merkel Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: merkel

Come l’Unione Europea è diventata “Lebensraum”. Maurizio Blondet

Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia in deficit permanente; Germania in attivo perpetuo e crescente. I lavoratori italiani sono “meno produttivi” dei tedeschi? Lo sono nella misura in cui il sistema burocratico, fiscale e giudiziario pubblico non solo inefficiente, ma ostile alla cittadinanza – ossia i parassiti pubblici inadempienti – aggiunge una grossa palla al piede a quella che si impone la UE . Ma lo stesso discorso non vale per i francesi o gli spagnoli, che hanno una burocrazia migliore e patriottica. Il “caso Embraco”, l’emigrazione dei posti di lavoro...

L’Unione Europea non sta militarizzando l’Africa per fermare la migrazione, ma semplicemente per organizzarla

Presentiamo una contro-analisi a “L’UE militarizza l’Africa per fermare la migrazione” che è apparsa su Strategic Culture Foundation. 1) Mentre l’articolo originale offre uno studio interessante dell’ultimo coinvolgimento militare neo-imperialista dei paesi europei in Africa, guidato dal presidente francese Macron, dissentiamo su quello che sarà l’impatto sui flussi migratori che avrà questa operazione e sui reali obiettivi dell’UE. Gli eventi recenti suggeriscono una conclusione piuttosto diversa. Andiamo per ordine. L’estate scorsa, quando è arrivata la notizia che le ONG spedivano migranti in Italia e collaboravano con i trafficanti, il neoeletto...

Austria e Polonia inquietano i padroni del discorso. Maurizio Blondet

“Segnali di antisemitismo al Parlamento austriaco!”, titola allarmatissimo il Deutsche Wirtschaft Nachrichten. E’ accaduto che durante il rituale discorso della Memoria (nel caso austriaco, della Notte dei Cristalli del 9-10 novembre 1938) in cui il cancelliere Christian Kern ha condannato ritualmente il razzismo e l’antisemitismo, concludendo con la necessaria vigilanza contro il ritorno dei medesimi razzismo e antisemitismo, mentre tutti gli altri parlamentari ritualmente applaudivano, quelli del FpO (Freiheitliche Partei Österreichs), di destra, che hanno avuto il 26% alle elezioni, ostentatamente hanno tenuto le mani basse. Nessun applauso. Negazionisti? Nazisti? Sacrilegio. Non...

merke-monti-vertice, dopo il golpe contro Berlusconi

Nel 2011 fu vero golpe franco-tedesco, ordito dalla coppia Sarkozy-Merkel, con la complicità di Giorgio Napolitano. Antonio Maria Rinaldi

Ogni tanto è bene ricordare quanto è emerso nel febbraio del 2016 in relazione a quanto avvenne in Italia nell’estate e autunno del 2011 con l’arrivo di Mario Monti. Come è ben noto, il diavolo è bravissimo nel fare le pentole ma non i coperchi e a distanza di meno di cinque anni i soliti spioni americani ci fanno indirettamente sapere che nel 2011 in Italia ci fu vero Golpe! Questa volta però non c’era la Forestale ai comandi del Principe nero Junio Valerio Borghese in quella che ancora oggi passa per un Colpo di Stato...

USA ha fabbriche di bio-armi in Ucraina. Illegali. La Merkel sanzionerà? Maurizio Blondet

Sono sorti su territorio ucraino tredici laboratori militari americani dediti allo studio e alla produzione di agenti infettivi, vaiolo, antrace, botulino  e non si sa cos’altro. Sulla base di un accordo bilaterale firmato nel 2012, la giunta di Kiev, attraverso il Ministero della Sanità, ha dato questa concessione al Pentagono. Perché i laboratori sono finanziati direttamente dal Pentagono ed occupano solo personale statunitense. La giunta ucraina s’è impegnata a “non interferire” con quel  che si fa là dentro. Gli impianti sorgono: ben quattro a Kiev, tre a Lvov, gli altri...

