seconda guerra mondiale Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: seconda guerra mondiale

soldati americani e stupri in francia ai danni delle donne francesi

Francia, seconda guerra mondiale: gli stupri e le violenze dei soldati americani ai danni delle donne francesi. Paolo Germani

Gli alleati, nella notte tra il 5 e 6 giugno 1944, lanciarono sulla Normandia 7616 tonnellate di bombe, compiendo 11085 missioni aeree. Il numero dei civili francesi uccisi da questo intenso bombardamento, durato 24 ore ininterrotte, è stato stimato in 20.000 morti. Dal 13 giugno 1940 (la ritirata inglese da Dunkerque) fino al 14 aprile 1944, i bombardieri «alleati» lanciarono sulla Francia altre 518 mila tonnellate di bombe per smantellare il dispositivo militare tedesco, trattando esattamente il territorio come nemico....

Il piano Lindemann, l’ebreo tedesco che voleva distruggere tutte le città del Reich. Paolo Germani

E’ sorprendente l’odio che negli anni trenta molti ebrei tedeschi nutrivano non solo verso Adolf Hitler e il regime nazista, il ché è comprensibile, ma anche e soprattutto verso il popolo tedesco, che non era mai stato ostile con gli ebrei e ne aveva accolti centinaia di migliaia. Ne citiamo solo alcuni: Theodore Kaufmann, Louis Nizer, Henry Kissinger, Henry Morgenthau, Friedrich Lindemann, Ernest Hooton, Robert Kempner, ma sono davvero tanti se comprendiamo anche quelli che lavorarono alla bomba atomica americana,...

Le bugie sulla Seconda Guerra mondiale. Paul Craig Roberts

All’indomani di una guerra, non è possibile scriverne la storia. Chi ha perso non ha nessuno con cui parlare mentre gli storici della parte vincente sono condizionati da anni e anni di propaganda bellica intesa a demonizzare il nemico e a nascondere i crimini di guerra commessi dai “giusti” vincitori. Le persone vogliono godersi la vittoria e non possono sapere se il proprio paese è stato responsabile dello scoppio della guerra o se la guerra stessa avrebbe potuto essere evitata,...

Hjalmar Schacht e il miracolo economico tedesco. Le vere motivazioni che spinsero gli alleati a entrare in guerra contro la Germania di Hitler

Seconda parte dell’articolo di Maurizio Blondet riguardante Hjalmar Schacht, l’artefice del mircacolo economico tedesco degli anni trenta. In questa parte dell’articolo vengono analizzate alcune delle vere motivazioni che spinsero gli Stati Uniti a muovere guerra contro la Germania. L’ultimo crimine di Schacht. Olio di palma in Indonesia Negli anni ’30, il miracolo economico hitleriano non fu dovuto soltanto agli effetti MeFo. Schacht istituì un severo regime di controllo dei cambi per tenere sotto controllo il deficit commerciale.  Gli importatori tedeschi...

Hjalmar Schacht, ebreo tedesco, fu il geniale artefice del miracolo economico della Germania di Hitler

La Germania di Hitler ebbe uno sviluppo economico straordinario. Si tratta di una verità incontrovertibile e innegabile. In soli cinque anni, tra il 1933 e il 1938, il sistema economico tedesco riuscì ad assorbire sette milioni di disoccupati, con salari minimi che permettevano una vita dignitosa ed un contestuale miglioramento generale di tutti gli indicatori del benessere della popolazione.Fu il primo paese ad uscire dalla Grande Depressione degli anni trenta. Ed è importante sottolinearlo ancora una volta: la Germania non uscì...

Adolf Hitler: perché ho perso la guerra. Paolo Germani

Il perché Adolf Hitler ha perso la guerra potrebbe avere molte risposte, basate su errori, battaglie perse, decisioni errate, armamenti in campo. Ma se consideriamo che la Germania poteva esprimere una potenza bellica pari a circa un decimo di quella dei suoi nemici, l’esito sembrava comunque scontato. Ci furono però dei momenti in cui la vittoria del Reich sembrava a portata di mano. Potremmo dire molto su questo argomento, ma lasciamo che sia Hitler stesso a parlare. A seguire, le considerazioni...

Processo di norimberga, condannati prima ancora di essere giudicati

1. Processo di Norimberga: anomalie, incongruenze e violazioni del Diritto, condannati prima di essere giudicati. Curzio Nitoglia

In quest’articolo e in quelli successivi cercherò di illustrare le contraddizioni, le anomalie e le violazioni del Diritto (specialmente internazionale) compiute durante il Processo di Norimberga (1945-1946). Ritengo che il passato debba poter essere studiato, approfondito e sempre rivisitato alla luce delle nuove acquisizioni di notizie storico/scientifiche, che i ricercatori per il loro stesso mestiere compiono costantemente in tutte le epoche, altrimenti la storia si fermerebbe alla cronaca degli avvenimenti narrati nell’immediato loro svolgimento. Il presente articolo si limita a...

