Attentato di Sri Lanka? Bisogna chiedere al Mossad, non all'ISIS e nemmeno a Rita Katz. Alba Giusi - www.altreinfo.org

Attentato di Sri Lanka? Bisogna chiedere al Mossad, non all’ISIS e nemmeno a Rita Katz. Alba Giusi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’ISIS rivendica gli attentati di Sri Lanka, attraverso la sua agenzia di stampa Amaq. Lo riferiscono tutti i giornali, piccoli e grandi, tutte le TV, i radiogiornali. Si dimenticano però di specificare che l’unico essere vivente sul pianeta Terra che “vede” Amaq è Rita Katz e la sua azienda privata, tale SITE. Nessun altro al mondo lo vede.

Tutti gli organi di informazione omettono di dire che Rita Katz è ebrea sionista vicina al Mossad ed è l’unico essere vivente che può vedere Amaq.

Solo Rita Katz sa ciò che dice l’ISIS attraverso la sua improbabile Agenzia di Stampa Amaq. E non è possibile controllarla.

E’ incredibile, ma è proprio così. Tutti i mezzi di informazione Occidentale sono asserviti a Rita Katz, e quindi al Mossad, che possono raccontare ciò che vogliono e quando vogliono, senza render conto a nessuno.

Sarebbe ridicolo se non fosse perché la gente, ignorando chi è davvero Rita Katz e come funziona questo imbroglio dell’informazione, ci crede.


Rita Katz ha addirittura trovato sul Web una foto di gruppo degli attentatori, e l’ha postata sul suo profilo Twitter. Sono sette, provate a riconoscerli.

Incredibile, ma è tutto vero. Bisogna ammettere però che il coraggio a Rita Katz non manca. E nemmeno la faccia tosta.

Il giorno dell’attentato fonti governative dello Sri Lanka dichiararono che i terroristi non avrebbero potuto organizzare da soli un attentato del genere. Troppo complicato. Quindi avanzarono l’idea che possa essere stato il semisepolto Stato Islamico o addirittura l’evanescente Al-Qaida, di cui non si sa più nulla.

Ma queste due marionette degli Stati Uniti sono davvero in grado di organizzare una cosa del genere? 

La risposta è no. Non hanno accesso a quei tipi di esplosivo e non dispongono di quelle capacità organizzative al di fuori dei loro confini. Non hanno nessun “aggancio” all’interno dello Sri Lanka.

Potrebbe essere stata la CIA, ma a che pro?

Potrebbero essere stati i servizi segreti della Gran Bretagna MI5, ma perché mai avrebbero dovuto fare una cosa del genere?

Invece, il principale indiziato è proprio quello di cui non si parla, nonostante abbia una lunga storia di interferenze nello Sri Lanka.

Il principale indiziato è proprio il Mossad di Rita Katz.

Ecco un dettagliato resoconto tratto dal sito di Maurizio Blondet.

A Sri Lanka il Mossad ha bottega aperta

Gli assassini-suicidi esecutori della strage – di cui sono stati trovati i corpi – erano effettivamente membri del National Thowheeth Jama’ath, un gruppo islamico estremista locale, e comparso non più di tre anni fa – noto fino ad oggi però per vandalizzare le statue di Buddha, non ammazzare cenrtinaia di infedeli. I servizi di antiterrorismo sono concordi: “un attacco così coordinato e ben pianificato ha richiesto notevoli finanziamenti e, soprattutto, alte competenze che non possono essere venute che dall’estero. Quello che ha impressionato gli investigatori cingalesi è il fatto che tutti e sette i giubbotti esplosivi dei suicidi sono effettivamente esplosi, tutti e al momento giusto: i tentativi iniziali di terrorismo islamico sono di solito caratterizzati da un certo numero di fallimenti, cinture esplosive che non esplodono, o esplodono prima o dopo … qui, geometrica efficienza. Si aggiunga l’uso di esplosivo militare inaccessibile ai civili, gli 80 e più detonatori…

“E’ il modus operandi di Al Qaeda, dell’ISIS”, dice Anne Speckhard, direttrice del Centro internazionale per lo studio dell’estremismo violento , lo scopo di fomentare l’odio di religione mi sembra una loro firma”. “Non riesco a capire la motivazione, da parte di un gruppo locale, di attaccare le chiese, e ancor meno di massacrare i turisti”, ha detto Amarnath Amarasingam, specialista dell’estremismo dello Sri Lanka all’Institute for Strategic Dialogue, un gruppo di ricerca antiterrorismo con sede a Londra .

