Come hanno utilizzato il sistema Dominion per i brogli elettorali - www.altreinfo.org

Come hanno utilizzato il sistema Dominion per i brogli elettorali

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Secondo gli esperti che hanno analizzato le macchine e il software Dominion, utilizzato per gestire il voto in gran parte degli Stati Uniti, il sistema nel suo insieme è stato progettato per influenzare e falsare il voto elettorale. Il meccanismo è molto semplice. Dominion genera un numero enorme di errori sulle schede scrutinate, circa il 68%, in questo modo le schede vengono gestite manualmente ed assegnate in blocco, e senza controlli, ad uno o all’altro candidato.

Nel Michigan, un audit forense condotto sulle macchine e il software di Dominion Voting Systems ha dimostrato che il sistema nel suo insieme era progettato per influenzare i risultati delle elezioni. A queste conclusioni è pervenuta la società incaricata di effettuare le analisi.

“Concludiamo che il Dominion Voting System è stato intenzionalmente e deliberatamente progettato per creare frodi sistemiche e influenzare i risultati delle elezioni”, ha affermato in una relazione preliminare, Russell Ramsland Jr., co-fondatore di Allied Security Operations Group.

“Il sistema genera intenzionalmente un numero estremamente elevato di voti errati. I bollettini elettronici vengono quindi trasferiti per l’arbitrato. Errori intenzionali portano a un’elaborazione di massa delle schede senza sorveglianza, trasparenza e tracciabilità dei controlli. Questo porta a frodi elettorali. Sulla base del nostro studio, concludiamo che il sistema di voto Dominion non dovrebbe essere utilizzato nel Michigan. Concludiamo inoltre che i risultati della contea di Antrim non avrebbero dovuto essere certificati”, ha aggiunto.

Secondo il signor Ramsland, il registro di conteggio del server della contea ha registrato circa il 68% di errori.

“Un numero impressionante di voti ha richiesto l’arbitrato. Si tratta di un problema del 2020 che non è stato riscontrato nei precedenti cicli elettorali che sono ancora archiviati sul server. Ciò è dovuto a errori intenzionali nel sistema. Errori intenzionali portano all’arbitrato di massa delle schede senza sorveglianza, trasparenza o tracciabilità delle verifiche. La nostra revisione dei log del server indica che questo alto tasso di errore non corrisponde alle tendenze degli anni precedenti. L’affermazione che attribuisce questi problemi all’errore umano non è coerente”, ha aggiunto in seguito.

“Russell James Ramsland, Jr. e il suo team di ASOG hanno conoscenze e competenze in materia di sicurezza informatica e forense che non possono essere messe in dubbio. In effetti, guardando il loro team, i loro brevetti, la loro esperienza, ora abbiamo un’analisi credibile che indica che, come avevo previsto, che gli algoritmi utilizzati nel sistema di voto Dominion sono intenzionalmente e deliberatamente progettati per creare frodi sistematiche e influenzare i risultati delle elezioni e, in questo caso, non a favore del presidente Trump “, ha affermato Gary Miliefsky, membro fondatore del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti ed editore della rivista Cyber ​​Defense.

 

di Zachary Stieber

Tratto da: https://fr.theepochtimes.com

Sintesi: www.altreinfo.org

© Riproduzione Riservata

***

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

You may also like...

error: Alert: Content is protected !!