede in incognito ai siti jihadisti criptati. I tagliagole lo sanno benissimo, ma non fanno nulla per bloccarla, anzi, la accolgono a braccia aperte, fanno vedere la loro gioia per i morti e i feriti causati dagli attentati perpetrati in Occidente e la invitano ad un prossimo incontro. Cambiare password? No, non se ne...

A che gioco giochiamo? Lo chiediamo a Trump, Rita katz, Israele, Mossad

USA, NATO, Regno Unito, Israele, Rita Katz: a che gioco giochiamo? Alba Giusi

Attentato di Manchester. Dopo aver letto i quotidiani stamattina mi sono posta una domanda: A che gioco giochiamo? E’ un gioco in cui sta morendo gente innocente, ma qual è questo gioco? Chi tira i fili? Stoltenberg dichiara che la NATO difenderà le nostre società aperte: “La NATO in prima linea nella lotta al terrorismo” titola il Sole 24 Ore. Il Corriere della Sera, la Repubblica, Il Messaggero sono sulla stessa linea. Tutti dicono che l’ISIS ha rivendicato la strage. Ma la fonte è soltanto una: Rita Katz e il SITE. Solo...

isis

Eccola la rivendicazione dell’ISIS! Lo comunicano Rita Katz, Amaq, il SITE, il Mossad e tutti gli altri! Alba Giusi

1) BREAKING: #ISIS claims responsibility for attack at #ManchesterArena concert pic.twitter.com/SHEJ61EjKu — Rita Katz (@Rita_Katz) 23 maggio 2017 ECCOLA!!!!!!!!!!! Finalmente, come anticipato stamattina, è arrivata la comunicazione del SITE di Rita Katz, la sionista vicina al Mossad, doppia cittadinanza israelo-americana, madrelingua araba che sa tutto sull’ISIS. Tanto è vero che la stessa Agenzia d’Informazione AMAQ comunica direttamente a lei (e solo a lei) tutte le rivendicazioni dei tagliagole. Possiamo tirare un sospiro di sollievo… Adesso tutti gli europei e gli occidentali (tranne qualche complottista senza cervello) sapranno con chi prendersela per...

SITE di Rita Katz, gli unici al mondo che sanno qualcosa dell'ISIS

L’ISIS di Rita Katz rivendica l’attentato di Parigi fatto dal SITE con la complicità di Amaq… OPS!

L’ISIS di Rita Katz rivendica l’attentato di Parigi fatto dal SITE con la complicità di Amaq… OPS! Ci riprovo: il SITE di Amaq rivendica l’attentato commesso a Parigi da Rita Katz a nome dell’ISIS…. No, non ci siamo, non è andata così. Ci riprovo ancora: Il SITE della sionista Rita Katz, in diretta da New York, a pochi minuti dall’attentato di Parigi, ha comunicato che Amaq, agenzia informativa dell’ISIS con sito internet inaccessibile e nascosto, criptato nel deep web e indisponibile, accessibile solo a lei e al suo staff con sede...

ISIS, SITE e Rita Katz. Tanti nomi una sola anima

ISIS, attraverso il SITE della sionista Rita Katz, rivendica gli attacchi alle chiese copte. Alba Giusi

L’ISIS ha rivendicato prontamente le stragi nelle chiese copte. Lo comunica l’agenzia del califfato Amaq, cui accede in esclusiva la sionista Rita Katz in persona. Ricordiamo sempre qual è la fonte di queste rivendicazioni: Rita Katz, ebrea sionista, che accede dal deep web alle informazioni diramate da Amaq, improbabile agenzia stampa del califfato. Rita Katz, la donna che sa tutto sull’ISIS, conosce talmente tante cose dell’ISIS che possiamo ipotizzare ci viva praticamente dentro. Ecco la notizia diffusa dal SITE di Rita Katz: The Islamic State’s (IS) ‘Amaq News Agency reported the...

propaganda di guerra: nulla è cambiato sotto il sole

Propaganda di guerra. Filippo Bovo

Tutto iniziò, e sicuramente molti nostri lettori se lo ricorderanno, con le “primavere arabe” ed in particolare quella libica. A Bengasi e nella Cirenaica erano entrati mercenari dall’Egitto, che avevano preso rapidamente contatto con elementi locali rifornendoli di armi sempre provenienti da oltre frontiera. Il risultato fu che un vero e proprio commando s’impadronì della città e nei giorni seguenti dei centri limitrofi, usando la violenza sulla popolazione urbana. Ma da al Jazeera ad al Arabiya, dalla BBC alla CNN, fino ai nostri giornali e telegiornali, la versione che venne...

