putin Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: putin

Erdogan vuole la bomba atomica. Manlio Dinucci

«Alcuni paesi hanno missili nucleari, ma l’Occidente insiste che noi non possiamo averli. Ciò è inaccettabile». Questa dichiarazione del presidente Erdogan rivela che la crisi va al di là di quella apertasi con l’offensiva turca in Siria. In Turchia, durante la guerra fredda, gli Stati uniti schierarono armi nucleari contro l’Unione Sovietica. Nel 1962, negli accordi con l’Urss per la soluzione della crisi dei missili a Cuba, il presidente Kennedy promise di rimuovere tali armi dalla Turchia, ma ciò non fu fatto. Finita la guerra fredda, sono rimaste in Turchia,...

Russia-Cina: il vertice che non fa notizia. Manlio Dinucci

I riflettori mediatici si sono focalizzati il 5 giugno sul presidente Trump e i leader europei della Nato che, nell’anniversario del D-Day, autocelebravano a Portsmouth «la pace, libertà e democrazia assicurate in Europa» impegnandosi a «difenderle in qualsiasi momento siano minacciate». Chiaro il riferimento alla Russia. I grandi media hanno invece ignorato o relegato in secondo piano, a volte con toni sarcastici, l’incontro svoltosi lo stesso giorno a Mosca tra i presidenti di Russia e Cina. Vladimir Putin e Xi Jinping, quasi al trentesimo incontro in sei anni, hanno presentato...

Putin subisce il fascino del Fondo Monetario Internazionale. Comidad

Per la sua famosa intervista-fiume a Vladimir Putin, il regista Oliver Stone è stato molto criticato dagli occidentalisti puri e duri, che magari avrebbero voluto che gli saltasse alla gola gridando “sporco dittatore”, invece di offrirne un ritratto “umano”. Ma Putin non ha avuto la formazione tipica dell’uomo politico occidentale che, sin dall’adolescenza, viene fabbricato e confezionato per diventare un distributore automatico di slogan. Gli Obama, i Renzi, i Macron hanno trovato i loro estimatori per pregiudizio ideologico, non perché suscitassero empatia. Putin, al contrario, ha ricevuto una formazione da picchiatore...

La risposta bellica alla trattativa. Manlio Dinucci

Il conflitto tra capitalismo finanziario transnazionale e capitalismo produttivo nazionale entra in una fase parossistica. Da un lato, i presidenti Trump e Putin negoziano una difesa congiunta dei rispettivi interessi nazionali. Dall’altro, il principale quotidiano statunitense e mondiale accusa il presidente degli Stati Uniti di alto tradimento; nel frattempo le Forze Armate USA e NATO si preparano alla guerra contro Russia e Cina. «Voi avete attaccato la nostra democrazia. A noi non interessano le vostre smentite da giocatori d’azzardo incalliti. Se insisterete in tale atteggiamento, lo considereremo un atto di...

Siria: perché Putin non abbandona Assad. Alba Giusi

Qualche anno fa ebbe inizio in Siria la cosiddetta “Primavera araba” e Assad sembrava destinato a soccombere, così come era successo a Gheddafi in Libia. I ribelli, armati fino ai denti e addestrati dagli Stati Uniti (per ammissione di Obama in persona) avevano già occupato ampi territori siriani e si stavano avvicinando a Homs e Damasco. Gli occidentali erano pronti a intervenire in sostegno dei ribelli, replicando il modello già collaudato in Libia, e adducendo la stessa motivazione: “Assad è uno spietato dittatore che sta uccidendo il suo popolo”, così come si era...

Sul caso Skripal, gli Usa e le loro colonie cercano lo scontro con Putin. Diego Fusaro

Un centinaio di diplomatici russi espulsi da Usa, Europa e Canada. Ben due dall’Italia. Sono addirittura 14 gli Stati membri della Ue ad aver preso per adesso il provvedimento “come seguito” di quel che si è deciso al vertice Ue della settimana scorsa. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha asserito che “altre espulsioni non sono da escludere nei prossimi giorni e settimane”. Che dire? Incommentabile, si sarebbe a tutta prima indotti a pensare. La vergogna di questa situazione – tragica, ma non seria – sta tutta nel fatto che, more solito, la...

Putin e il ruolo delle ONG straniere in Russia. Spie o agenti della società civile?

Una legge approvata nel novembre del 2012 prevede che tutte le organizzazioni non governative con scopi politici che operano in Russia devono registrarsi e dichiarare la provenienza dei loro finanziamenti. La nuova legge dovrebbe impedire, negli anni a venire, l’intromissione nella politica interna russa degli stati esteri. Alle Ong con fini politici che ricevono sovvenzioni da altri Paesi è infatti richiesto di registrarsi come “agenti esteri” e sottoporsi a rigorosi controlli sulle attività e sulla contabilità. L’intento politico alla base di questo nuovo ordinamento è chiaro. Molte Ong russe ricevono...

Putin: stanno prelevando i campioni biologici dai Russi (una nuova guerra batteriologica). Maurizio Blondet

“Sapete che viene raccolto materiale biologico in tutto il paese, prelevato da differenti gruppi etnici, da persone che vivono in regioni geografiche diverse della Federazione Russa? Lo si fa deliberatamente e con metodi professionali. La domanda è: perché viene fatto? Sembra che siamo un oggetto di grande interesse”. Vladimir Putin ha fatto questa rivelazione lunedì, mentre presiedeva il Consiglio dei Diritti Umani in Russia. Uno dei membri, Igor Borisov (che è direttore della Commissione Elettorale centrale, dunque si occupa di voti), ha riferito trasmissioni dal vivo dai seggi elettorali durante...

