www.altreinfo.org -

Sito di controinformazione

“L’Ottavo Blog” di Carlo Freccero: un’idea che non piace ai media mainstream, unici “produttori ufficiali di informazioni”.

Carlo Freccero ha proposto un nuovo programma RAI intitolato L’ottavo blog, dedicato all’informazione alternativa oggi disponibile in Internet. In questo modo vorrebbe dar voce a tutti quei siti e blog non allineati con l’informazione mainstream. Si tratta soltanto di un’idea, che però non è piaciuta ai “produttori ufficiali di informazioni”, i quali accusano i blogger di produrre non controinformazione, bensì disinformazione e bufale. A seguire alcune considerazioni di Carlo Freccero, tratte da un’intervista concessa al Corriere della Sera. Un programma d’informazione non ha per oggetto teorie ma fatti, eventi reali...

Sciopero per il clima, un altro abuso di minori. Riccardo Cascioli

Gli studenti si mobilitano in tutto il mondo per protestare contro i politici che non prendono provvedimenti seri per contrastare il riscaldamento globale. Una iniziativa che secondo la narrazione ufficiale nasce dall’esempio della 16enne svedese Greta Thunberg, candidata al Premio Nobel per la Pace, ma le cose stanno diversamente. E dietro la mobilitazione degli studenti ci sono élite ecologiste e fondazioni americane che stanno usando i giovani per battaglie che valgono centinaia di miliardi di dollari. Ma davvero qualcuno è disposto a credere che il movimento studentesco mondiale che scende...

Cambiamento climatico, tra realtà e fantasia. I grafici che non dobbiamo vedere. Le cose che non dobbiamo sapere. Alba Giusi

E’ difficile capire il perché del grande movimento ecologista e climatico costruito ad arte dal sistema dei media globalisti e turbocapitalisti. La finanza apolide e predatoria si è fatta umana e manda avanti i potenti senza scrupoli a parlare della necessità di salvaguardare il pianeta. Un problema che qualche tempo fa non c’era, è diventato in breve “il problema”, ovvero l’unico problema importante che accomuna tutti i paesi del mondo. L’uomo si fa addirittura portavoce degli interessi di tutti gli altri esseri viventi, insetti, piante e orsi polari compresi. Stiamo parlando...

Cambiamenti climatici, salviamo il pianeta

“Salviamo il pianeta Terra, sta morendo. Siamo l’ultima generazione che può far qualcosa!”. Urlano i globalisti di tutto il mondo. Giorgio Lunardi

Grandi manifestazioni in tutto il mondo per salvare il pianeta Terra, da Washington a Mosca, da Beirut a Gerusalemme, da Shanghai a Mumbai. I politici ci hanno abbandonato! Urla da una piazza la giovane attivista svedese Greta Thunberg, ripresa da centinaia di TV provenienti da ogni dove. Milioni di studenti si riversano nelle piazze, catapultati dalle scuole col beneplacito dei loro professori. Titoli di approvazione compaiono nelle prime pagine di tutti i giornali globalisti del mondo. Si organizzano speciali in TV, con ospiti di rilievo. Per una volta sono tutti...

La moneta dev’essere dello Stato e senza debito. Non può appartenere a banchieri privati. Alberto Rovis

Per finanziare un’opera pubblica lo Stato ha due opzioni. La prima è chiedere i soldi alle banche private, che creano i soldi dal nulla, con un click del computer. Lo Stato dovrà poi restituirli tutti, maggiorati di interessi, entrando in questo modo nel vortice del debito. La seconda opzione è costituire una Banca Centrale Pubblica che, così come fanno tutte le altre banche private, crea i soldi dal nulla. In questo caso però, lo Stato non dovrà restituire i soldi e non dovrà pagare nemmeno gli interessi, evitando di entrare...

Sale alle stelle il prezzo della «protezione» Usa. Manlio Dinucci

Gli Stati Uniti non intendono più considerare gli alleati alla stregua di protettorati e chiedono loro di pagare il costo della protezione. Se rifiuteranno, gli USA si ritireranno. È quanto ha annunciato al Pentagono il presidente Trump il 17 gennaio e che è stato presentato alla NATO a febbraio, ma reso pubblico soltanto questa settimana. Una decisione che riguarda tutti gli alleati, dalla Germania al Giappone. Il problema è che Washington chiede agli alleati di allinearsi alle proprie posizioni… come facevano da protettorati. A pretendere il pizzo in cambio di...

“Gli ebrei controllano la finanza globalista e predatoria”. Nel tempo dell’inganno, dire la verità è un atto rivoluzionario. Giorgio Lunardi

Ci sono alcune cose che si possono ancora scrivere nei giornali e dire in televisione, senza incorrere nel reato di opinione, reato non ancora previsto dall’Ordinamento Giuridico Italiano, ma in avanzata fase di introduzione. Ad esempio, si può dire che le banche stanno distruggendo l’economia occidentale, che dettano legge e governano l’Europa. Si può anche dire che in Occidente c’è una vera e propria “dittatura della finanza globalista, apolide, predatoria e turbocapitalista”. Tali affermazioni, almeno per ora, non vengono censurate dal sistema dei media e chi le pronuncia sopravvive alle sue parole,...

