Palestina Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: Palestina

L’ONU afferma che Israele compie crimini di guerra. Corbyn chiede al Regno Unito di congelare la vendita di armi al regime di Tel Aviv

Il leader del Partito Laburista britannico, Jeremy Corbyn, ha chiesto al governo di congelare le vendite di armi ad Israele e di condannare fermamente l’uccisione di cittadini palestinesi. Le richieste di Corbyn giungono in seguito all’uscita di un rapporto realizzato dalle Nazioni Unite, dove si evince che le forze di sicurezza israeliane potrebbero aver commesso crimini di guerra uccidendo decine di palestinesi e ferendone oltre 6.100 in proteste settimanali nella striscia di Gaza assediata nell’ultimo anno. Sull’argomento Corbyn ha pubblicato un tweet dove afferma: «Le Nazioni Unite dicono che le...

Israele: la trave e la pagliuzza. Massimo Mazzucco

Dopo i bombardamenti di quelli che Israele definisce “postazioni iraniane in Siria”, l’esercito israeliano (IDF) ha cercato di spostare la battaglia a livello mediatico, pubblicando sul proprio profilo di twitter una cartina geografica della zona, nella quale ha indicato con delle frecce rosse “dove si trova l’Iran” (“where Iran is”) e “dove dovrebbe stare l’Iran” (“where Iran belongs”). Ma il popolo di Twitter non si è lasciato sfuggire la ghiotta occasione, ed ha prontamente replicato con un’altra cartina, che ha finito per ritorcersi contro la maldestra propaganda israeliana. Eccola: Sulla...

La CNN sospende un suo collaboratore per un intervento all’ONU in favore della Palestina

L’emittente statunitense CNN ha sospeso un suo collaboratore, l’analista e docente universitario, Marc Lamont Hill, dopo un suo discorso all’ONU nella ‘Giornata di solidarietà con il popolo palestinese’, durante il quale, ha lanciato un appello per boicottare il regime di Tel Aviv come sottolineato da alcuni organizzazioni, come la Anti-Defamation League, che la definito un istigatore di odio contro gli ebrei. La CNN ha licenziato il suo collaboratore, il docente universitario Marc Lamont Hill dopo un discorso pronunciato su Israele e Palestina alle Nazioni Unite. Un portavoce della CNN ha confermato che...

Israele ruba gli organi dei bambini palestinesi. Irene Pastecchi

Nella lettera che inviò al presidente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, l’ambasciatore Riyad Mansour dichiarò che “un esame medico condotto sui corpi dei Palestinesi restituiti dopo essere stati uccisi dall’esercito occupante israeliano, ha trovato che essi mancavano di organi”, difatti “confermando ulteriormente i report del passato sulle sottrazioni di organi da parte del regime israeliano”. Anche se la comunità internazionale tende a insabbiare il commercio di organi che il governo israeliano fa con i corpi dei palestinesi uccisi durante gli scontri nei Territori occupati, sono tanti i report...

Le bombe su Gaza del 14 luglio. Questa ha ucciso due bambini. Nessuna ONG al soccorso.

Giudice Giuliano Amato, ecco qual è lo stato razzista. Maurizio Blondet

“In Israele sorge un razzismo simile a quello del nazismo ai suoi inizi”. A dirlo non è un suprematista ariano, ma Zeev Sternhell, una delle grandi figure della cultura ebraica: membro dell’Accademia ebraica, docente all’università ebraica di Gerusalemme, storico di valore mondiale – i suoi saggi sulla storia dei fascismi europei sono fonti di riferimento esemplari sul tema. Adesso, in un intervento su Le Monde, Sternhell si domanda: quando precisamente questo stato “nato nel 1948, fondato sulle rovine dell’ebraismo europeo e a prezzo del sangue dell’1% della sua popolazione, fra...

Perché giornali e televisioni non parlano di Razan? Perché nessuno denuncia apertamente l’olocausto dei palestinesi? Elena Dorian

Questa è la foto di Razan, infermiera palestinese di 21 anni, poco prima di essere uccisa. E’ la prima a destra, ha le mani alzate ed indossa un camice bianco. Razan è stata uccisa a sangue freddo, con un colpo al petto sparato con un fucile di alta precisione, da debita distanza, naturalmente. Questo è il modo in cui uccide l’eroico esercito di Tsahal. In questi ultimi mesi i valorosi soldati dello Stato Ebraico hanno ucciso 118 palestinesi, tra cui due invalidi in carrozzina e molti bambini. Hanno ferito altri...

Civili inermi torturati e assassinati: Deir Yassin, il preludio alla Nakba e il diritto al ritorno dei profughi palestinesi. Noi non dimentichiamo. Paola Di Lullo

Sin dall’arrivo del primo sionista in Palestina, centinaia di massacri sono stati commessi contro i civili palestinesi disarmati in nome di “Israele”, rendendo questa entità sinonimo di morte e distruzione. Ma uno dei peggiori massacri sionisti commessi contro i palestinesi è il massacro di Deir Yassin. Inermi civili palestinesi furono torturati prima di essere assassinati e i loro corpi mutilati. La memoria fisica del villaggio fu quindi cancellata, radendo al suolo gran parte delle case e persino molte delle lapidi del cimitero, ai resti del quale non è ancor oggi...

