Religione Archivi - www.altreinfo.org

Category: Religione

Libro di ester, la storia di un massacro commesso dagli ebrei

Purim: festa ebraica che commemora uno sterminio (commesso dagli ebrei). Elena Dorian

Il Purim è un’importante festa ebraica. Si tratta della commemorazione di un piccolo sterminio commesso dagli ebrei circa 2500 anni fa ai danni dei soliti “presunti nemici”. Una festa per bambini, ma piena di sangue e violenza. Questo piccolo, ma significativo sterminio, è raccontato nel Libro di Ester (Meghillàth Estèr), libro che fa parte del canone biblico. La festa del Purim dura due giorni, tra banchetti, scambi di doni, dolci e dolcetti, travestimenti carnevaleschi, lettura del Libro di Ester, ed è particolarmente amata dai bambini. Purim, un tentato sterminio Vi riassumo la...

Yahweh era un elohim con poco potere, e non scelse autonomamente il popolo d’Israele. Mauro Biglino

Yahweh, un elohim senza potere, non “scelse” lui il popolo d’Israele Spesso dico che la Bibbia ci presenta Yahweh come uno dei meno importanti all’interno del gruppo degli elohim ed ebbe quindi una assegnazione di scarsa rilevanza, tanto insignificante dal punto di vista demografico e territoriale che egli cercò di ampliare la sua sfera di influenza con la conquista militare: cosa che, per altro, gli riuscì solo in minima parte. Ribadisco – come già affermato nelle occasioni in cui ho esaminato Deutronomio 32,8 e segg. – quanto sia insostenibile la tesi monoteista secondo la quale Yahweh...

La Bibbia parla di Dio? No, parla di Elohim Yahweh, lo spietato Elohim degli ebrei. Mauro Biglino

La Bibbia parla di Dio? Risponde Mauro Biglino, uno dei più importanti studiosi e conoscitori della Bibbia, nonché traduttore dal greco e dall’ebraico. di Mauro Biglino La Bibbia non parla di Dio semplicemente perché parla di esseri in carne ed ossa che vengono chiamati Elohim, e di uno in particolare (yahweh) che cammina, mangia, beve, si sporca, si lava, deve riposare, uccide in prima persona, da ordini ai suoi di sterminare anche i parenti più stretti, impone il massacro di madri con i loro figli maschi, detta leggi e ammazza...

L’Islam e la resistenza al Nuovo Ordine Mondiale

Questo articolo è tratto da http://www.islamweb.net. Si tratta di un sito francese che riflette il punto di vista dei musulmani riguardo all’attuale situazione economico-finanziaria mondiale ed alle spinte verso la globalizzazione e verso un Nuovo Ordine Mondiale. Il sito è quindi religioso ed è caratterizzato da sobrietà e moderazione. Perché l’Islam è meglio strutturato, rispetto ad altre religioni, per resistere al Nuovo Ordine Mondiale? Prima di rispondere a questa domanda, ricordiamo brevemente cos’è il Nuovo Ordine Mondiale. Questo concetto geopolitico, noto anche come Governo Globale o mondialismo, è un progetto economico...

Rabbino Yaakov Shapiro su Gerusalemme come capitale: il Sionismo è un attacco alla mia religione

Sei ebreo perché hai accettato la religione ebraica, non perché fai parte di uno stato. La lingua ebraica non è mai stata la lingua nazionale degli Ebrei, ed era invece una lingua sacra. Israele non è gli Ebrei. Coloro che stanno governando Israele non sono Ebrei religiosi, sono invece atei. Sia Ben Gurion che Netanyahu hanno usato la Bibbia come scusa per appropriarsi del paese. Ben Gurion non credeva che la Bibbia fosse stata conferita da Dio, non credeva che Dio avesse parlato ai profeti. Netanyhau non si cura di nulla di sacro che sia...

Ora almeno sappiamo qual è la nostra religione: è la religione della Shoah. Francesco Lamendola

La triste, desolante vicenda delle foto di Anna Frank comparse allo stadio durante la partita di calcio fra Roma e Lazio allo Stadio olimpico della capitale, con tutto quel che ne è seguito, e di cui non diremo nulla, perché i giornali e i telegiornali ne hanno già parlato fin troppo, ci ha chiarito, se non altro, e una volta per tutte, qual è la religione ufficiale dello Stato italiano, evidentemente laico, o super-laico, quando si tratta del cattolicesimo, ma religioso, religiosissimo, anzi, addirittura fondamentalista, quando si tratta degli ebrei: la religione...

Islam e Cristianesimo copto: una lezione dalla prima storia islamica. Enrico Galoppini

Per meglio inquadrare le relazioni esistenti, fin dalle origini, tra la religione dell’Islam ed il Cristianesimo copto, sarà forse utile ricordare a chi magari non lo conosce un episodio relativo a quella che nella storia islamica è chiamata la “piccola hijra” (“migrazione”), la quale precedette quella “grande” effettuata da Mecca a Yathrib (Medina) nel 622 dal Profeta e dalla quasi totalità dei suoi seguaci. Poiché le persecuzioni dei potenti della Mecca contro i primi musulmani (la predicazione di Muhammad era cominciata nel 610) erano diventate per alcuni di essi insostenibili...

Silence, Film di Scorsese

Il “Silence” di Scorsese, povero cattolico. Maurizio Blondet

Due o tre note sul film di  Martin Scorsese, “Silence”, che sfiora la storia di alcuni gesuiti che, andati in Giappone come missionari, finirono per  abiurare. Fin dall’inizio, un tipico “anacronismo” americano: i due giovani ed ardenti gesuiti che “discutono” gli ordini del superiore, ribattono e controbattono. Come fossero studenti di un college americano del ventunesimo secolo, e non  giovani reclute della Compagnia del XVII, formati ed educati alla disciplina militare e all’obbedienza perinde ac cadaver al superiore, che nel caso si chiama “il generale” dell’Ordine. Ma passi. Il punto è...

La rivoluzione di Bergoglio: ignoranza dispotica e anche contagiosa

La “rivoluzione” di Bergoglio: ignoranza dispotica, e anche contagiosa. Maurizio Blondet

La storiaccia è ridicola e allarmante insieme. Ma devo ricapitolare le puntate precedenti per i non addetti ai lavori. Appena diventa papa, Bergoglio  epura  parecchi cardinali, come se avesse una lista preparata dei “nemici” da eliminare. Fra questi spicca Raymond Burke, che oltretutto non è dalla sua parte nel sinodo sulla famiglie che apre alla Comunione ai divorziati: lo toglie dalla Segnatura Apostolica, di cui era prefetto, a fare il “patrono” dell’Ordine di Malta. Insomma da ministro vaticano (“posto di potere”, secondo lui), lo rimuove ad un compito di cappellano,...

error: Alert: Content is protected !!