Siria Archivi - www.altreinfo.org

Tagged: Siria

Aleppo, l’attacco chimico su cui nessuno indagherà. Gian Micalessin

I ribelli colpiscono con i missili al cloro la città e i suoi civili, ma stavolta nessuno s’indigna, né, tanto meno, minaccia rappresaglie. Stavolta nessuno indagherà, nessuno condannerà e nessuno, tantomeno, bombarderà. A differenza di quelli messi a segno a Ghouta nel 2013, a Khan Shaykun nel 2017 o a Douma nell’aprile 2018 l’attacco chimico lanciato sabato notte nella zona di al-Khalidiya, un quartiere sul versante occidentale di Aleppo, non indigna, né scandalizza nessuno. Anche perché stavolta a venir colpita non è una zona controllata dai ribelli, ma una città completamente pacificata...

Bombe Usa fanno strage a Deir Ezzor

Almeno 62 civili sono stati martirizzati in tre nuovi massacri commessi dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti nei villaggi di al-Suseh e al-Bubadran nella provincia di al-Bukmal, nella regione meridionale di Deir Ezzor. Aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti, nelle ultime 48 ore, hanno lanciato attacchi aerei nella zona di al-Alyat nel villaggio di Al-Suseh, al-Boukamal, causando la morte di 15 civili, in maggioranza bambini e donne. Altri 37 civili sono rimasti uccisi negli attacchi aerei della coalizione Usa nella moschea di Othman bin Affan. Il terzo raid aereo della coalizione guidata...

Provocazioni su provocazioni, la situazione precipita. Maurizio Blondet

“E’ una franca provocazione volta a  vanificare l’applicazione degli accordi di Minsk, una situazine grave che dobbiamo analizzare”, ha detto il ministro degli esteri Sergei Lavrov dopo l’assassinio di Alexander Zakharchenko, 42 anni, presidente della  secessionista Repubblica Popolare di Donetsk.  E poi ha dichiarato sospesa la  partecipazione di Mosca ai colloqui detti “Normandy Four”   che vorrebbero sorvegliare l’applicazione  degli accordi di Minsk, ossia il cessate il fuoco sulla linea del Donbas  (i Quattro sono Francia  e Germania oltre a Russia e Ucraina), e che “del resto  le autorità di Kiev non hanno...

Bogdasarov: la risposta russa ad un nuovo attacco statunitense in Siria dovrebbe Includere l’affondamento delle navi da guerra.

Affondare anche i cacciatorpedinieri – non inizieranno una guerra: Bagdasarov chiede una potente risposta russa a un attacco statunitense alla Siria La Russia deve rispondere agli attacchi USA contro la Siria distruggendo non solo i missili, ma anche le navi che li lanciano. Lo afferma il politologo Semyon Bagdasarov. Secondo l’esperto, gli americani vogliono organizzare una provocazione con armi chimiche in Siria per giustificare un attacco missilistico contro le forze governative, dal momento che questo è l’unico modo per fermare l’esercito siriano, che ha quasi liberato il paese dai terroristi...

Usa stilano lista di obiettivi da colpire in Siria

Gli esperti di intelligence e militari statunitensi hanno iniziato a formulare un primo elenco degli obiettivi da colpire in Siria. È quanto riportato dall’emittente “Cnn” citando diversi funzionari governativi. Uno dei funzionari ha dichiarato che l’esercito Usa potrebbe “reagire molto rapidamente” se la Siria effettuerà un attacco chimico e che la lista dei vari impianti renderà la risposta ancora più rapida in caso di un ordine del presidente Donald Trump. Secondo l’agenzia Isna, la lista pubblicata include infatti le infrastrutture della Siria. La notizia giunge mentre l’esercito siriano ha minacciato...

La Russia denuncia la diarchia nell’ONU e negli Stati Uniti. Thierry Meyssan

Per rendere pervasiva la propaganda e irreggimentare le masse verso la guerra, inevitabilmente i Paesi occidentali ricorrono alla censura su internet. In simile contesto, una tensione estremamente violenta divide profondamente la scena internazionale. Prendendo atto dell’accresciuto rischio di un conflitto generale, Mosca cerca interlocutori credibili all’ONU e negli Stati Uniti. Quel che accade oggi ha un solo precedente, nel 1938, e potrebbe degenerare, come degenerò allora. Il 20 agosto, in una conferenza stampa a Mosca, il ministro degli Esteri russo, Sergueï Lavrov, ha denunciato che il segretario generale dell’ONU ha...

Israele. Un’altra strage satanica di innocenti in Siria. Maurizio Blondet

“Intere famiglie sono state macellate, bambini, donne e vecchi uccisi nelle loro case, un altro giorno buio per la Siria”, scrive il giornalista britannico-siriano Danny Makki. E aggiunge: “Se 166 esseri umani fossero stati massacrati in qualunque altro paese che la Siria, sapendo che è stato l’ISIS, sarebbe stata la prima notizia mondiale”. https://www.zerohedge.com/news/2018-07-25/death-toll-isis-suicide-attack-syrian-city-climbs-215 Invece, silenzio. In realtà, ultime notizie parlano di 215 civili macellati. E’ accaduto mercoledì a Sweida, la piccola capitale del meridione siriano lungo il confine della Giordania; quello che Israele vuole prendersi o almeno controllare (e...