I democratici infrangono il grande tabù degli Stati Uniti: criticare Israele

I giovani irrompono nella scena politica degli Stati Uniti e sono determinati a rompere il più grande tabù, condannando Israele per la sua oppressione dei palestinesi. In un articolo scritto dal giornalista staunitense Eric Margolis e pubblicato ieri sul sito web del “The Ron Paul Institute For Peace and Prosperity” si evidenziano i cambiamenti che stanno avvenendo sulla scena politica degli Stati Uniti. Nell’articolo, in particolare, si indica la nuova generazione di senatori democratici che si impegnano per rompere gli antichi schemi della politica nordamericana e osano dire ciò che...

Questa non è una crisi, è una guerra. Fabio Conditi

Sono più di 10 anni che siamo in crisi economica, e le conseguenze per la popolazione ed il nostro territorio sono simili a quelle di una guerra. Anzi forse peggio di una guerra. Si può parlare di crisi economica per un paese povero di risorse, senza capacità produttiva, costretto ad importare la maggior parte dei beni e servizi di cui ha bisogno. Oppure si può parlare di crisi economica se una particolare congiuntura richiede un riassetto delle strutture produttive. In realtà sono ormai quasi trent’anni che assistiamo al lento ed...

Yahweh e kemosh, due elohim biblici senza potere, uguali uguali: avevano mogli, stessi diritti e mire territoriali… Mauro Bliglino

Ambedue (Yahweh e Kemosh) appaiono piccoli e insignificanti perché governano su popoli di scarsissima importanza storica nel teatro medio orientale in cui dominano egiziani, assiri, babilonesi, ittiti, fenici. Yahweh e Kemosh, questi due elohim di basso grado combattono tra di loro per dei fazzoletti di terra. In Giudici 11, Jefte, il comandante delle forze israelite, sta combattendo contro Ammoniti, Moabiti… e nella controversia con il re di Ammon dice (versetto 24): “Non possiedi tu quello che Kemosh, tuo elohim, ti ha fatto possedere? Così anche noi possediamo tutto ciò che...

A Camp Darby le forze speciali italiane. Manlio Dinucci

La riorganizzazione della base USA di Camp Darby (Italia) maschera il passaggio di forze speciali italiane sotto il comando USA. Questo sistema fu già sperimentato in passato: permise la creazione di Gladio, il servizio per le operazioni segrete della NATO in Italia. Da dicembre 2015 (articolo 7bis della legge 198), il presidente del Consiglio italiano ha la possibilità di perseguire operazioni militari con operazioni d’intelligence. Questa notizia è un’ulteriore conferma dell’ipotesi che abbiamo annunciato due mesi fa: la NATO sta preparando un’ondata di attentati in Europa. La notizia non è...

L’ONU afferma che Israele compie crimini di guerra. Corbyn chiede al Regno Unito di congelare la vendita di armi al regime di Tel Aviv

Il leader del Partito Laburista britannico, Jeremy Corbyn, ha chiesto al governo di congelare le vendite di armi ad Israele e di condannare fermamente l’uccisione di cittadini palestinesi. Le richieste di Corbyn giungono in seguito all’uscita di un rapporto realizzato dalle Nazioni Unite, dove si evince che le forze di sicurezza israeliane potrebbero aver commesso crimini di guerra uccidendo decine di palestinesi e ferendone oltre 6.100 in proteste settimanali nella striscia di Gaza assediata nell’ultimo anno. Sull’argomento Corbyn ha pubblicato un tweet dove afferma: «Le Nazioni Unite dicono che le...

Dalle armi di distruzione di massa irachene alle armi chimiche siriane. Thierry Meyssan

In un rapporto del 1° marzo 2019, l’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche certifica che nell’attacco di Duma (Siria) del 7 aprile 2018 non c’è stato uso di sostanze chimiche vietate; il bombardamento tripartito, intrapreso per rappresaglia da Stati Uniti, Francia e Regno Unito, era perciò ingiustificato: uno scandalo che ricalca esattamente quello delle pseudo-armi di distruzione di massa irachene. Le manipolazioni non finiranno, almeno fino a quando gli Occidentali si fideranno a occhi chiusi dei loro media. Il comportamento dei giornalisti occidentali è davvero sconcertante: prendono per buone...

L’anti-razzismo come grande arma di distrazione di massa per la sinistra globalista. Luciano Lago

L’apparato mediatico italiano, dominato dai grandi gruppi finanziari , ha dedicato molto spazio alla manifestazione svoltasi a Milano Domenica 3 marzo che si può definire come la più grande manifestazione politica liberal organizzata dalla sinistra mondialista. Quasi 200 mila persone vi hanno preso parte secondo gli organizzatori. Esaltata come un “nuovo corso” ed un successo anti-governativo, multicolore, generosamente decorato con tante bandiere arcobaleno, la grande kermesse è stato indicata come “evento anti-razzista”. Gli organizzatori avevano trascurato soltanto un piccolo problema. Non esiste un fenomeno di razzismo in Italia ma questo è...

Carro di Carnevale razzista. A quando il processo per “Istigazione all’odio razziale”? Giorgio Lunardi

Durante la sfilata di Carnevale, di solito, ognuno si traveste come gli pare, senza venire per questo condannato. A Formello, forti di questa tradizione, hanno allestito  un carro con alcune scritte vietate, del tipo: “Vogliamo WiFi”, “No pago affitto”. Sopra il carro c’erano alcuni figuranti con la faccia dipinta di nero. Tra cui addirittura dei bambini. Inoltre, a conferma che si trattava di un carro “razzista, discriminatore e istigatore all’odio razziale”, la macchina che lo trainava aveva la bandiera italiana (che orrore!!). Colmo dei colmi, sopra il carro c’erano anche...

error: Alert: Content is protected !!