Obama e la guerra

I dolori del “regime change” a Washington. Maurizio Blondet

Dopo aver provocato tanti regime changes, i responsabili provano sulla loro pelle il regime change in Usa. Non si hanno notizie precise dell’agenzia di lobbiyng dei due fratelli Podesta, quelli per cui la “artista” Abramovic cucinava gli spiriti. Ma possiamo esser certi che Tony ha perso il contratto per avanzare gli interessi della Casa Reale Saud presso la Casa Bianca: per il quale percepiva 140 mila dollari al mese, abbastanza da togliersi tutti i suoi costosi vizi. Casa Saud aveva ammesso di aver finanziato il 20% della campagna Hillary, certo...

Dopo la caduta di Gheddafi e la balcanizzazione della Libia sono ricomparsi i pirati nel Mediterraneo. Mancano da due secoli ormai.

Con la Libia nel caos, tornano i pirati nel Mediterraneo

Pescherecci siciliani sono stati già attaccati e salvati in extremis dalla marina italiana Le origini della pirateria nel Mar Mediterraneo risalgono al VII secolo, in un’area estesa dal Marocco alla Tripolitania (l’attuale Libia). I pirati agivano di sorpresa: i sopravvissuti e i prigionieri venivano venduti come schiavi nei mercati arabi. Dopo la caduta di Gheddafi e l’avvento dell’ISIS sono tornati a colpire. A lanciare l’allarme era stata l’Unione Africana nel 2011: “Se farete cadere Gheddafi la Libia diventerà un’altra Somalia”. Il monito chiaro e privo di mezzi termini ma inascoltato...

Satan 2 (Sarmat RS-28), bomba atomica di ultima generazione realizzata dai russi e disponibile dal 2018

Satan 2, molto più di una bomba atomica

La Russia ha mostrato le prime agghiaccianti immagini della bomba atomica più potente che sia mai esistita. Chiamata Sarmat RS-28 e soprannominata ‘Satan 2’ date le sue capacità di devastare territori grandi quanto la Francia, l’Italia o il Texas. Per capire la potenza di questa nuova arma va considerato che: Può viaggiare alla velocità di 25.200 km/h (per avere un’idea considera che un aereo di linea viaggia a 900 Km/h) Ha una potenza pari a 2.000 volte la bomba atomica sganciata su Hiroshima e Nagasaki nel 1945 Ha una gittata di...

Ma la Turchia, cosa vuole dalla Siria?

Ma la Turchia, cosa vuole avere dalla Siria?

La Turchia entra a pieno titolo in questa disputa per il controllo della Siria o di una parte del suo territorio. Il suo rapporto con l’ISIS è ben definito: acquista il petrolio prodotto nei pozzi controllati dall’ISIS, offre aiuti militari, recluta combattenti, cura i feriti, addestra i jihadisti. Erdogan non potrebbe essere più chiaro di così. Tutti sanno da che parte sta. Una crisi di nervi Da quando i russi sono intervenuti fermamente a sostegno di Assad, i turchi hanno dato segni di contrarietà e impazienza. Hanno accusato i russi...

Parigi, attentati

Rita Katz, la donna che sa tutto sull’ISIS. Elena Dorian

“Ora tocca a Roma, Londra e Washington”: è il sinistro proclama che ha accompagnato le celebrazioni dei sostenitori dell’ISIS, su Twitter, degli attacchi a Parigi, con l’hashtag ‘#Parigi in fiamme’. “Ricordate, ricordate il 14 novembre di #Parigi. Non dimenticheranno mai questo giorno, così come gli americani l’11 settembre”. La notizia riportata sopra è tratta dall’ANSA (leggi), ed è stata citata da tutti i giornali e telegiornali occidentali. Questa notizia ha avuto un impatto emotivo enorme, ma non è di prima mano. E’ tratta dal sito di Rita Katz (www.siteintelgroup.com). Rita...

error: Alert: Content is protected !!