“Contro la Russia, la UE decide un nuovo gasdotto. Da Israele”. Maurizio Blondet

C’è un giornale tedesco online, Deutsche Wirtschft Nachrichten, che apparentemente è minacciato dalla Kancelleria di chiusura in base alle nuove leggi liberticide di cui Mutti è la più dura promotrice non solo in Germania, ma ovviamente in Europa. Nel piattissimo e normalizzato panorama mediatico tedesco, è un giornale da leggere e da difendere, magari abbonandosi. I titoli di oggi sono di per sé capaci di fornire un quadro limpido e completo della situazione geopolitica, senza inutili “rumori di fondo” mediatici distraenti (il che è raro) e  bastano a capire perché disturba....

Patto segreto Merkel-Erdogan: prenderemo 250 mila migranti ogni anno per 40 anni

Era il dicembre 2015, e il primo ministro ungherese Victor Orban dichiarò pubblicamente che la Merkel stava concludendo un accordo con Erdogan sui migranti, che comprendeva una clausola segreta: “Ciò che s’è concordato con la Turchia a Bruxelles…c’è qualcosa che non risulta nell’accordo”, disse Orban: “Un giorno ci sveglieremo – e penso che ciò sarà annunciato a Berlino già la settimana prossima – e ci diranno che dovremo prendere 400 mila o 500 mila rifugiati direttamente dalla Turchia”. La settimana dopo non ci fu nessun annuncio del genere. Orban fu...

Europa a due velocità

Dopo i sacrifici per entrare nell’euro e i sacrifici per restare nell’euro, i sacrifici per uscire dall’euro

La cronaca “europea” della scorsa settimana è stata segnata dalle dichiarazioni, poi parzialmente rimangiate, del cancelliere tedesco Angela Merkel su una “Europa a due velocità” da formalizzare già al prossimo vertice di Roma. I media hanno sbrigativamente tradotto le posizioni della Merkel con l’ossimoro di una “doppia moneta unica”, una per i Paesi del nord ed un’altra per i Paesi del sud. Non sono mancati i consueti commenti circa l’influenza della campagna elettorale in Germania su questa presa di distanze della Merkel dalla consueta dogmatica dell’Unione Europea. In realtà i...

Tulsi Gabbard

Perché abbiamo la Mogherini e la Merkel, e non una Tulsi Gabbard? Maurizio Blondet

Tulsi Gabbard, piacente deputata delle Hawaii, democratica, s’è recata riservatamente in Siria. Non ha avvertito, come sarebbe norma, il presidente della Camera (House Speaker) Paul Ryan, repubblicano, né la capessa della minoranza, Nancy Pelosi, democratica. Il suo ufficio non ha confermato né smentito che la deputata americana, abbia incontrato personalmente il presidente Assad; ha confermato di aver incontrato vari esponenti del governo durante la sua visita a Damasco. Lo scopo della missione, “fact-finding, per aiutare a finire il conflitto in Siria durato sei anni”. Tulsi Gabbard, 35  anni, è stata...

hitler merkel

Adolf Merkel è sceso nel bunker. Da lì guida l’opposizione mondiale a Trump. Maurizio Blondet

Il 47% del Pil tedesco è dato dall’export. Una dipendenza dai mercati esteri enormemente superiore alla stessa Cina (26%). Ciò basta a spiegare i ruggiti con cui la Cancelliera ha risposto alle critiche di Trump: che l’Unione Europea è “tedesca” e non durerà, che il Brexit è stato positivo, che la NATO è “obsoleta”, e che Merkel ha commesso un errore “catastrofico” chiamando milioni di migranti a inondare il suo paese. Pietosamente ridicola la replica sull’ultimo punto, affidata all’obeso Sigmar Gabriel: la crisi dei rifugiati dipende in parte “dalle difettose...

error: Alert: Content is protected !!