shoah Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: shoah

Olocausto, perché il negazionismo aumenta, nonostante censura, propaganda, gogna mediatica, repressione? Paolo Germani

Secondo il Rapporto Italia 2020 dell’Eurispes, nel 2004 il 2,7% degli italiani riteneva che la Shoah non fosse mai avvenuta, mentre oggi è il 15,6%. Questo significa che è in forte aumento il negazionismo. Risultano in aumento, dall’11,1% al 16,1%, anche coloro che ridimensionano la portata della Shoah. Questo significa che sempre meno persone credono siano morti sei milioni di ebrei a seguito dell’olocausto. Inoltre, sempre secondo la stessa indagine, riscuote nel campione un “discreto consenso” l’affermazione secondo cui: “Mussolini è stato un grande leader che ha solo commesso qualche...

Il “Giorno della Memoria” e il “Giorno dei Giusti”. Per non dimenticare (chi ci comanda). Giorgio Lunardi

Grazie di cuore alle associazioni ebraiche di tutto il mondo per essersi impegnate nella approvazione di due ricorrenze così importanti per l’educazione dei nostri figli. Grazie a loro le future generazioni saranno educate alla tolleranza, alla legalità e al rispetto dei diversi, chiunque essi siano, da qualsiasi luogo del Cosmo essi provengano. Queste due fondamentali ricorrenze educative, per il genere umano e per tutte le altre popolazioni della Via Lattea e Andromeda, sono il Giorno della Memoria e il Giorno dei Giusti. Il Giorno della Memoria Il Giorno della Memoria fu...

Hitler, fascismo, razzismo, Shoah e Auschwitz: i potenti strumenti di controllo sociale di cui dispone la finanza globalista e predatoria. Elena Dorian

Durante il fascismo gli obiettivi di controllo sociale venivano raggiunti censurando le informazioni non gradite al regime. Tutti i giornali dovevano essere visionati prima di uscire in edicola. La censura non bastava e quindi doveva essere affiancata dalla repressione del dissenso, ricorrendo anche all’uso della forza se necessario. Gli arresti, i pestaggi, l’olio di ricino, il confino sono soltanto alcuni esempi di controllo sociale basato sulla violenza. Questi erano due importanti strumenti di controllo sociale, ma non erano gli unici. Il terzo strumento di controllo sociale: la propaganda Il fascismo...

Gli ebrei sono tutti buoni e innocenti. Hanno sempre sofferto e non hanno mai fatto del male a nessuno. I cattivi sono gli altri. Giorgio Lunardi

Abu Mazen ha detto che la Shoah è stata causata da alcuni “comportamenti sociali” sbagliati degli ebrei, come “l’usura, le banche e cose del genere”. In pratica, il presidente palestinese ha sostenuto che gli ebrei abbiano in qualche modo attirato l’odio delle altre popolazioni del pianeta Terra coi loro comportamenti inopportuni e che i motivi religiosi non siano stati la causa delle persecuzioni subite negli ultimi quattromila anni ovunque nel mondo. Abu Mazen ha, inoltre, espresso alcune perplessità sull’esistenza stessa della Shoah. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2018/05/02/abu-mazen-shoah La notizia che ha scosso il mondo...

La teoria di Lamarck secondo cui si conserva memoria nel DNA dei caratteri acquisiti

Anche i nipoti soffrono la “Shoah”. Portano la Memoria nel DNA. Maurizio Blondet

Nell’avvicinarsi del Giorno della Memoria, sentiamo l’obbligo morale di fare memoria di una scoperta di enorme importanza nella scienza genetica, di cui pare essersi alquanto persa la memoria. Fu, nientemeno, la conferma della teoria di Lamarck, la prova della ereditarietà dei caratteri acquisiti. Jean Baptiste Lamarck (1744-1829) tagliò le code a generazioni di topini, convinto che alla fine sarebbe nato un topo-discendente privo di coda. La cosa non avvenne mai, e la sua teoria cadde in discredito. Invece – come scrisse il Guardian il 21 agosto 2015 – un gruppo di ricerca...

