www.altreinfo.org - Pagina 2 di 138 -

Sito di controinformazione

La locomotiva Usa della spesa militare mondiale. Manlio Dinucci

Secondo l’Istituto Internazionale di Ricerca per la Pace di Stoccolma (SIPRI), ogni mese dello scorso anno il governo federale degli Stati Uniti ha speso 250 $ pro-capite. La spesa militare mondiale – secondo le stime pubblicate dal Sipri il 29 aprile [1]– ha superato i 1800 miliardi di dollari nel 2018, con un aumento in termini reali del 76% rispetto al 1998. Secondo tale stima, ogni minuto di spendono nel mondo circa 3,5 milioni di dollari in armi ed eserciti. Al primo posto figurano gli Stati uniti con una spesa nel 2018...

In Vietnam i crimini americani continuano a seminare morte. Salvo Ardizzone

Sono trascorsi 44 anni dalla fine del devastante conflitto che devastò il Vietnam e la sua popolazione. Quella del Vietnam fu una guerra sciagurata che, nei quindici anni di durata, ha mietuto vittime infinite, probabilmente milioni anche se il numero esatto non è mai stato reso noto, sia per motivi di propaganda che per l’oggettiva impossibilità di tenere il macabro conteggio di corpi letteralmente svaniti fra esplosioni, napalm e il fango delle risaie. Tuttavia, le conseguenze di quell’immane tragedia continuano a mietere lutti e ad affliggere quelle popolazioni; non parliamo...

Liberismo economico e globalizzazione, due facce della stessa medaglia. Gaetano Morgante

Il liberismo, alla base della globalizzazione, ha in Milton Friedman, economista della scuola di Chicago, uno dei principali esponenti. Come somma aritmetica tra perdite e guadagni, creerebbe maggiore ricchezza rispetto al protezionismo. Ma se ciò è vero a livello planetario, è altrettanto vero che in determinate aree produce una forte perdita di ricchezza perché, senza dazi, mette in concorrenza diretta paesi in via di sviluppo con paesi sviluppati, lavoratori a bassissimo salario con lavoratori ad alto salario. E’ ovvio che le multinazionali fra un operaio che costa 150 euro al mese...

Siamo obbligati a dichiararci donatori o non donatori, oppure possiamo rifiutarci? E se cambiamo parere? Elena Dorian

Nei Comuni italiani, al momento del rinnovo della Carta d’Identità, viene richiesto di apporre una firma per acconsentire al prelievo di organi in caso di morte. Ciò significa che il nostro nome viene inserito in un elenco dei donatori e, di conseguenza, in una banca dati nazionale. Si tratta di una prassi corretta? Siamo obbligati a firmare? Come possiamo cancellare il nostro nome se non siamo più d’accordo? Per far chiarezza su questo delicato argomento pubblichiamo il comunicato stampa della “Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte...

Operazione condizionamento: la conquista militare delle menti delle giovani generazioni. Manlio Dinucci

Lo spirito di sacrificio commuove. La guerra può diventare ammirevole. Ricetta: (1) trovare un eroe giovane e simpatico; (2) lodarne l’abnegazione e la morte altruista; (3) sostenere che stava difendendo i buoni contro i cattivi; (4) tacere gli orrori commessi. È una formula che funziona sempre e comunque. Circa 5.000 bambini e ragazzi di 212 classi hanno partecipato, a Pisa, alla «Giornata della Solidarietà» in ricordo del maggiore Nicola Ciardelli della Brigata Folgore, rimasto ucciso il 27 aprile 2006 in un «terribile attentato» a Nassirya, durante la «missione di pace»...

Le parole per alterare la realtà e il nuovo vocabolario mediatico

Attraverso il linguaggio il potere mondialista s’insinua nel pensiero della gente per condurla a pensare come vuole il Grande Fratello. Non ci si obietti che non esiste. E’ una figura plurale, simbolica di un potere planetario come George Orwell aveva profetizzato col suo “1984”. Alcuni esempi. All’inizio gli immigrati venivano chiamati “extracomunitari”, parola poi scomparsa dalla stampa perché esplicitava che il problema non era solo italiano ma europeo. Poi anche la parola “immigrato” è stata bandita: inopportuno ricordare che qualcuno è venuto ad abitare a casa nostra non invitato. Meglio...

Fubini, la macelleria greca e la morte del giornalismo

Federico Fubini, vice-direttore del Corriere della Sera, giornalista omni presente in televisione. Nella foto durante un incontro in cui parla di fake-news. Ma durante un’intervista a TV2000 dichiara di auto-censurare gli articoli che la gente è meglio non legga. Decide lui cosa dobbiamo sapere e cosa no, cosa dobbiamo leggere e cosa no. Un grande giornalista. Bello sapere che l’informazione è controllata da persone illuminate, superiori. La strage degli innocenti – Fubini: “C’è un articolo che non ho voluto scrivere sul Corriere della Sera: guardando i dati della mortalità infantile...

Formazione e sviluppo della comunità ebraica di Roma durante l’Impero Romano. Curzio Nitoglia

Lo storico ebreo/tedesco Abraham Berliner, nella sua Storia degli Ebrei di Roma. Dall’antichità allo smantellamento del ghetto (Milano, Rusconi, 1992), scrive: “Non siamo assolutamente in grado di precisare con certezza storica quando gli Ebrei si siano stabiliti nell’Urbe. Possiamo tuttavia documentare la loro prima apparizione a Roma” (p. 11). Il Berliner cita, quindi, il I Libro dei Maccabei (cap. VIII) e Giuseppe Flavio (Antichità Giudaiche, XII, 10; XIII, 5-9), che ci narrano di tre ambascerie ebraiche dalla Palestina a Roma. La prima nel 159 avanti Cristo, a nome di Giuda...

