Dicembre 2016 - www.altreinfo.org

Monthly Archive: Dicembre 2016

I bambini fanno oh, canzone ispirata di Giuseppe Povia. Ora è un cantautore impegnato, escluso dai circuiti mainstream

I bambini fanno no. Povia bandito dai circuiti mainstream. Francesco Carraro

Correva l’anno 2005 quando una canzone inattesa e abbagliante vinse il festival di Sanremo senza vincerlo davvero. Il brano si intitolava I bambini fanno oh e fu escluso dalla fase finale della manifestazione per una faccenda di scartoffie, ma in realtà il suo interprete, Giuseppe Povia, si rivelò il trionfatore morale di quella edizione della kermesse dei fiori. Da allora, il motivetto e il testo non ci hanno più abbandonati. Facciamo la prova: basta accennare, anche solo mentalmente, alle prime note e alle prime parole dell’incipit e la sua magia...

ordine mondiale liberale in agonia

2016: l’agonia dell’ordine mondiale “liberale”. Federico Dezzani

Il 2016 volge al termine e non ha disatteso le nostre previsioni: avevamo promesso un anno ad alta tensione e così è stato. Attentati terroristici, assalti speculativi, operazioni sporche dei servizi, putsch militari, consultazioni dagli esiti sorprendenti, lampi di guerra, hanno scandito i dodici mesi appena trascorsi: dopo averli esaminati uno per uno, è il momento di inquadrali in un’analisi complessiva. Nel corso del 2016 l’ordine mondiale “liberale”, uscito dall’ultima guerra e basato sull’egemonia angloamericana, è entrato ufficialmente in agonia, dopo un periodo di crisi iniziato con il crack di...

La menorah, simbolo ebraico, a Washington, costruita davanti alla Casa Bianca

Gli americani sono in maggioranza cristiani. Perché di fronte alla Casa Bianca c’è una menorah gigante e non un presepe?

In America le lobbies sioniste hanno combattuto tutto ciò che rappresenta il cristianesimo. Oggi in America e’ diventato illegale porre la croce o un simbolo cristiano sul demanio mentre la menorah e’ consentita ed applaudita. Le organizzazioni ebraiche sono state leader nella battaglia legale per vietare i simboli cristiani del Natale dalla vita pubblica americana. Le maggiori organizzazioni ebraiche in America, come l’America Jewish Committee, ha finanziato e patrocinato numerose cause che dicono che i simboli cristiani come la mangiatoia e croci cristiane non possono essere eretti su qualsiasi terreno pubblico. Hanno...

Che muoiano gli Stati Uniti. Rivelate le ultime parole di Saddam prima della morte

“Che muoiano gli Stati Uniti”. Rivelate le ultime parole di Saddam prima della morte

Dopo il suo rovesciamento da parte degli Stati Uniti, l’ex presidente dell’Iraq, Saddam Hussein, non ha mai chiesto o implorato perdono. Lo ha detto in un’intervista esclusiva con RT Mowaffak al-Rubaie, che tra il 2004 e il 2009 è stato consigliere per la sicurezza nazionale dell’allora primo ministro iracheno, Nouri al-Maliki. Secondo Rubaie, Hussein non ha dato l’impressione di essere un uomo timorato di Dio e nemmeno come uno che volesse utilizzare la religione “a fini di propaganda o per ingannare la gente” – e i carcerieri dovettero ricordargli di...

Per salvare le banche si trovano 20 miliardi di euro, da un giorno all'altro, col voto di camera e senato

Per salvare le banche si trovano 20 miliardi, da un giorno all’altro. Andrea Baranes

Il punto è non aspettare la prossima tempesta, ma iniziare a cambiare rotta.   “Oggi la banca è risanata, e investire è un affare. Su Monte dei Paschi si è abbattuta la speculazione ma è un bell’affare, ha attraversato vicissitudini pazzesche ma oggi è risanata, è un bel brand”. Matteo Renzi, Presidente del Consiglio dei Ministri, a Il Sole 24 Ore, 22 gennaio 2016. Quindi il problema era la speculazione. Era esterno. La banca in sé era solida. E parliamo non di decenni fa, ma dell’inizio di quest’anno. Una banca...