Perche’ il mondo non si ferma per Razan, infermiera di 21 anni assassinata oggi dal regime di Israele? Paola di Lullo

Gaza, decimo venerdì della Great Return March, “Da Gaza ad Haifa, un solo sangue un solo destino”. 100 i feriti finora, di cui 40 con proiettili veri, ed una martire, Razan Ashraf al-Najjar, 21 anni, uccisa quando i cecchini israeliani hanno sparato contro una postazione di medici e paramedici al lavoro a Khan Younis. Uccisa a sangue freddo con un colpo al petto. Non era mancata mai, Razan, aveva offerto il suo aiuto ogni venerdì, i suoi sorrisi…le mani sporche di sangue dei feriti che soccorreva. L’abbiamo vista inalare il...

Il Negazionismo Sionista. Stefania Russo

«Ma se gli israeliani non vogliono essere accusati di essere come i nazisti, devono semplicemente smettere di comportarsi come i nazisti» [Norman G. Finkelstein, intellettuale ebreo i cui genitori furono vittime dell’Olocausto] “Una terra senza un popolo per un popolo senza terra”. Queste poche e semplici parole, citate nel 1901 da Israel Zangwill, uno dei fondatori del sionismo, racchiudono l’essenza di questa ideologia e il suo fine ultimo. La terra senza un popolo era la Palestina, in cui si negava esistesse una popolazione nativa arabo-palestinese che la abitava. E il...

Dichiarazione schock dell’ambasciatrice israeliana in Belgio: «Sono tutti terroristi i palestinesi uccisi». Anche i bambini?

Invitata ai microfoni della radio belga La Première, Simona Frankel, l’ambasciatrice di Israele in Belgio, ha dichiarato di «provare dispiacere per ciascuno dei morti, anche se si tratta di terroristi, 55 terroristi». Il giornalista Thomas Gadisseux, della trasmissione «Matin première», cui l’ambasciatrice era stata invitata, le ha chiesto: «Anche gli otto bambini e il neonato?». Senza esitazioni, Simona Frankel ha accusato il gruppo Hamas, da lei definito «terrorista» di «avere preso in ostaggio la popolazione e [di essere] responsabile di queste morti». La diplomatica ha aggiunto che i membri di...

Cecchini che sparano su gente inerme da 100 metri di distanza non sono “uno scontro”. Adam Johnson

Come ha già fatto notare FAIR (p.e., Extra!, 1/17; FAIR.org, 4/2/18), il termine “scontro” è quasi sempre usato per mascherare una asimmetria di forza e dare al lettore l’impressione che le parti in lotta in qualche modo si equivalgano. Questo termine serve a camuffare le dinamiche di potere e la natura del conflitto stesso, p.e., chi lo ha istigato e che tipo di armi sono state usate (se sono state usate armi). “Scontro” è il miglior amico dei giornalisti che vogliono descrivere la violenza senza offendere nessuno al potere, con...

Morte di un eroe nel POGROM DI ISRAELE. Maurizio Blondet

Nella loro orgia di massacro, gli assassini israeliani hanno ucciso anche lui – Perse le gambe nel bombardamento dei giudei del 2014, Fai Abu Salah era una figura commovente e caratteristica nella prima linea dei combattimenti a fionda contro i mitragliatori della canaglia più vile del mondo – che si è abbandonata con gioia maligna a questo pogrom verso inermi, 52 assassinati e 2400 feriti in poche ore. Fai Abu Salah non era certo un pericolo per nessuno. Ma hanno voluto festeggiare così lo spostamento dell’ambasciata Usa in Gerusalemme. Non sanno che...

Israele: tra apartheid, crimini di stato e razzismo. Sono fuori dalla civiltà anche i loro giornalisti onnipresenti. Elena Dorian

Oggi hanno inaugurato l’ambasciata americana a Gerusalemme. Sono morti 52 manifestanti palestinesi, mentre oltre 2.400 sono i feriti. Feriti alla testa, feriti che moriranno nei prossimi giorni e feriti che rimarranno in sedia a rotelle. In perfetto stile israeliano, le donne e i bambini non vengono risparmiati dalle pallottole. Questo è il glorioso esercito di Tsahal, l’esercito israeliano in cui confluì la Brigata Ebraica. http://www.ansa.it/ I telegiornali riferiscono la notizia in modo ambiguo: “Scontri tra manifestanti palestinesi ed esercito israeliano”. Bisognerebbe anche specificare che in seguito a questi scontri i...

Israele: il “Tiro al Piccione Palestinese” continua, ma la stampa occidentale non vede, non parla e non sente. Alba Giusi

In Palestina, durante il quarto venerdì di manifestazione per il ritorno, sono stati uccisi 4 palestinesi, mentre 445 sono i feriti. Questa è la foto con cui dà la notizia l’ANSA. Come potete notare, i palestinesi sono molto ma molto pericolosi. E quindi questo giustifica il tiro al piccione messo in atto dai coraggiosi soldati israeliani, con proiettili dum-dum, vale a dire proiettili che si espandono quando colpiscono il bersaglio e amplificano le ferite. Inutile dire che si tratta di proiettili vietati da tutte le convenzioni internazionali. Ecco un breve...

Uccidere a sangue freddo gente inerme e disarmata: una specialità dei soldati di Tsahal, il glorioso esercito israeliano. Mattia Liviani

Cecchino israeliano spara al palestinese in fuga, i soldati esultano: “Wow!” Il filmato che sta facendo il giro del mondo è stato girato a Gaza a dicembre, il Ministro della Difesa israeliano difende il soldato: “da medaglia”. Sta facendo il giro dei social e dei siti di informazione di tutto il mondo il video amatoriale in cui si vede un cecchino dell’esercito israeliano colpire un palestinese disarmato nella Striscia di Gaza, tra le grida di giubilo dei suoi commilitoni. Le forze armate di Israele ne hanno confermato l’autenticità, aggiungendo che...

error: Alert: Content is protected !!