www.altreinfo.org -

Sito di controinformazione

Argentina: un paese controllato, sfruttato e predato dalla finanza, sempre sull’orlo del collasso. Alberto Rovis

L’Argentina è ormai governata dal Fondo Monetario Internazionale e dalla finanza interna, collusa con quella internazionale globalista. La predazione di tutte le sue risorse e del suo territorio è davanti agli occhi di tutti. Basta ricordare la cessione di un milione di km2 di Patagonia per ripagare il debito. Cessione che non è servita a nulla, visto che la situazione si è ripresentata tale e quale, se non peggio di prima, dopo pochi anni. Per la finanza che governa questo paese, la predazione delle risorse è un gioco da bambini....

Viktor Orban. Come difendersi dalle ONG di Soros, dalle bufale dei media e dalle rivoluzioni colorate. Elena Dorian

Le rivoluzioni colorate, organizzate dai servizi segreti e dai poteri occulti, appoggiate dalle ONG, finanziate da Soros, basate sulla creazione di notizie false, montate ad arte e diffuse dai media asserviti, stanno diventando un serio problema per tutti i paesi in cui ci sono regimi o governi non allineati ai voleri dei potenti del pianeta. In Ungheria il governo Orban ha agito per tempo, e si è organizzato per spuntare le armi dei falsi rivoluzionari. Dopo aver assistito alle bufale del massacro di Timisoara, costate la vita e il potere a...

Le notizie che “sfuggono” ai media: “Accoglienza migranti, 640anni di carcere al clan Arena. Gestiva Cara calabrese”. Antonio Amorosi

Flussi migratori e criminalità organizzata. Ecco come i clan “mangiano” dalla gestione migranti. Il caso esemplare dell’hub Sant’Anna di Crotone. Diamo da mangiare ai poveri migranti!  Si sono sprecati per mesi i servizi giornalisti e tv sul Cara calabrese considerato il più grande centro d’accoglienza per migranti d’Europa, l’hub Sant’Anna di Crotone. Oggi, dalle cronache nazionali, è sparita ogni traccia.  Una sentenza di queste ore del Tribunale Ordinario di Catanzaro, Sezione Gip/Gup, racconta come il centro procurasse grandi introiti al clan di ‘ndrangheta Arena. Il giudice di Catanzaro Carmela Tedesco...

Bufale storiche: “Gheddafi ha distribuito il Viagra tra i soldati perché violentino il maggior numero possibile di donne”

Il numero di bufale inventate di sana pianta per giustificare la distruzione della Libia non si contano nemmeno. Una però ha colpito in modo particolare l’immaginario collettivo: “Gheddafi avrebbe distribuito tra i soldati Viagra a volontà perché violentassero il maggior numero possibile di donne.” All’epoca, la notizia è stata diffusa da tutta la stampa Occidentale, con grande enfasi. Nessuno dei nostri giornali, davanti alla totale mancanza di prove che questo fosse realmente avvenuto, ha osato verificare la notizia o metterla in dubbio. Anzi, tutti l’hanno diffusa come vera, rendendosi complici...

Chi sono gli incendiari di petroliere. Manlio Dinucci

Manlio Dinucci ci esorta a vedere le cose con distacco. Egli colloca i sabotaggi delle petroliere, di cui Washington accusa Teheran, nel quadro della politica energetica globale degli Stati Uniti. Così facendo, mostra che, contrariamente alle apparenze, Mike Pompeo non mira all’Iran, bensì all’Europa. Mentre gli Stati uniti preparano una nuova escalation in Medio Oriente, accusando l’Iran di attaccare le petroliere nel Golfo di Oman, il vice-premier Matteo Salvini incontra a Washington il segretario di Stato Mike Pompeo, uno degli artefici di tale strategia, assicurandogli che «l’Italia vuole tornare a...

Bufale e fake news: “Il Bilancio dello Stato è come quello di una famiglia”. Ilaria Bifarini

Tra le tante bufale che girano in Italia, diffuse dalla stampa mainstream, ce ne sono molte di natura economica. Una di queste è che “lo Stato è come una famiglia”. Siccome siamo indebitati, dobbiamo risparmiare per ripagare i nostri debiti, controllare le spese e tagliare i servizi, esattamente come farebbe una famiglia. Questo genera il consenso intorno alle politiche restrittive dell’Unione Europee e la preventiva accettazione dei tagli che al momento giusto il Monti di turno (Cottarelli?) imporrà al nostro paese. Ma si tratta soltanto di una bufala. Il bilancio...

Libra, la moneta emessa da facebook sostituirà le monete reali

Facebook crea Libra, una moneta virtuale planetaria. Perché l’Italia non può creare una criptovaluta al posto dei Minibot? Alberto Rovis

Facebook ha svelato i suoi programmi per una moneta planetaria, che si chiamerà Libra, e che verrà lanciata entro il 2020. La nuova moneta sarà basata sulla tecnologia bolckchain, ampiamente testata da Bitcoin e dalle altre valute virtuali, e sarà gestita da Libra Association, con sede a Ginevra. Libra permetterà di pagare tutte le transazioni, non soltanto su Facebook, Instagram e Whatsapp. Infatti, ci sono alcuni importanti partner – del calibro di eBay, Uber, Lift, Spotify, Booking, Iliad, Vodafone – che hanno già confermato l’adesione a questo nuovo strumento di...

