razzismo Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: razzismo

Ma le razze umane, ci sono o non ci sono, esistono o non esistono? Alba Giusi

Gli esseri umani possono essere suddivisi in razze? E’ una domanda alla quale è difficile rispondere in modo certo e sicuro, molti dicono di si, altri dicono di no. La cosa importante, al di là delle proprie convinzioni, è rispettare questo fondamentale principio, sancito dall’articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo: «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.» Affermato questo basilare principio, disatteso da...

A Bakayoko la patata non la do! Onore a Benito Mussolini! Vilipendio ad Anna Frank! L’ombra nera del fascismo internazionale incombe sull’Italia. Giorgio Lunardi

La Digos ha identificato otto tifosi della Lazio. Sono alcuni di quelli che a Piazzale Loreto hanno srotolato uno striscione che inneggiava a Mussolini. Uno di essi ha fatto addirittura il saluto fascista. Cioè questo: Brutto colpo per il fascismo internazionale. Grazie alle forze dell’ordine verrà smantellata una delle centrali del terrore più potenti del mondo. Bakayoko vittima di razzismo Qualche tempo fa, dopo la vittoria del Milan sulla Lazio, il giocatore del Milan Bakayoko ha esposto la maglietta di un giocatore della Lazio a mo’ di scalpo. Vi ricordate?...

Hitler era razzista? «Sono esente da ogni odio razziale… non disprezzo le altre razze» (sue testuali parole). Paolo Germani

Hitler era razzista? Sembra una domanda retorica, quasi una provocazione. Non passa giorno che un giornale, un telegiornale, un intellettuale, un insegnante non ce lo ricordi o non lo dica ai nostri figli. Chiunque ve lo potrà confermare: «Hitler incarna il peggio dell’umanità, era razzista, omofobo, violento, sterminatore di innocenti, antidemocratico. Era un mostro, una vera e propria belva assetata di sangue». E quindi tutti abbiamo l’obbligo di vigilare perché non nasca un nuovo Hitler. E naturalmente anche i nazisti, Mussolini e i fascisti erano deplorevoli razzisti. Tutti lo erano....

L’anti-razzismo come grande arma di distrazione di massa per la sinistra globalista. Luciano Lago

L’apparato mediatico italiano, dominato dai grandi gruppi finanziari , ha dedicato molto spazio alla manifestazione svoltasi a Milano Domenica 3 marzo che si può definire come la più grande manifestazione politica liberal organizzata dalla sinistra mondialista. Quasi 200 mila persone vi hanno preso parte secondo gli organizzatori. Esaltata come un “nuovo corso” ed un successo anti-governativo, multicolore, generosamente decorato con tante bandiere arcobaleno, la grande kermesse è stato indicata come “evento anti-razzista”. Gli organizzatori avevano trascurato soltanto un piccolo problema. Non esiste un fenomeno di razzismo in Italia ma questo è...

Carro di Carnevale razzista. A quando il processo per “Istigazione all’odio razziale”? Giorgio Lunardi

Durante la sfilata di Carnevale, di solito, ognuno si traveste come gli pare, senza venire per questo condannato. A Formello, forti di questa tradizione, hanno allestito  un carro con alcune scritte vietate, del tipo: “Vogliamo WiFi”, “No pago affitto”. Sopra il carro c’erano alcuni figuranti con la faccia dipinta di nero. Tra cui addirittura dei bambini. Inoltre, a conferma che si trattava di un carro “razzista, discriminatore e istigatore all’odio razziale”, la macchina che lo trainava aveva la bandiera italiana (che orrore!!). Colmo dei colmi, sopra il carro c’erano anche...

Razzismo in Africa: la caccia agli albini per rituali magici e commercio di organi. Alba Giusi

Presentiamo un articolo sull’albinismo, malattia genetica molto diffusa in Africa Orientale, soprattutto in Tanzania. Gli albini non possono però condurre una vita normale. Vengono infatti uccisi o mutilati perché i loro organi hanno un grande valore commerciale. Da vivi sono considerati subumani. Da morti una fonte di ricchezza. Il caso non riguarda soltanto la Tanzania, ma molti altri paesi africani e si ripresenta ogni anno, sempre con maggior gravità. Sembra non esserci alcun modo per consentire a questa gente di sopravvivere in un ambiente ostile e pieno di pregiudizi. Essere albini...

I terribili atti di antisemitismo commessi in Italia che fanno il giro del mondo. Elena Dorian

In un mondo in cui questa immagine di Gesù può girare tranquillamente per il web e lo spettacolo da cui è tratta può essere finanziato coi soldi pubblici: In un mondo in cui queste immagini di Gesù e Maria possono essere utilizzate per fare pubblicità a una marca di abbigliamento: In un mondo in questa immagine di Maometto può essere liberamente pubblicata: In un mondo in cui questa immagine non ha nulla di offensivo, anzi è la vittoria della “libertà di espressione”: In un mondo in cui tutto si può,...

Prete nero se la intende con una parrocchiana, marito geloso lo insulta e lui lo picchia

Il prete nero va con tua moglie? Sii cornuto e felice, ma fai attenzione a quel che dici… Giorgio Lunardi

Riportiamo una notizia che ha fatto il giro del web. A Cremona un marito bianco segue la moglie bianca perché sospetta abbia un amante. La coppia si sta separando e ha due figli piccoli. Dopo qualche giorno scopre che la moglie se la intende con un prete nero. Il marito apre la portiera della macchina in cui i due si stavano scambiano effusioni, prende il prete e la moglie a male parole, li insulta ma non alza le mani. Il prete nero ricambia la cortesia, reagisce agli insulti e, in barba...