Sindaca Raggi, sospettata di antisemitismo

La sindaca Raggi sospettata di antisemitismo, si raccoglie in preghiera davanti al nuovo dio. Giorgio Lunardi

Ad agosto 2017 la Sindaca Raggi ha approvato una delibera comunale che autorizzava ad intestare una piccola piazza di Roma a Yasser Arafat. Vi ricordate di lui? Era quell’ometto un po’ buffo che per tanti anni ha cercato di costituire lo stato palestinese, senza mai riuscirci, quello che ha ricevuto il premio Nobel per la Pace insieme ad un israeliano, Yitzhak Rabin si chiamava quest’ultimo. Avete presente chi era Arafat allora? Ecco, nella stessa delibera la Sindaca, per controbilanciare, autorizzava ad intestare una strada al Rabbino Elio Toaff. E questo sapete chi...

La religione dell'Olocausto

La Shoah ha sfrattato il crocefisso. Auschwitz prende il posto del Golgota e il 27 gennaio sostituisce il Venerdì Santo. Marcello Veneziani

Perché un evento tragico di settant’anni fa, unico tra gli orrori, tiene banco in maniera così prolungata, unanime e pervasiva nei media e nelle rievocazioni? Perché col passare degli anni anziché sopirsi, si acuisce la memoria della Shoah, oggi più di trent’anni fa? Non intendo aprire polemiche, si tratta di domande vere. Provo a rispondere senza fare alcuna valutazione. La Shoah sta prendendo il posto della crocifissione di Gesù Cristo. Ovvero è l’Evento Cruciale che segna il Lutto Incancellabile per l’Umanità, lo Spartiacque Unico dei tempi e l’avvento del Male...

Ora almeno sappiamo qual è la nostra religione: è la religione della Shoah. Francesco Lamendola

La triste, desolante vicenda delle foto di Anna Frank comparse allo stadio durante la partita di calcio fra Roma e Lazio allo Stadio olimpico della capitale, con tutto quel che ne è seguito, e di cui non diremo nulla, perché i giornali e i telegiornali ne hanno già parlato fin troppo, ci ha chiarito, se non altro, e una volta per tutte, qual è la religione ufficiale dello Stato italiano, evidentemente laico, o super-laico, quando si tratta del cattolicesimo, ma religioso, religiosissimo, anzi, addirittura fondamentalista, quando si tratta degli ebrei: la religione...

Israele, isuperabile maestro del chiagne e fotti

Israele: insuperabili maestri nella politica del “chiagni e fotti”. Giorgio Lunardi

Israele ha deciso di costruire una nuova colonia in territorio palestinese, in Cisgiordania per la precisione, a nord di Ramallah. Si tratta di una colonia illegale, come tutte le altre del resto. Questo significa che Israele ha già confiscato le terre ai legittimi proprietari, ha pianificato le canalizzazioni per portare l’acqua, dirottandola dai villaggi palestinesi, ha destinato un contingente militare a protezione dei futuri “coloni”. E probabilmente hanno già pianificato anche i morti: qualche migliaio di bambini sorpresi a lanciare le pietre contro carri armati e bulldozer, qualche adolescente armato di coltello,...

giorno della memoira

Grattare via l’ipocrisia dal “Giorno della memoria” significa evitare che sia utilizzato per fini diversi. Mauro Bottarelli

Anzitutto, tre premesse più che doverose. Primo, scusate per la lunghezza del pezzo ma l’argomento è di quelli spinosi che non accettano conclusioni affrettate ma necessitano di approfondimento. Secondo. ho volutamente e simbolicamente atteso che passasse la “Giornata della memoria” prima di scrivere questo articolo, onde evitare spiacevoli contrapposizioni temporali. Terzo, questo non è lontanamente un articolo negazionista, né revisionista. Anzi, il contrario. E non perché, in base alla legge varata dalla Camera lo scorso giugno, è prevista la reclusione da 2 a 6 anni, nei casi in cui la...

error: Alert: Content is protected !!