istigazione all'odio razziale Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: istigazione all’odio razziale

Carro di Carnevale razzista. A quando il processo per “Istigazione all’odio razziale”? Giorgio Lunardi

Durante la sfilata di Carnevale, di solito, ognuno si traveste come gli pare, senza venire per questo condannato. A Formello, forti di questa tradizione, hanno allestito  un carro con alcune scritte vietate, del tipo: “Vogliamo WiFi”, “No pago affitto”. Sopra il carro c’erano alcuni figuranti con la faccia dipinta di nero. Tra cui addirittura dei bambini. Inoltre, a conferma che si trattava di un carro “razzista, discriminatore e istigatore all’odio razziale”, la macchina che lo trainava aveva la bandiera italiana (che orrore!!). Colmo dei colmi, sopra il carro c’erano anche...

Schindler’s List, un film che incita all’odio razziale, criminalizza e discrimina il popolo tedesco. Elena Dorian

Come ogni anno, milioni di bambini e ragazzi di tutte le età, leggono libri, partecipano a conferenze e guardano film sulla Shoah. La memoria è una cosa seria. Bisogna ricordare. Possiamo dimenticare ogni cosa, ma non la Shoah. Schindler’s list, uno dei film più razzisti della storia del cinema Faccio alcune considerazioni su uno dei film più gettonati della storia del cinema, uno di quei film che i bambini devono vedere già in tenera età. Sto parlando di Schindler’s List“. Un film in bianco e nero, crudele, raccapricciante, violento, impietoso....

Augurare il male è reato? Forza entna, forza vesuvio e forza marsili sono istigazione all'odio razziale? Per questo è stata condannata Donatella Galli

Forza Etna, forza Vesuvio, forza Marsili. Anche questa è istigazione all’odio razziale? Giorgio Lunardi

Forse ricorderete che una certa Donatella Galli, esponente della Lega Nord, qualche anno fa scrisse un infelice e scostante post su facebook in cui diceva: “Forza Etna, forza Vesuvio, forza Marsili” E’ stata recentemente processata per questo e condannata a 20 giorni di reclusione e 1€ di risarcimento dei danni, cifra simbolica da versare alla parte civile. Adesso però, prima di andare avanti, vi chiedo di mettere da parte le vostre antipatie o simpatie personali per questa signora. Non è questo l’argomento di cui voglio occuparmi. Il fatto è che...

La legge è uguale per tutti gli italiani, ma cambia per gli africani

Magistratura fuori controllo: anche se non apri bocca Sherlock Holmes ti contesta il reato di istigazione all’odio razziale. Giorgio Lunardi

In questo periodo i mezzi di informazione, se così vogliamo chiamarli, sono assetati di notizie che avvalorino la seguenti tesi: “Il razzismo sta dilagando in Italia”. Le notizie vanno inventate o reinterpretate se necessario, la verità non conta. E le stesse notizie vanno riproposte in forme diverse ogni giorno per convincere la gente che siamo in una situazione di vera emergenza. Leggiamo il fatto di cronaca riportato il 4 agosto da Repubblica, sempre in prima linea per “informare correttamente” gli italiani. http://www.repubblica.it/cronaca/ Riepiloghiamo i fatti. A Sulmona due italiani, di...

Il reato di “istigazione all’odio razziale” è un reato unidirezionale. Lo sconcertante caso di Dacia Valent. Giorgio Lunardi

Ci occupiamo di un caso eclatante da cui si deduce senza alcun dubbio che il reato di “istigazione all’odio razziale”, previsto dalla legge Mancino, è un reato unidirezionale, vale a dire un reato che può essere commesso soltanto da “italiani bianchi e cristiani” e le uniche vittime possibili sono “chiunque abbia un’origine etnica o razziale diversa”, o professi un’altra religione. La casistica ormai non lascia spazio ad alcun dubbio. La legge Mancino non è di certo una legge la cui funzione è quella di tutelare i diritti delle persone, indipendentemente...

Dire a Cevile Kyenge tornatene nella giungla è reato di istigazione all'odio razziale

“Tornatene nella giungla”, scritto su Facebook, è istigazione all’odio razziale. Giorgio Lunardi

Abbiamo sotto mano la sentenza della Corte di Cassazione n. 7859 del 2018, quindi molto recente. Ricordiamo che le sentenze della Cassazione sono importanti perché rappresentano la cosiddetta “giurisprudenza”, vale a dire sono vere e proprie linee guida che tutti i magistrati sono tenuti ad applicare nei processi in corso. Un tizio, in aperto dissenso con alcune affermazioni di Cécile Kyenge, l’allora Ministro dell’integrazione, scrive sul suo profilo Facebook quanto segue: ‘Rassegni le dimissioni e se ne torni nella giungla dalla quale è uscita’ Il post criticava le politiche migratorie...

Prete nero se la intende con una parrocchiana, marito geloso lo insulta e lui lo picchia

Il prete nero va con tua moglie? Sii cornuto e felice, ma fai attenzione a quel che dici… Giorgio Lunardi

Riportiamo una notizia che ha fatto il giro del web. A Cremona un marito bianco segue la moglie bianca perché sospetta abbia un amante. La coppia si sta separando e ha due figli piccoli. Dopo qualche giorno scopre che la moglie se la intende con un prete nero. Il marito apre la portiera della macchina in cui i due si stavano scambiano effusioni, prende il prete e la moglie a male parole, li insulta ma non alza le mani. Il prete nero ricambia la cortesia, reagisce agli insulti e, in barba...

Cecile Kyenge, accostata a un nero stupratore. Chi lo ha fatto è stato accusato di istigazione all'odio razziale

“Mai nessuno che se la stupri”. Corte di Cassazione: siccome è nera, “istigazione all’odio razziale”. Giorgio Lunardi

Ci occupiamo di un commento su Facebook, scritto qualche tempo fa da una incauta signora: «mai nessuno che se la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato, vergogna!» Il commento era accompagnato dalla fotografia di Cecile Kyenge, che all’epoca rivestiva il ruolo di Ministro dell’Integrazione. La signora aveva scritto questo commento perché il giorno prima una ragazzina era stata stuprata da un rifugiato somalo e lei era molto scossa, avendo subito sua figlia lo stesso tipo di violenza. Aveva quindi postato, in un...

Il reato di istigazione all'odio razziale, il più gettonato d'Italia. "Dura lex sed lex". Massima attribuita a Socrate

“Siete dei selvaggi!” E’ istigazione all’odio razziale. Non lo puoi dire a nessuno, a meno che non sia italiano, bianco e cattolico. Giorgio Lunardi

Riprendo una significativa sentenza della Corte di Cassazione riguardante il reato di “istigazione all’odio razziale“. Ricordo che per questo reato la Procura procede d’ufficio e non in base a querela di parte. Ciò significa che, chiunque si macchi di questo reato, dovrà difendersi in un processo penale e sostenere tutte le spese del caso, a prescindere dal fatto che la persona offesa abbia presentato o meno querela. Sarà davvero difficile cavarsela senza condanna, vista la casistica di colpevolezza ad ampio spettro, ben documentata da innumerevoli sentenze, tra cui quella di cui...

error: Alert: Content is protected !!