Manifestazione davanti ai locali di Starbuck contro il razzismo per due neri arrestati

Starbucks: un caso da manuale di “manipolazione dei neri” e “controllo sociale dei bianchi”. Alba Giusi

Ci rifacciamo ad una notizia che sta facendo il giro del mondo e comporterà non pochi guai giudiziari e di immagine a Starbucks, una nota catena statunitense di caffetterie. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2018/04/16/due-neri-arrestati-da-starbucks Raccontiamo brevemente i fatti. Entrano “due uomini”, grandi e grossi, in un locale Starbucks di Filadelfia dove si servono cornetti e cappuccini. E’ l’ora di punta ed è pieno di gente. I due chiedono di usare il bagno, ma non vogliono consumare nulla. Il commesso nega l’uso del bagno, se non consumano. I due allora si siedono a un tavolo....

Bellissime donne nere. Chissà se Nazarawa ha fatto vedere queste foto agli uomini che hanno partecipato all'indagine..

Perché le donne nere sono fisicamente meno attraenti delle altre donne? Alba Giusi

Qualche anno fa, un certo Satoshi Kanazawa, famoso e controverso psichiatra evolutivo americano della London School of Economics, ha condotto una ricerca sull’attrattività fisica delle donne, suddivise in base all’origine etnica e alla razza di appartenenza, pubblicando in seguito un articolo sul prestigioso sito Psichology Today dal titolo molto significativo: ”Perché le donne nere sono fisicamente meno avvenenti delle altre donne?” Lo studio venne condotto su un vasto campione di soggetti appartenenti a vari gruppi etnici e razziali, riconducibili sostanzialmente ai tre gruppi razziali di base: neri sub-sahariani, bianchi caucasici e asiatici orientali. I risultati...

Emma Bonino: se non ci fossero immigrati nessuno raccoglierebbe i pomodori e 68.000 insegnanti sarebbero senza lavoro. Ilaria Bifarini

“Se non ci fossero immigrati nessuno raccoglierebbe i pomodori, le olive… (…)..I figli degli immigrati sono 800 mila e senza di loro 68 mila insegnanti non lavorerebbero”. Dalle dichiarazioni della Bonino emerge in modo evidente il ruolo degli immigrati come esercito di lavoratori di riserva per tenere in vita un capitalismo agonizzante. Forse sarebbe il caso di rinfrescare le dottrine di Marx, perché lo spirito cannibalistico del neoliberismo ha fatto perdere ogni traccia della teoria del valore-lavoro, soprattutto in quella corrente politica o ideologica sedicente di sinistra. Ma la realtà, con la...

Il problema degli afro-americani è davvero la discriminazione razziale?

[…] Gli attivisti neri sostengono che la causa di tutti i problemi della loro comunità siano il razzismo e le leggi razziali del passato, e proprio per questo vogliono eliminare tutto ciò che secondo loro è razzista. Sono arrivati a sostenere che tutti i bianchi sono intrinsecamente razzisti, e che di conseguenza adesso tutti i bianchi sono tenuti a fare dei gesti di riparazione per farsi perdonare il passato da schiavisti. Sia negli Usa che in Gran Bretagna ci sono scuole che rischiamo multe o la chiusura perché hanno pochi studenti...

Jesse Owens: il Nero che incantò Hitler. Matteo di Medio

Il 4 Agosto 1936 a Berlino durante le Olimpiadi del Fuhrer va in scena una delle gare più colme di leggenda della storia a cinque cerchi. La nascita del mito di Jesse Owens, il fenomeno afroamericano nella terra del Nazismo. Una giornata che ancora oggi è molto dibattuta per le varie versioni che riguardarono Adolf Hitler. E una scomoda verità. Quando nel 1931 il Comitato Olimpico Internazionale individuò nella Germania il paese organizzatore dei Giochi del 1936, non avrebbe mai immaginato che, a distanza di due anni, proprio in terra...

Il quoziente di intelligenza - QI nel mondo, la mappa dei risultati paese per paese

La mappa del quoziente intellettivo nel mondo e il Q.I. medio degli italiani. Alba Giusi

Nel 2014 la casa d’aste Christie’s vendeva all’asta la medaglia d’oro che il professor James Dewey Watson aveva ricevuto quando fu insignito nel 1962 del premio Nobel, insieme a Francis Crick e Maurice Wilkins, per la storica scoperta della struttura elicoidale del DNA e del suo significato nel meccanismo di trasferimento dell’informazione negli organismi viventi. Una scoperta straordinaria che diede al prof. Watson notorietà in tutto il mondo, facendolo diventare una delle persone più ricercate nell’ambio della consulenza scientifica e come conferenziere. La notizia è stata riportata con grande enfasi...

Rischio Sudafrica

Ius Soli e il rischio Sudafrica. Massimo Bordin

Non è facile. Per un ex giocatore di Rugby che ha tifato Sudafrica ai mondiali del 1995 e che si è commosso alla morte di Mandela nel 2013. Per uno che ritiene che ogni uomo abbia una sua naturale dignità solo perché “uomo”, non è mica facile. Però nella vita non ci sono solo i principi astratti e l’empatia per gli oppressi: ci sono anche lo studio, l’analisi, l’approfondimento, e se questi studi, analisi e approfondimenti ti dicono che in Sudafrica si viveva meglio PRIMA di Mandela occorre tirare un...

error: Alert: Content is protected !!