La vendetta. Obama avvelena i pozzi prima di lasciare la Casa Bianca

La vendetta. Obama avvelena i pozzi prima di lasciare la Casa Bianca

Ne sono quasi certo. Se Barack Obama un giorno verrà ricordato negli annali, lo sarà essenzialmente per due ragioni: come il primo presidente di colore, e come il peggior presidente che gli Stati Uniti abbiano mai avuto (e fino a ieri, era alquanto difficile superare Nixon e persino Bush). A conti fatti, non esiste nella sua amministrazione alcun passaggio significativo che potrà indurre gli storici del futuro (che non siano azzerbinati alla narrativa dominante), a riabilitare la pessima figura di un presidente che ricevette il nobel della pace sulla parola, salvo poi tradirlo...

Oliver stone sta lavorando per evidenziare la vergogna che i media mainstream sono diventati

Oliver Stone e la russofobia: “Sto lavorando per evidenziare la vergogna che i media mainstream sono diventati”

“I russi stanno arrivando”. Con questo titolo, in un lungo post facebook il noto regista statunitense, Oliver Stone, ha commentato la caccia alle streghe e il neo maccartismo in corso che ha visto come suo ultimo atto l’isteria infantile con cui Obama ha applicato nuove sanzioni contro la Federazione russa. Un paese che non è in grado, si domanda Stone, di garantire lavoro e sicurezza interna può essere il poliziotto del mondo? Un paese, prosegue il regista, in cui il New Yrk Times e il Washington post hanno ricreato la stagnante...

La flotta russa aiutò i nordisti durante la guerra di secessione

Guerra di Secessione: come la Marina Russa salvò gli Stati Uniti

L’alleanza poco nota tra Stati Uniti e Russia zarista portò la flotta russa a una dimostrazione di forza a New York e San Francisco. Avvenne in un momento cruciale, nel 1863, quando Gran Bretagna e Francia erano sul punto d’intervenire nella guerra civile dalla parte della Confederazione. Una guerra mondiale era all’orizzonte “avvolgendo il mondo nelle fiamme”, come disse il segretario di Stato William Seward. La possente presenza russa scoraggiò dall’invasione gli anglo-francesi e l’Unione fu salva. Nell’estate 1863, l’anno delle battaglie di Gettysburg e Vicksburg, ci fu l’ultima crisi...

La gente vive di fede. Anche oggi come mille anni fa. Maurizio Blondet

Un lettore, a proposito della uccisione del tunisino-terrorista a Sesto San Giovanni, torna sulla “collusione del governo, dei superiori e della magistratura”; ma, aggiunge, “c’è anche la collusione dei mezzi di informazione che hanno trovato normalissimo il fatto che un poliziotto in prova spari immediatamente uccidendo una persona. Anzi hanno lodato questo comportamento. Nessun giornalista od opinionista di regime ha alzato il dito per eccepire. E così si ottiene la formazione dell’opinione della gente comune. E continua: “Nessuno dei miei conoscenti ha opinione diversa su questo attentato da quella impartita...

Abraham Lincoln emetteva moneta, altrimenti non avrebbe potuto finanziare la guerra contro la Confederazione.

Abraham Lincoln: il governo deve creare, emettere e far circolare tutta la moneta di cui ha bisogno

Abraham Lincoln sulla politica monetaria a pagina 91 del “Documento del Senato n.23” del 1865: “Il Governo non ha necessità né deve prendere a prestito capitale pagando interessi come mezzo per finanziare lavori governativi ed imprese pubbliche. Il Governo deve creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessari per soddisfare il potere di spesa del Governo ed il potere d’acquisto dei consumatori. Il privilegio di creare ed emettere moneta non è solamente una prerogativa suprema del Governo, ma rappresenta anche la maggiore opportunità creativa del Governo...