L’industria delle menzogne: il massacro di Timisoara, una delle più grandi bufale della storia. Enrica Perucchietti

Il massacro di Timisoara, una delle più grandi bufale della storia, nacque e si diffuse sulla base di una fonte anonima. I primi a diffondere la notizia, nei giorni che precedettero il Natale 1989, mentre nel Paese infervorava la rivoluzione contro il regime di Ceausescu, furono i redattori della MTI, un’agenzia di stampa ungherese, che sostennero di averla appresa da un “viaggiatore cecoslovacco”, del quale non fu mai rivelata l’identità. A prova di tale tragedia il ritrovamento di fosse comuni all’interno delle quali giacevano, secondo la ricostruzione, migliaia di cadaveri di persone mutilate,...

Auto elettriche e non: cortocircuito esemplare… Leonardo Soffici

Molti di noi si stanno appassionando alle auto elettriche: del resto, se anche costano tanto (dicono, per ora), ci fanno sentire molto ecologici amici di Greta. Poi, siccome costano tanto, sono lussuose quel tanto che basta per trasformarle anche in uno status symbol: della serie, «sono un ecologista, non un poveraccio», potremmo dire un ecological chic. Vantaggi economici delle auto elettriche Ma clarissa.it non ti lascia mai in pace con la tua coscienza, pur così bene allenata dalla società dei consumi e del benessere. Prendiamo allora un esempio: in una recente prova...

Russia-Cina: il vertice che non fa notizia. Manlio Dinucci

I riflettori mediatici si sono focalizzati il 5 giugno sul presidente Trump e i leader europei della Nato che, nell’anniversario del D-Day, autocelebravano a Portsmouth «la pace, libertà e democrazia assicurate in Europa» impegnandosi a «difenderle in qualsiasi momento siano minacciate». Chiaro il riferimento alla Russia. I grandi media hanno invece ignorato o relegato in secondo piano, a volte con toni sarcastici, l’incontro svoltosi lo stesso giorno a Mosca tra i presidenti di Russia e Cina. Vladimir Putin e Xi Jinping, quasi al trentesimo incontro in sei anni, hanno presentato...

Il fantasma dell’uomofortismo e la realtà del lobbismo. Comidad

Dai dati elettorali risulta che il PD ha evitato il temuto crollo alle elezioni europee non a scapito dei 5 Stelle, bensì fagocitando gran parte dei voti che, in altre condizioni, sarebbero andati ai movimenti alla sua “sinistra”. Evidentemente molti elettori della sinistra radicale si sono convinti a compiere un voto “utile” in funzione antifascista. Si potrebbe dire che il PD ha riscosso una vera e propria tassa sull’antifascismo a spese dei suoi concorrenti a sinistra. Paradossalmente è proprio il PD a contribuire a quella campagna propagandistica che, di fatto,...

ilhan Omar, deputata musulmana che critica Israele

Ilhan Omar: il Congresso degli Stati Uniti condanna chiunque critichi gli ebrei, ma nel mirino ci sono i bianchi. Elena Dorian

Ilhan Omar è una giovane somalo-americana, di religione musulmana, attuale deputata del Congresso degli Stati Uniti. E’ stata candidata dal Partito Democratico nel Minnesota e fa parte della Commissione Affari Esteri della Camera. E’ la prima donna musulmana ad entrare in Congresso, con tanto di hijab sul capo. Le dichiarazioni di Ilhan Omar Ilhan Omar, che non nutre molta simpatia per lo Stato Ebraico, ha dichiarato recentemente: “Sostenere Israele significa essere fedele ad un paese straniero” Frase considerata fortemente antisemita, soprattutto dalla stampa e dagli organi di informazione, da sempre filo-israeliani. Non...

Sperimentazione sociale: in Argentina chi non è in regola coi vaccini non può rinnovare i documenti, nemmeno la patente

Come abbiamo già detto in un altro articolo, l’Argentina è un paese ai margini dell’Impero, completamente controllato dalla finanza predatoria, la stessa che controlla l’intero Occidente. Come tutti i paesi marginali, si presta ad attuare sperimentazioni sociali e ad introdurre novità legislative, per verificare come reagisce la società. Da quest’anno, grazie ad una legge approvata alla fine del 2018, in Argentina, per rinnovare i documenti, quali ad esempio la carta d’identità, il passaporto, la patente, è necessario presentare il CUV (Certificato Unico Vaccinazioni), con tutte le vaccinazioni in regola. Il...

Viaggi della speranza: il grande inganno dei migranti che attraversano il Mediterraneo coi gommoni. Elena Dorian

Questo è uno dei tipici gommoni che vengono soccorsi a 60 miglie nautiche dalla costa libica. Di solito portano almeno un centinaio di migranti. Ora, sembra incredibile che gommoni di questo tipo, con motori sottodimensionati, siano in grado di portare un carico del genere per 111 km. Si tratta di almeno dieci ore di navigazione. Basterebbe un’onda leggermente più alta o un movimento sbagliato di qualche migrante per ribaltare il tutto. Pura fantasia, ad uso di giornaloni immigrazionisti e TV. Tanto più che la maggior parte dei migranti non sa...

I padroni del mondo. Roberto Gallo

In relazione alla importantissima – e recente – mossa con la quale la “ banca delle banche” cioè la BIS (Bank for International Settlements) impone al settore bancario mondiale di rimettere l’oro alla base di un possibile sistema di garanzia (ritorno al “gold standard” parziale), possono essere utili, per una piena comprensione del sistema di potere, le seguenti informazioni. Quattro banche americane (Bank of America, JP Morgan Chase, Citigroup, Wells Fargo) detengono i quattro giganti del petrolio (Exxon Mobil, Royal Dutch/Shell, BP Amoco e Chevron Texaco) assieme ad altre banche europee – in misura minore Deutsche...

error: Alert: Content is protected !!