Non è stato Putin. Ma un Israeliano. Maurizio Blondet

Il 23 ottobre scorso, nel centro di  Mosca, un individuo si è introdotto negli uffici della radio Echo of Moscow (ideologicamente liberale e critica di Putin) ed ha accoltellato, ferendola gravemente al collo, la vicedirettrice, la giovane e graziosa Tatiana Felguengauer. Immediatamente, gli altri media e giornalisti liberal hanno strillato al ”delitto di stato”, “pogrom”, al crimine su commissione ordinato dal regime. “Un attacco alla libertà di espressione”, ha proclamato Timur Shafir, segretario dell’Unione dei Giornalisti di Russia. “Terrorismo di Stato”, per Artemn Torchinskiy, che dirige una Fondazione Anti-Corruzione. Dalla...

Oligarca. Gli oligarchi nella Russia di Yeltsin

Gli oligarchi ebrei nella Russia di Yeltsin. Uri Avnery

C’e’ una serie TV sulla Russia. Ma potrebbe essere su Israele. O sugli Stati Uniti. Si intitola “Gli Oligarchi” ed e’ attualmente in onda sulla TV israeliana. Alcuni episodi sono semplicemente incredibili – o lo sarebbero stati, se non fossero stati resi noti  direttamente dalla fonte: gli eroi della storia, che si vantano allegramente dei loro discutibili successi. La serie e’ stata infatti prodotta dagli immigrati russi in Israele. Gli “oligarchi” sono un ristretto gruppo di imprenditori che hanno sfruttato la disintegrazione del sistema sovietico per rubare i tesori dello...

Putin: “Il 95% degli attacchi terroristici è orchestrato dalla CIA”

L’onda d’urto si sta facendo sentire intorno al Cremlino. In una riunione straordinaria richiesta da Vladimir Putin ieri, il presidente russo ha detto che “il 95% degli attacchi terroristici di tutto il mondo sono orchestrati dalla CIA” e che il bombardamento della metropolitana di San Pietroburgo deve essere indagato “con questo in mente.” Parlando a un forum a porte chiuse per le più alte sfere del governo e del personale nella sua città: San Pietroburgo, Putin ha risposto alle domande circa l’esplosione nella metropolitana, sottolineando che il responsabile per la...

vladimir putin

Le colpe dello zar? Non aver fallito un colpo. Gian Micalessin

Chi incrocia le dita e intravvede nella strage di Pietroburgo e nei moti «anticorruzione» di Mosca l’equivalente della Rivoluzione di febbraio anticipatrice nel 1917 – di quella di ottobre farà meglio a disilludersi.  Se il regno di Nicola II era senescente, fragile e malvoluto quello di Putin appare oggi ancora vitale e ricco di consensi. Zar Vladimir incomincia, però, a pagare il prezzo delle proprie ambizioni. Aver arrestato lo scivolamento dell’Ucraina verso Nato e Unione Europea, aver rimesso piede in un Medio Oriente dove l’influenza degli Usa di Obama era...

Ecco chi è Navalny, l’anti Putin incensato dai soliti buoni. Eugenio Palazzini

Ci risiamo, il dittatore mette a tacere gli oppositori. L’arresto di Aleksej Navalny, noto (ai più da oggi) blogger russo e segretario del Partito del Progresso anti Putin, ha suscitato sdegno e riprovazione da far invidia a Solženitsyn (in effetti con lui gli stessi indignati di oggi ebbero qualche remora in più). Si tratta di un coraggioso uomo libero che prova a ribellarsi alle imposizioni del potente zar nemico della democrazia, guai a metterlo in dubbio. Ecco allora la corazzata Potemkin della narrazione progressista italiana dissotterrare l’ascia dei diritti umani...

Putin ha emanato un decreto (ukase) che riconosce la validità dei passaporti rilasciati dalle “repubbliche” di Donetsk e Lugansk

Putin non scherza più. Persa la speranza in Trump. Maurizio Blondet

Il 18 febbraio, Putin ha emanato un decreto (ukase) che riconosce la validità dei passaporti rilasciati dalle “repubbliche” di Donetsk e Lugansk, le due regioni secessioniste dell’Ucraina. I cittadini di queste possono andare in Russia liberamente. Un passo in più, e sarebbe da parte di Mosca il riconoscimento ufficiale delle due repubbliche. E Putin lo ha fatto in coincidenza col vertice  internazionale della sicurezza di Monaco, con presenti Poroshenko (che l’ha saputo lì), Merkel, generali americani e politici della nuova amministrazione Trump. Per dare più rilievo al messaggio. E’ la...

putin, monaco 2007

Monaco, 2007. Il giorno in cui Putin predisse la fine del “mondo ad un solo sovrano”

“Ritengo che un mondo unipolare non sia solo inacettabile, ma anche impossibile”. Inizia così un discorso del febbraio del 2007 (esattamente 10 anni fa) di Vladimir Putin alla Conferenza di Monaco. Riascoltarlo oggi è estremamente importante perché c’è sia la politica estera russa, sia l’esatta consapevolezza e la previsione di quello che sarebbe accaduto all’unilateralismo statunitense. “Il modello unipolare non ha fondamento per un civiltà moderna. Non importa quanto si possa abbellire questo termine che significa una cosa sola: un unioco centro di influenza, un unico centro di potere. Questo...

error: Alert: Content is protected !!