Il modus operani dell’ISIS, Al Qaeda, Al Nusra: non vi accende una lucina in testa? Ebbene: un lettore mi ricorda che il Mossad è di casa in Sri Lanka. E mi fotocopia due pagine di Victor Ostrovsky, la spia israeliana fuoriuscita, nel suo libro The Other side of Deception” (1994).

Nei decenni della lotta fra le Tigri Tamil e il governo cingalese, Israele ha sostenuto con armi, consiglieri e addestramento “entrambe le parti, con grassi profitti”.

Basta digitare “Mossad” e “Tamil Tigers”, e da Google saltano fuori decine di articoli che rinfrescano la memoria.

Per esempio un articolo del 20 maggio 2009 ricorda che il giorno prima “ in Sri Lanka, una bomba ha squarciato un autobus pieno di gente, uccidendo 23 persone e ferendone 67”, ed attribuisce questa aumentata efficienza stragista ai servizi che il Mossad ha reso, a pagamento, ad un settore delle Tigri Tamil fin dal 1983.

“Il Mossad ha fatto sì che i combattimenti dello Sri Lanka siano diventati tra i più sanguinosi della storia umana. Interi villaggi vengono cancellati. Oltre 70.000 persone sono state uccise.

“Il Mossad addestra , arma ed equipaggia entrambe le parti – attraverso la sua Zim Shipping, e attraverso i suoi possedimenti in Sud Africa – e perpetra false flag ogni volta che si parla di pace. L’obiettivo del Mossad è quello di mantenere il lucroso mercato delle armi, oltre al commercio di droga locale che aiuta a pagare quelle armi”.

http://rockthetruth.blogspot.com/2008/01/mossad-in-sri-lanka.html

La Zim è la grande agenzia di navigazione cargo israeliana la cui sede di New York traslocò di colpo dal World Trade Center, in cui aveva gli uffici, una settimana prima del fatale 11 settembre. Il governo israeliano è proprietario della Zim al 49%.

http://www.historycommons.org/context.jsp?item=a090401zimamerican

Quando i tamil iniziarono a combattere i singalesi per l’indipendenza nel 1983, il presidente singalese Junius Jayawardene portò 50 agenti del Mossad per addestrare le sue forze di sicurezza in un posto chiamato Maduru-Oya. Questo non era segreto. Era su tutti i giornali locali.

Da quel momento, il Mossad ha armato, addestrato e attrezzato entrambe le parti.

Nel 1991 Victor Ostrovsky, autore di By Way of Deception, disse a un notiziario indiano che il Mossad aveva portato molti tamil in Israele per l’addestramento nel 1984 e nel 1985. “Questi gruppi andavano e venivano nel Mossad, faceva parte del nostro lavoro di routine per portarli nei campi di addestramento e assicurarsi che ricevessero una formazione che valesse quello per cui avevano pagato, né più né meno. I singalesi pagavano in contanti “. Ostrovsky ha detto che l’accordo per la formazione era stato stipulato dall’agente di collegamento del Mossad in India, che viveva lì sotto passaporto britannico.

Poco dopo lo scoppio della guerriglia in Sri Lanka, il Mossad “avvicinò” dei funzionari dell’India Research and Analysis Wing (RAW, l’equivalente indiano della CIA). Nel luglio 1984 questo circolo interno RAW interno organizzò con il Mossad l’invio di Tamil in Israele per l’addestramento da commando. Il Mossad ha compensato il team RAW per questo servigio, su conti aperti per loro nella banca BCCI. I commando Tamil che andarono in Israele divennero noti come il TELO, distinti dai principali ribelli Tamil, conosciuti come LTTE (L iberation T igers of T amil E elam).