Il prelievo di organi a “cuore battente” è donazione di organi o predazione? I conflitti d’interesse e gli affari dei farmaci antirigetto. Elena Dorian

Negli ultimi 26 anni l’attività complessiva di donazione di organi ha subito un notevole incremento, come si può evincere dalla tabella sottostante. I donatori deceduti sono passati da 329 nel 1992 a 1682 nel 2018, mentre i donatori viventi rimangono stabili e sono oggi circa 210. E’ bene precisare che il termine “donatore deceduto” è inesatto, in quanto i prelievi di organi si effettuano quasi sempre a cuore battente, quindi da donatori ancora in vita. Per decesso si intende la morte cerebrale, che tuttavia non è un concetto universalmente accettato e...

Il golpe in Venezuela visto da Caracas e non da New York

Questo è il mio contributo – pubblicato questa mattina su Il Fatto Quotidiano- contro la valanga di disinformazione che i media mainstream stanno rovesciando sul Venezuela. Pino Arlacchi Caracas è una città tranquilla, Maduro è più forte Parla l’ex vicesegretario dell’Onu: “Si è verificato un golpe fallito, Guaidó è screditato e l’Ue deve capirlo” Pino Arlacchi, ex vicesegretario generale delle Nazioni Unite, soggiorna in un albergo del centro della Capitale. Non è lontano da piazza Altamira in cui si è concentrato Guaidó con i suoi sostenitori. “In realtà è un luogo...

Venezuela, il popolo in massa difende Maduro e Lopez si rifugia nell’ambasciata cilena. Il golpe è fallito. Fabrizio Verde

La marea rossa invade e Miraflores a Caracas. Circonda il palazzo presidenziale in difesa di Nicolas Maduro, il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela. L’unico presidente. Bisogna specificarlo perché i fake media continuano ancora a definire il golpista Guaido presidente incaricato. Mientras Guaidó y Leopoldo López montaban un show en Altamira engañando a sus seguidores para esconderse en embajadas, así respondió el chavismo contundente en el Palacio de Miraflores. ¡No pasarán! #30Abr pic.twitter.com/tKqW2tfSBy — ✽ Orlenys 🍁🍃 (@OrlenysOV) 30 aprile 2019 Proprio come accadde nel 2002 quando il comandante Chavez fu...

I finti allarmi per le sorti dell’imperialismo italiano in Libia. Comidad

I media ci hanno fatto sapere che la Francia per mezzo del suo uomo, il generale Haftar, ci sta estromettendo dalla Libia. Ma l’Italia non era stata già estromessa dalla Libia nel 2011, quando l’allora presidente francese Sarkozy aveva mosso guerra a Gheddafi? In questi otto anni qualcosa ci deve essere sfuggito. Emuli di Graziani e di Balbo, i bellicosi Italiani attuali devono aver riconquistato la Libia manu militari imponendovi il regime del loro Quisling, Al Sarraj. Ovviamente non c’è stato nulla di tutto questo. I governi italiani hanno sempre...

La posta in gioco nel restauro di Notre-Dame. Thierry Meyssan

L’Eliseo ha approfittato dell’incendio di Notre-Dame di Parigi per portare felicemente a termine un progetto che aveva nel cassetto. In vista dei Giochi Olimpici del 2024 e dell’Esposizione Universale del 2025, l’Eliseo ha voluto regole inedite, che esulano dalle procedure per le gare d’appalto e dal rispetto del patrimonio, finalizzate non già al restauro della cattedrale, bensì alla trasformazione dell’Île de la Cité nella prima località turistica europea. Per sottrarsi a vincoli giudiziari, l’Eliseo ha arbitrariamente imposto l’ipotesi di un incidente di cantiere. L’incendio della cattedrale di Notre-Dame Quando, la...

La comunicazione politica, verbale e non verbale: una vera e propria arte che non tutti i nostri politici conoscono. Anya Lai

Analizziamo da un punto di vista comunicativo i due partiti di governo, la Lega di Salvini e il Movimento 5 Stelle, con particolare riferimento ai due leader, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Anche se è più esperto il primo, si tratta comunque di due politici navigati, che si dedicano alla politica da molti anni e che in teoria dovrebbero conoscere almeno l’ABC della comunicazione, personale e politica, verbale e non verbale. La Lega di Salvini Matteo Salvini, prima di farsi eleggere, andava in giro per l’Italia e in televisione...

Immigrati pakistani, la corte di cassazione obbliga a concedere l'asilo

La Corte di Cassazione apre la strada alla concessione dell’asilo per chiunque si senta minacciato. Elena Dorian

In Pakistan non ci sono conflitti in essere. Non è una zona di guerra. E’ vero però che certe zone sono in preda al subbuglio jihadista, spesso attizzato dai soliti noti. Nulla di che, si tratta del solito subbuglio presente nella maggior parte dei paesi islamici, in cui vivono oltre due miliardi di persone. Quindi cosa facciamo con i migranti che arrivano da quel paese, li accogliamo tutti perché provengono da zone in subbuglio oppure li rimandiamo a casa perché non provengono da zone di guerra? I magistrati, tenendo conto...

error: Alert: Content is protected !!