Usa, enormi finanziamenti per White Helmets. Giovanni Sorbello

“Il Presidente ha autorizzato l’Agenzia per lo sviluppo internazionale degli Stati Uniti e il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a stanziare circa 6,6 milioni di dollari per il proseguimento delle operazioni vitali salvavita della difesa civile siriana, più comunemente conosciute come i Caschi bianchi, una istituzione internazionale, imparziale e indipendente delle Nazioni Unite”, riporta la dichiarazione del dipartimento di Stato. Inoltre, Nauert ha dichiarato che i White Helmets sono un gruppo importante in Siria, sostenendo di aver salvato 100mila vite in tutto il Paese, comprese le vittime degli attacchi...

In nottata Luce Verde di Putin sui Bombardamenti Israeliani in Siria? Tyler Durden

Poco dopo una visita di 10 ore al Presidente russo Vladimir Putin a Mosca, e meno di un giorno dopo che Trump si è ritirato dall’accordo sul nucleare iraniano, il PM israeliano Benjamin Netanyahu oggi ha detto che non si aspetta una reazione russa contro le forze israeliane che continuano a sparare in Siria. Sembra che il meeting si sia concluso proprio nel momento in cui cominciava la grande escalation sulle alture del Golan, con Siria e Israele che si incolpavano di aver cominciato gli attacchi che poi si sono intensificati rapidamente con...

Il ciclo della menzogna. Thierry Meyssan

Quando vogliono condannare un sospettato, gli occidentali lo accusano di ogni sorta di crimine, fino a creare le condizioni per poter emettere la sentenza. Verità e Giustizia non hanno importanza, quel che conta è salvaguardare il potere. Ritornando sull’accusa alla Siria di far uso di armi chimiche, Thierry Meyssan ricorda che, sebbene essa risalga ad alcuni anni fa, il principio secondo cui la Siria è designata colpevole è vecchio di oltre duemila anni. Gli occidentali affermano che nel 2011 è iniziata in Siria una «guerra civile». Eppure, nel 2003 il...

Diciassette testimoni oculari depongono davanti all’OPAC

Su richiesta della Russia, il 27 aprile 17 testimoni oculari dei fatti accaduti a Duma hanno rilasciato la propria deposizione all’OPAC. Si tratta di persone che compaiono nel video, diffuso dai Caschi Bianchi, del presunto “attacco chimico” a Duma, o di responsabili dell’ospedale. Tutti hanno dichiarato che non c’è stato alcun «attacco chimico». Le delegazioni di Stati Uniti, Regno Unito e Francia hanno protestato contro questo «show» e hanno affermato di essere in possesso di prove, senza peraltro esibirle, che contraddicono queste testimonianze. Il 14 aprile scorso, ritenendo il video...

Perché i mezzi d’informazione non danno la notizia che l’attacco chimico di Douma era una sceneggiata?

Il presente commento è stato postato sul sito di Maurizio Blondet a seguito della notizia che la Russia ha portato all’Aia 17 persone coinvolte nel falso attacco chimico di Douma, simulato dai terroristi e utilizzato da Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia per bombardare la Siria. La notizia non è stata data dai mezzi d’informazione mainstream ed è stata riportata dal sito Palestina Felix e ripresa da altri siti. http://palaestinafelix.blogspot.it Non è abbastanza carino, Hassan Diab? Questo ragazzino di 11 anni che intrepidamente testimonia davanti agli arcigni signori dell’OPWC all’Aia? Non capite...

also attacco chimico simulato in Siria

La Russia porta all’Aia 17 persone coinvolte loro malgrado nel falso “attacco chimico” simulato a Douma dai terroristi di Jaysh Islam! Suleiman Kahani

Uno dei “problemi” che hanno caratterizzato la messinscena “chimica” dei terroristi di Jaysh Islam tenuta a Douma poco prima della sua capitolazione (e che è servita a fornire alle ipocrite potenze imperialiste la scusa per il loro codardo -ma per fortuna inutile- attacco del 14 scorso) è che, appunto, si è tenuta in un territorio che poco dopo ha cambiato mano ed è stato liberato dalle forze siriane e dai loro alleati russi. Al contrario di altri infingimenti “chimici” tenutisi nel 2013 nel Ghouta Est e l’anno scorso a Khan Sheikoun (località al...

Agli assassini di Assad. Vandali e profanatori del misto. Maurizio Blondet

Stavolta è stato il ministro dell’energia, Yuval Steinitz, a minacciare di assassinio direttamente Assad: “Se permette all’Iran di dichiarare guerra a Israele dal territorio siriano, metterà in gioco non solo il suo regime, ma la sua esistenza personale”. L’anno scorso era stato  il ministro dell’Alloggio (quello che costruisce falansteri ebraici nelle terre rubate) Yoav Galant: “E’ venuto il tempo di assassinare Assad”.  Non pensano ad altro, non sanno pensare ad altro che assassinare, criminali disperati, come è disperato chi non ha un aldilà. Sicuramente il Mossad ha già pronta una...

I giornalisti hanno trovato il ragazzo filmato nel video dei Caschi Bianchi dell’attacco chimico di Douma

Hassan Diab mostrato nella copertina di Al-Jazeera nel presunto attacco chimico. Un gruppo di corrispondenti russi guidati da Evgeny Poddubny ha trovato il ragazzo filmato dai Caschi Bianchi nel loro video che mostrava le persone “colpite” dal presunto attacco chimico a Douma il 7 aprile. Secondo Poddubny: Hassan Diab, 11 anni, sta bene; Non ha subito ferite da “attacco chimico” perché non c’era nessun attacco (almeno allora e lì); Il ragazzo ha partecipato al video per  cibo (riso, datteri e biscotti). Poddubny contattò anche il padre di Hassan – disse anche che non c’era alcun attacco...

error: Alert: Content is protected !!