Nel frattempo gli Ebrei simultaneamente addestrarono i nemici dei Tamil (i Singalesi) in Israele, all’insaputa gli uni degli altri. Ogni gruppo aveva 60 membri. La formazione iniziava con un corso di base di due settimane presso una base israeliana nota come Kfar Sirkin vicino a Tel Aviv. In un’occasione i due gruppi passarono a pochi metri l’uno dall’altro mentre erano fuori a fare jogging.

Dopo il corso base di due settimane, gli israeliani portarono i tamil ad Atlit, una base navale top secret a Haifa. Nel frattempo, Singhalesi venivano addestrati alla base di Kfar Sirkin. Completato l’addestramento, i tamil erano fatti uscire e i cingalesi fatti entrare – ad imparare come contrastare tutte le tecniche che gli israeliani avevano appena insegnato ai tamil.

Per questi addestramenti, i j si fecero pagare profumatamente. . Ostrovsky scrive nel suo libro By Way Of Deception che, “Israele addebitava per ciascuno dei 60 singalesi $ 300 al giorno, per un totale di $ 18.000 al giorno. Per un corso di tre mesi, Israele ha addebitato $ 1,6 milioni. Inoltre, Israele ha addebitato $ 5.000 a $ 6.000 all’ora per il noleggio di elicotteri, con ben 15 elicotteri utilizzati in media per esercitazione. Gli israeliani hanno anche fatto pagare le munizioni. Un razzo per bazooka, ad esempio, costava circa $ 220 a unità, mentre i mortai pesanti venivano a 1000 ciascuno. ”

Si aggiunga che Israele ha praticamente creato Task Force speciale, la brutale unità di comando nella polizia dello Sri Lanka addetta alle torture (pardon, interrogatori) in cui è stato trasferito il prezioso knw-how repressivo ed omicida perfezionato sui palestinesi.

Ma questo è il meno: Israele ha venduto all’aviazione dello Sri Lanka gli aerei Kfir, e alla Marina militare, mezzi d’assalto Dvora e Shaldag. Sono stati segnalati anche test missilistici israeliani da sottomarini nelle acque dello Sri Lanka.

E si tenga presente che il primo attentatore suicida non fu un wahabita, ma un Tamil: il 5 luglio 1987. L’attentatore era stato preparatoe d equipaggiato dal Mossad. E’ Israele ad aver inventato i primi “attentatori suicidi”. Fino al 2000, i Tamil hanno messo a segno 168 attacchi suicidi. Spesso condotti da donne.

Rafi Eitan

L’operazione divenne così grossa, che per gestirla fu inviato il leggendario ex capo del Mossad Rafi Eitan, che aveva fondato un “Mossad parallelo” per queste operazioni, il LEKEM. La sua copertura era che era un impiegato delle industrie chimiche israeliane, che ha operazioni nello Sri Lanka.

Nel 1987, le loro attività criminali erano diventate così estreme che il primo ministro indiano Rajiv Gandhi convinse il presidente dello Sri Lanka Junius Jayawardene a firmare l’ accordo di pace indo-srilankese , che dava autonomia alle aree tamil nel nord e nell’est dell’isola. Fu dichiarata un’amnistia; e 3.000 soldati indiani furono inviati come soldati della pace nella zona tamil di Sri Lanka.

Queste truppe indiane hanno iniziato a confiscare le armi, constatando che avevano marchi israeliani. Nel 1987, l’Hindustan Times riferì che nella città dello Sri Lanka di Jaffna, le truppe avevano sequestrato grandi quantità di armi di fabbricazione israeliana destinati ai tamil.

Ma il traffico continuò.

La risposta di Rajiv Gandhis fu semplice: distaccò 97.000 truppe aggiuntive. L’anno seguente (1990) i massacri a falsa bandiera intensificarono al punto che lo Sri Lanka era diventato per l’India un pantano di agguati e attentati contro i suoi soldati. Sotto la pressione politica interna, Rajiv Gandhi ha ritirato l’esercito, ma ha utilizzato la Marina indiana per bloccare completamente il commercio di armi israeliane nello Sri Lanka. Nel novembre 1991, la Marina indiana sequestrò una nave israeliana che trasportava grandi quantità di armi e munizioni da Singapore ai Tamil. Quello era il “punto di rottura”. Gli israeliani non potevano tollerare più interferenze da parte di Gandhi. Gandhi aveva anche rifiutato di avere legami diplomatici ufficiali con Israele. Il 21 maggio 1991, Rajiv Gandhi fu assassinato.