Left” è il naturale epilogo di una sinistra che molla Peppone per abbracciare Soros

Non condannate “Left”, è il naturale epilogo di una sinistra che molla Peppone per abbracciare Soros. Mauro Bottarelli

Chi siano gli “elmetti bianchi” e quale sia stato il loro compito nella guerra in Siria è noto ma la stampa, operando da grancassa della coalizione anti-Assad, li ha sempre dipinti come degli angeli che mettevano la loro vita al servizio di quella degli altri, salvando tutti, persino i miliziani fedeli a Damasco, se ne avessero avuto bisogno. Bene, qualche breve nota biografica. La Syria Civil Defense (SCD) – i cui membri sono chiamati comunemente “elmetti bianchi” – è una organizzazione civile finanziata dagli Stati Uniti e dal Syrian National...

L'occidente potrebbe scollegare la russia dalla rete internet globale, così come ha già fatto per la Crimea

L’Occidente potrebbe scollegare la Russia dalla rete internet globale

In un’intervista con RT il consigliere di Putin su internet German Klimenko ha dichiarato che il Paese dovrebbe essere preparato a vedersi scollegato dalla rete globale di internet. Lo ha affermato commentando il disegno di legge sulla regolamentazione della rete web russa (Runet). “I nostri partner occidentali hanno escluso la Crimea scollegandola dai server di Google e Microsoft. Così i proprietari dei domini residenti in Crimea hanno perso quello che hanno creato. Il nostro Paese deve essere pronto a vedersi scollegato dalla rete globale: è alta la probabilità di questo “spostamento...

Stella di Davide

I tentacoli del sionismo

“Uomini siate e non pecore matte, si che di voi, tra voi, l’ebreo non rida” (Dante Alighieri) Circa ottocento anni fa Dante Alighieri nella Divina Commedia ci avvertiva profeticamente da chi ci saremmo dovuti guardare le spalle. Ed è proprio in questi nostri tempi che constatiamo gli effetti inquietanti della profezia dantesca. Nel Tg di Rai 2 delle 20:30 del 24.12.2016, sono in parecchi sul web a notare che il servizio su Berlino inizia con l’immagine del candelabro a 9 braccia (simbolo sionista) e l’esagramma, emblemi che stanno a rimarcare che:...

La rivoluzione di Bergoglio: ignoranza dispotica e anche contagiosa

La “rivoluzione” di Bergoglio: ignoranza dispotica, e anche contagiosa. Maurizio Blondet

La storiaccia è ridicola e allarmante insieme. Ma devo ricapitolare le puntate precedenti per i non addetti ai lavori. Appena diventa papa, Bergoglio  epura  parecchi cardinali, come se avesse una lista preparata dei “nemici” da eliminare. Fra questi spicca Raymond Burke, che oltretutto non è dalla sua parte nel sinodo sulla famiglie che apre alla Comunione ai divorziati: lo toglie dalla Segnatura Apostolica, di cui era prefetto, a fare il “patrono” dell’Ordine di Malta. Insomma da ministro vaticano (“posto di potere”, secondo lui), lo rimuove ad un compito di cappellano,...

Israele e Palestina, la soluzione dei due stati

Israele-Palestina, l’ostacolo Trump sulla strada per la pace

Mentre Kerry rilancia la soluzione a due Stati, il neo presidente Usa può segnare «la fine di ogni speranza». Tra insediamenti e volontà di spostare l’ambasciata a Gerusalemme. Lo storico ebreo LeVine a L43. Prima il “nulla osta” agli insediamenti in Cisgiordania. Poi la volonta espressa di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. Infine la nomina dell’avvocato newyorchese David Friedman a rappresentante diplomatico di Washington in Israele. Donald Trump non si è ancora insediato alla Casa Bianca, ma le sue parole e decisioni hanno già creato più di un malumore...

error: Alert: Content is protected !!