bambina tedesca denutrita, dopo la fine della seconda guerra mondiale

Stupri e saccheggi degli Alleati in Germania. Luca Gallesi

Il libro di una giovane storica tedesca riapre un capitolo che tutti vorrebbero dimenticare: la violenza sugli sconfitti. I tedeschi, si sa, hanno tutte le colpe, da sempre: oggi sono i feroci custodi dell’euro, mentre ieri erano i Barbari che combatterono contro Roma, i Lanzichenecchi che la saccheggiarono, gli Unni che ci sconfissero a Caporetto, e i Nazisti che scatenarono la Seconda guerra mondiale, a cui, soprattutto, non possiamo perdonare di essere stati nostri alleati, almeno fino al 1943. Forse...

popolo germanico da meticciare

Il Piano Hooton: un altro piano genocida per annientare la Germania e sterminare il popolo tedesco. Paolo Germani

Durante la seconda guerra mondiale ci furono molte personalità di primo piano, appartenenti al mondo accademico e politico, che incitarono il popolo americano e gli alleati all’odio razziale verso i tedeschi. Non si trattava di persone poste ai margini della società, ma di persone ben inserite nei gangli del potere e molto influenti, a tutti i livelli. I loro scritti forgiarono negli alleati un odio irrefrenabile verso i tedeschi, odio che finì per concretizzarsi, a guerra finita, in quotidiani massacri...

Olanda, elementi utili alla preparazione della cocaina

L’Olanda era il più grande produttore di cocaina al mondo. Durante il ventesimo secolo ha fornito tutti i paesi in guerra

Agli inizi del XX secolo e fino agli anni sessanta, l’Olanda è stato il più grande produttore al mondo di cocaina. Conny Braam ha condotto una vasta ricerca sull’argomento ed ha scritto un romanzo ambientato in Olanda in quel periodo storico (The Travelling Merchant of the Dutch Cocaine Factory?). Riportiamo in seguito un’intervista effettuata da Vice a Conny Braam. Vice: come hai fatto questa scoperta? Conny Braam: Mentre stavo lavorando ad una trilogia sulla mia famiglia, la trilogia Abraham, ho...

Vogliono guerra. Allora ricordiamo chi ci trascinò nelle altre. Maurizio Blondet

(Il nostro Parlamento, bipartisan, ha aumentato le nostre spese militari da 70 a 100 milioni al giorno: +43%. Gli eventi in corso tra Irak, Siria e Iran mi inducono a riproporre questo mio testo): Benjamin Freedman (1890–1984) è stato un uomo d’affari di successo (era il proprietario della Woodbury Soap Co.), ebreo di New York, patriota americano. Era anche stato membro della delegazione americana al Congresso di Versailles nel 1919, dunque un “insider”. Ruppe con l’ebraismo organizzato e i circoli sionisti dopo il 1945,...

Lucki Luciano. Gli accordi tra la mafia siciliana e la CIA per favorire lo sbarco degli alleati

Mafia: esercito della CIA, spuntano le prove. Giuseppe Barcellona

Nel 1942 la guerra pendeva dalla parte dei nazifascisti, il presidente degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt non dormiva sogni tranquilli; i sottomarini di Hitler erano appostati poco fuori la baia di Hudson pronti a silurare qualunque convoglio che dall’America partisse a sostegno degli alleati d’oltreoceano, i cittadini della grande mela osservavano preoccupati l’ammasso di ferraglia e residui oleosi che si estendeva lungo tutta la baia, testimonianza dell’efficacia militare dei nazisti probabilmente supportati da un’efficace rete di spionaggio di immigrati...

I goumiers, con la complicità dei francesi, hanno commesso stupri di massa

La verità nascosta delle “marocchinate”, saccheggi e stupri delle truppe francesi in mezza Italia. Andrea Cionci

Il fatto che un regista italiano di film porno abbia potuto girare una pellicola hard su una delle pagine più mostruose vissute dalla nostra popolazione civile durante la Seconda guerra mondiale, offre la caratura di quanto questi misfatti siano stati rimossi dalla coscienza morale collettiva. L’episodio del remake porno de La Ciociara di Vittorio De Sica, che ha suscitato un’interrogazione parlamentare e una lettera pubblica al premier Gentiloni, offre piuttosto l’occasione di raccontare, documenti alla mano, tutta la verità relegata...

Il fascismo nel Sud Italia dopo la resa

Una storia poco nota: il Fascismo clandestino nel Sud Italia dopo la resa del 1943

In questo articolo viene trattato un fatto storico poco conosciuto, ovvero l’azione, portata avanti dal Partito Fascista Repubblicano e dalla Repubblica Sociale Italiana, volta a mantenere i contatti con la parte del paese occupata dalle forze alleate che si concretizzò in quello che è passato alla Storia come il Fascismo Clandestino dell’Italia Meridionale. Uomini e donne continuarono a credere in Mussolini anche dopo il 25 luglio e l’8 settembre 1943 pur trovandosi sotto l’occupazione degli anglo-americani e dovendo convivere con...

error: Alert: Content is protected !!