Il coinvolgimento di Mossad e Cia nel delitto è stato confermato dalla Commissione Jain, del parlamento indiano, che ha indagato sull’omicidio di Rajiv.

https://www.outlookindia.com/magazine/story/finally-all-fingers-point-to-anbsp-foreign-hand/205868

Nel 1990 , il presidente dello Sri Lanka Ranasinghe Premadasa ordinò alla “Sezione di Interessi israeliani” (presso l’ambasciata degli Stati Uniti, perché Sri Lanka non aveva rapporti diplomatici diretti con Sion) di chiudere i battenti e due diplomatici israeliani a Colombo furono espulsi.
Il 25 settembre 1991 , la Reuters riportò che Premadasa, che allora era investito da una campagna per farlo incriminare per corruzione, aveva accusato l’agenzia israeliana di intelligence Mossad di complottare contro di lui perché aveva chiuso la sezione degli interessi israeliani nell’ambasciata degli Stati Uniti. Il fece questa denuncia nella sessione di apertura del parlamento. Un’accusa ufficiale.

Il 1 ° maggio 1993, anche Premadasa fu assassinato : a Colombo durante le festività del primo maggio. Da un kamikaze che si disse essere un guerrigliero tamil. Altre ventitré persone furono uccise nell’esplosione.

Il 28 maggio 1993, Abdul Azwer, ministro dello Stato dello Sri Lanka per gli affari musulmani, dichiarò: Israele è infuriato quando sono stati espulsi dallo Sri Lanka da Premadasa e sospetto che il Mossad sia stato dietro l’ignobile omicidio di questo rispettato leader. Il 23 settembre 1997 , il procuratore generale Sarath Silva ha rilasciato 18 Tamil sospettati dell’assassinio del presidente, citando la mancanza di prove. Silva dichiarò che il caso era ufficialmente considerato “irrisolto”.

La guerrigliadei Tamil riprese.

Nel maggio 2000, un giorno dopo che l’India si era rifiutata di prestare assistenza militare allo Sri Lanka nella sua guerra contro le tigri tamil, lo Sri Lanka e Israele hanno ripreso le relazioni diplomatiche . Dopo l’apertura dei rapporti diplomatici tra Gerusalemme e Colombo, i tecnici militari israeliani sono tornati a frotte: per la manutenzione dei bombardieri da combattimento Kfir e gli aerei russi MiG-27 dello Sri Lanka, per la fabbricazione su licenza in Sri Lanka delle navi da attacco veloce Dvora. Anche le armi e le munizioni israeliane hanno iniziato a inondare lo Sri Lanka.

Il primo ministro dello Sri Lanka , Ratnasiri Wickremanayake , nel marzo 2009 ha visitato Israele, dove ha avuto incontri con i principali fornitori di armi israeliani per avere un maggiore aiuto militare allo Sri Lanka. Israele continua a rifornire lo Sri Lanka di armi e addestramento militare anche dopo che Stati Uniti e Regno Unito hanno interrotto le forniture militari allo Sri Lanka per le violazioni dei diritti umani del governo.

E per finire:

“Si ritiene inoltre che il Mossad abbia reclutato agenti tra il grande contingente di lavoratori stranieri dello Sri Lanka negli stati arabi del Golfo Persico . Ci sono informazioni che gli israeliani stavano fornendo armi e addestramento ai guerriglieri tamil per mantenere un “mercato” per i fornitori di armi israeliani nella nazione insanguinata dalla guerra civile”.

Altri titoli che si trovano spulciando su internet. Nel 2013, sul sito palestinese Electronic Intifada, un attivista Tamil accusa:

Israele presta la sua consulenza allo Sri Lanka per attuare un lento genocidio”.

https://electronicintifada.net/content/israel-advises-sri-lanka-slow-motion-genocide/12644

Un genocidio denunciato da un vescovo cattolico:

146.679 persone scomparse in un anno di guerra: vescovo di Mannaar

[TamilNet, mercoledì 12 gennaio 2011, 00:09 GMT]
Secondo gli archivi degli uffici degli agenti del governo sui distretti di Mullaiththeevu e Ki’linochchi, la popolazione di Vanni era di 429.059 nell’ottobre 2008. Il numero totale di persone che entrarono nel controllo del governo SL dopo la guerra era 282.380, . “Dovrebbero essere dati chiarimenti su quanto accaduto a 146.679 persone, che è la discrepanza tra il numero di persone che sono entrate nelle aree controllate dal governo tra l’ottobre 2008 e il maggio 2009 e la popolazione segnalata a Vanni all’inizio di ottobre 2008 “, Ha detto il vescovo cattolico di Mannaar, Rt. Rev. Dr. Rayappu Joseph:

“Il LTTE, altri gruppi Tamil armati e la guerra, non sono la causa, ma solo i risultati del conflitto”, ha denunciato il vescovo.Lamentando: ”violazioni dei diritti umani e uccisioni extragiudiziarie che hanno causato così tanto dolore, distruzione e polarizzazione”.
Anche un prete cattolico di etnia TAmil don Nihal Jim Brown, è scomparso il 20 agosto 2006.

Da Wikipedia:

Nel luglio era stato nominato parroco della chiesa di St. Philippo Neri nel distretto di Jaffna. Il suo predecessore, padre Amal Raj, aveva richiesto un trasferimento dopo aver ricevuto minacce di morte da un ufficiale della marina locale dello Sri Lanka . [1] [2] Come parte delle operazioni militari in corso, l’ Esercito dello Sri Lanka ha bombardato la Chiesa di San Filippo Neri ad Allaipiddy il 13 agosto 2006 uccidendo 15 civili che vi si rifugiavano. [3]

Padre Brown fu pubblicamente rimproverato dai funzionari della marina per aver spostato tutte le 300 famiglie, per lo più cattoliche, alla volta di Agiddy, in una chiesa cattolica più sicura a Kayts a otto miglia di distanza durante le operazioni militari. [4] Brown fu anche accusato dal comandante della Marina di Sri Lanka di Allaipiddy di aiutare il gruppo ribelle Liberation Tigers of Tamil Eelam (LTTE) a scavare bunker. [5] [6]

https://www.tamilnet.com/art.html?catid=13&artid=33380

Un martire onorato insieme da cattolici, Tamil e musulmani….

Un articolo più recente, del 2017, domanda:

Perché Israele ha pugnalato alla schiena il LTTE,

ossia le Tigri Tamil?

https://www.quora.com/Why-did-Israel-backstab-LTTE

Sì, perché pare che Israele alla fin fgine abbia aiutato il governo cingalese a schiacciare definitivamente i ribelli Tamil…

Questo è lo sfondo in cui è avvenuto l’attentato-strage islamico, perfettamente coordinato e ottimamente preparato, contro la minoranza cattolica di Sri Lanka e contro i turisti. Magari è un sanguinoso avvertimento al governo cingalese, per qualche ritardo nei pagamenti (la “protezione” j costa molto), mostrando che i “terroristi” possono rovinare il turismo e quindi l’economia – unito allo scopo opportunistico di fare strage nel gruppo più inerme e pacificatore, e non coinvolto nel sanguinoso groviglio sopra descritto e quindi meno difeso, i nostri cattolici, per suscitare nuovo odio e paura fra le minoranze etnico religiose ed ampliarne le fratture, secondo il piano Kivunim. Ciò può spiegare come mai il governo, nonostante avesse ricevuto informazioni su imminenti attentati dai servizi indiani, non ha agito con efficacia. Ed ora non abbia voglia che vengano rivelati retroscena altamente imbarazzanti.

 

di Maurizio Blondet

Fonte: https://www.maurizioblondet.it

***

***

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!